il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

NO TAV

NO TAV

(28 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

AMIANTO: PROCESSO D'APPELLO AI DIRIGENTI BREDATERMOMECCANICA/ANSALDO

(3 Febbraio 2020)

a perenne ricordo lavoratori morti 2

Domani 4 febbraio nuova udienza presso la Corte d’Appello di Milano (Sezione Quinta), al 1° piano aula 5, continua il processo contro 8 dirigenti della BredaTermomeccanica/Ansaldo di Milano, imputati della morte per amianto (mesotelioma) di 12 lavoratori. In primo grado gli imputati di omicidio colposo erano stati assolti dal giudice dott. Simone Luerti della 9° Sezione Penale del Tribunale di Milano, con la formula “il fatto non sussiste” e per “non aver commesso il fatto”, nonostante le decine di testimonianze di ex lavoratori e ATS (ex ASL) dimostrassero la massiccia presenza di amianto e il P. M Nicola Balice avesse chiesto pene dai 2 ai 4 anni e 11 mesi.

In questo processo sono parte civile diverse associazione e istituzioni. Il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro nel Territorio (che raggruppa operai Breda e famigliari dei morti), L’INAIL, la Regione Lombardia, la FIOM-CGIL, l’Associazione Italiana Esposti Amianto, e Medicina Democratica.

Il nostro Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro nel Territorio, che è sempre stato contro la monetizzazione della salute e della vita umana, sia in fabbrica sia nel territorio, sarà presente in aula, come sempre. Vogliamo far sentire e vedere ai tre giudici della Corte d’Appello la voglia di giustizia. Dietro i numeri dei morti e dei malati ci sono delle persone, degli affetti delle famiglie che da troppo tempo cercano una giustizia che mai non arriva, trovando invece sempre la legge a favore dei padroni. Anche se viviamo in un sistema sociale in cui l’unico diritto riconosciuto è quello del profitto cui tutti gli altri diritti sono subordinati, noi non ci arrendiamo e continuiamo a lottare, in fabbrica, nelle piazze e anche nelle aule dei tribunali, dove si applica la legge del padrone.

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro nel Territorio

2935