il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Primo Maggio

Primo Maggio

(1 Maggio 2009) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Basta sfruttamento! E’ l’ora dei diritti! Il 21/12 manifestazione a Fermo

(18 Dicembre 2019)

fermo viscardi sciopero

Lo scorso 28 ottobre 140 lavoratori dell’azienda agricola Ambruosi & Viscardi di Porto Sant’Elpidio sono stati messi alla porta dalla sera alla mattina dopo aver lavorato per anni in condizioni di supersfruttamento e con paghe da fame.

La loro unica “colpa” è di aver osato aderire allo sciopero generale dello scorso 25 ottobre, indetto a livello nazionale dal SI Cobas e dal sindacalismo di base!

Da allora questi operai stanno portando avanti una dura lotta per il reintegro in Ambruosi & Viscardi, dovendo fare i conti non solo con l’aperta ostilità dell’azienda, ma anche con la fitta rete di coperture e di complicità da parte delle istituzioni e dei media locali e con l’assenso dei vertici di Cgil-Cisl-Uil ai piani padronali.

Ma la vertenza Ambruosi & Viscardi rappresenta solo la punta dell’iceberg di un sistema di sfruttamento diffuso in tutta la filiera agroalimentare (per non parlare del lavoro bracciantile): un sistema che si fonda sull’utilizzo di lavoro “grigio” (cioè a metà strada tra il lavoro nero e quello in regola), sul mancato rispetto delle tutele e delle libertà sindacali, e su giri di evasione fiscale e contributiva di dimensioni abnormi.

E’ giunta l’ora di dire basta a tutto ciò: è giunto il momento di organizzarci e pretendere il rispetto dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro e della libertà di associazione e di iniziativa sindacale sul territorio fermano e marchigiano.

In queste settimane, numerosi cittadini, associazioni, forze sociali e politiche fermane e non hanno solidarizzato con la lotta dei lavoratori e sostenuto questa vertenza malgrado i tentativi di isolamento e l’opera di disinformazione compiuta delle Istituzioni e dei sindacati confederali.

E’ la riprova che non tutti accettano passivamente lo status quo e che cambiare la rotta è possibile.

Per questo motivo il SI Cobas indice per

SABATO 21 DICEMBRE, ALLE ORE 14,00 UNA MANIFESTAZIONE CITTADINA CON CONCENTRAMENTO A LARGO FOGLIANI

TOCCANO UNO, TOCCANO TUTTI!

Promuove: Si Cobas Fermo

Prime adesioni: Si Cobas nazionale, Centri Sociali delle Marche, Sinistra Anti-Capitalista Marche, PCI, Rifondazione Comunista Marche, PCL Marche…

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

2251