il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Gelo

Gelo

(7 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Accordo di RINNOVO DEL CCNL UNEBA: un Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro sottoscritto come pre intesa e di fatto…già scaduto

UNA PRESA IN GIRO PER LAVORATRICI E LAVORATORI del terzo settore. Prima analisi commentata a cura di Usi nazionale

(13 Gennaio 2020)

usiromacapitale

Dopo 7 anni dalla sua scadenza (il precedente era stato sottoscritto nel 2013, ma era relativo al triennio), Il 10 dicembre '19 è stato firmato un pre-accordo sul rinnovo del Contratto UNEBA, tra Cgil Cisl e Uil e l’Associazione datoriale.
Già in sede di analisi e commento del CCNL Cooperative Sociali, scaduto al 31 dicembre 2019, molte ombre e poche luci ci avevano fatto ipotizzare un peggioramento dei CCNL applicati nel cosiddetto “terzo settore”. Ma questo accordo di rinnovo del CCNL Uneba, ha superato le previsioni di tendenza al peggioramento, di un contratto collettivo di lavoro che come struttura del salario e della parte normativa, è già antiquato e poco idoneo, alle reali necessità di chi lavora nei servizio socio sanitari, educativi e socio assistenziali, in alternativa ad altri CCNL utilizzati, a fronte di settori e servizi, che sono ancora sottoposti al regime di appalti, convenzioni e affidamenti di attività strategiche a sostegno di fasce di cittadinanza disagiate o come nel caso di Associazioni Onlus o di Fondazioni, come strumento poco efficace per la corretta gestione dei rapporti di lavoro, ponendo rilevanti disparità di trattamento e differenziazioni salariali, normative, troppo sbilanciate a favore dei datori di lavoro che lo applicano. Il rinnovato CCNL sarà con decorrenza giuridica 2017-2019, con consultazione dei lavoratori (e relativa entrata in vigore) a fine gennaio 2020, ENTRERA' IN VIGORE GIA' A CCNL SCADUTO!
ALCUNE INNOVAZIONI PER LA PARTE NORMATIVA, rispetto al precedente testo che nei punti non sostituiti o variati, resta con le stesse disposizioni di prima, che restano in vigore.
L'ISTITUTO DEGLI SCATTI DI ANZIANITA', DAL 1° GIUGNO 2020 AL 31 DICEMBRE 2022, SARA' TEMPORANEAMENTE SOSPESO!
Si ricorda, che gli stessi permessi retribuiti, i R.O.L., possono essere usufruiti secondo questo CCNL, dopo 18 MESI DALL’ASSUNZIONE. E’ inserita la condizione, per chi ha l’obbligo di divisa, che il tempo di vestizione sia considerato orario di lavoro e non va recuperato (bella scoperta, dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ne ha riconosciuto il tempo necessario, da concordare a livello di accordo sindacale di livello aziendale tra i 10 e i 15 minuti all’inizio dell’orario di servizio, come tempo retribuito); l’introduzione della “banca etica e solidale”, che inizialmente farà “consumare” una giornata di R.O.L. per la sua costituzione, quindi sempre a carico di chi lavora; la limitazione dei contratti precari e la disciplina per la stabilizzazione dei contratti a tempo determinato (disciplinando la legittimazione della presenza nel terzo settore e anche con questo CCNL, del lavoro precario e facilmente ricattabile); per chi fa l’assistenza domiciliare, il riconoscimento del tempo di spostamento tra una prestazione e l’altra, come “orario di lavoro”. L’impulso alla contrattazione decentrata e di secondo livello territoriale, ad esclusivo appannaggio di Cgil Cisl Uil, rende meno efficace di quanto possa sembrare la possibilità, senza i dovuti RAPPORTI DI FORZA nei singoli Enti che applicano UNEBA, di ottenere migliorie al livello aziendale e di Ente, da parte delle lavoratrici e dei lavoratori, se non in presenza di strutture e rappresentanze sindacali interne aderenti a sindacati combattivi, conflittuali e genuini, che non firmano accordi al ribasso, a svendere e che non si vogliano omologare al sistema di relazioni sindacali in deroga, accettando ulteriori clausole interne peggiorative e in pejus.
PARTE ECONOMICA - adeguamenti salariali. Per i 7 anni di "vacanza contrattuale", sarà riconosciuta la una-tantum pari a 100€, calcolata sul livello 4S, ma con decorrenza dal 1° febbraio del 2021.
Gli aumenti lordi mensili, sempre calcolati sul livello 4S e da riparametrare sugli altri livelli (in media è un incremento pari al 5,27% per gli altri livelli e categorie, sul minimo tabellare precedente), è a regime pari a 80 Euro lordi, così suddiviso: 70€ (che si calcolerà di incremento tabellare sulle 14 mensilità) in tre ratei, di cui 20 Euro da gennaio 2020 (contratto scaduto); altri 30 Euro da dicembre 2020 (contatto scaduto da 1 anno), dei rimanenti 20 Euro, come sempre oggetto di contrattazione di secondo livello (e vedendo com'è andata la contrattazione nazionale ci sta da essere preoccupati) saranno erogati, a seconda di come andrà la contrattazione regionale, o al prossimo rinnovo contrattuale nazionale o dal 31 dicembre 2021 (quindi a contratto scaduto da 2 anni), in questo secondo caso in assenza di accordo sindacale di secondo livello; è inoltre previsto 1 EURO IN PIU’, sull’assistenza sanitaria integrativa, dal 1° luglio 2020.
INVITIAMO LAVORATORI E LAVORATRICI, a dare voto e parere negativo nelle consultazioni di Gennaio 2020, per l’approvazione di questo CCNL, che saranno fatte da Cgil Cisl Uil e a mettere in piedi o rafforzare, la presenza sindacale autorganizzata e partecipata sui posti di lavoro. Usi si rende disponibile a dare il proprio supporto, sostegno e capacità di promuovere percorsi seri ed efficaci, di tutela e autodifesa collettiva. Contattate le sedi e le e mail della segreteria nazionale collegiale.

USI Unione Sindacale Italiana

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

2794