il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

L'Inghilterra domina l'economia

L'Inghilterra domina l'economia

(1 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA 3 E APPALTO SERVIZI GESTITI DA COOPSERVICE Scpa e CNS: PROCLAMAZIONE DI STATO DI AGITAZIONE SINDACALE

(6 Ottobre 2020)

comunicatousi

Roma, 6 ottobre 2020

Ill.mo Prefetto di ROMA U.T.G. Ufficio di Gabinetto della Prefettura fax 06 67294555
Spett. le Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo Sciopero nei servizi essenziali Piazza del Gesù, 46 00186 Roma Fax 06 94539680 e mail segreteria@cgsse.it
Alla c.a. del Direttore Generale Università Roma Tre Dott. Pasquale Basilicata
segreteria.direzione@uniroma3.it fax 06 57332266
al Dott. Giuseppe Colapietro Area Affari Generali giuseppe.colapietro@uniroma3.it
e al Dott. Alberto Attanasio Area Patrimonio alberto.attanasio@uniroma3.it
All’Uff. di Coordinamento dell’appalto – soggetto appaltatore
alla c.a. Arianna Iervolino arianna.iervolino@coopservice.it
All’Uff. contratti e personale personale.contratti@coopservice.it
alla c.a.sig. Luca da Lerma di Celenza di Castelmezzano fax 0522 940128
e al sig. Marco Cozzolino marco.cozzolino@coopservice.it
A CoopserviceScpa via Rochdale 5 -42122- RE info@coopservice.it fax 0522 940128
A CNS via della Cooperazione 3 40129 Bologna cns@cnsonline.it - consorzionazionaleservizi@legalmail.it fax 051 4195502
CNS sede di Roma cns.roma@cnsonline.it

Oggetto: procedura di raffreddamento del conflitto, (Legge 146/90 e 83/2000) e proclamazione di stato di agitazione sindacale, personale impiegato nell’appalto dei “Servizi integrati di gestione del patrimonio immobiliare di Ateneo” dell’Università degli Studi di Roma 3, affidata a Coopservice scpa e Cns. Attivazione procedura di tentativo di conciliazione, tentativo preventivo obbligatorio di raffreddamento del conflitto e segnalazione c/o Prefettura UTG competente territorialmente per Roma (luogo di svolgimento della prestazioni lavorativa)

La scrivente Segreteria provinciale Intercategoriale di Roma di Usi e la rispettiva RSA USI-Cts appalto Portinerie e servizi ausiliari dell’Università degli studi di Roma 3 (ente committente e stazione appaltante, in base anche a quanto previsto dal codice degli appalti, D.lgs. 50/2016 e modificazioni), a nome e per conto della tutela degli interessi economici – salariali e normativi della forza lavoro utilizzata nell’appalto delle portinerie e dei servizi denominato “Servizi integrati di gestione del patrimonio immobiliare di Ateneo”, attiva la procedura di raffreddamento del conflitto e del tentativo di conciliazione (prevista dalla Legge 146/90 e 83/2000), con contestuale proclamazione di stato di agitazione sindacale e richiesta di convocazione delle parti presso gli Uffici della Prefettura di Roma.
Motivi della controversia: problematiche emerse a seguito della riduzione dei servizi oggetto dell’appalto originario e del C.S.D.P., tra cui i servizi dell’Uff. Postale e Uff. Protocollo internalizzati dall’Ateneo senza i lavoratori; la generale tutela dei livelli occupazionali nell’appalto (come previsto dalla clausola sociale del Capitolato d’Appalto) con l’utile ricollocazione del personale in altri servizi dell’appalto, per contrasto a procedure non conformi, senza informazione preventiva alle Rsa dell’appalto nèpianificazione e programmazione adeguata (come previsto dall’art. 9 lett. C punti 1 e 2 del CCNL applicato e di settore nell’appalto, Cooperative sociali, non ottemperato dal soggetto appaltatore a fronte di specifiche richieste del mese di settembre 2020), con effetto penalizzante e pregiudizievole peril personale dell’appalto,con spostamenti di sede e l’impiego in altre mansioni del personale senza ordini di servizio e senza rispetto dell’articolo 13 L. 300 1970 e 2103 codice civile; le misure e provvedimenti necessari, parzialmente avviati e da avviare dal datore di lavoro di concerto con l’Università di Roma 3, finalizzati alla piena ed efficace tutela dei lavoratori e lavoratrici impiegati e alla salvaguardia della loro salute e sicurezza, nel rispetto dell’articolo 2087 del codice civile e del D. Lgs. 81/2008; per ottemperanza a tutte le misure di prevenzione, informazione, nonché addestramento e formazione del personale, per l’eliminazione e la riduzione dei fattori di rischio e pericolo nelle sedi di lavoro dell’Università, nell’appalto dei ‘Servizi integrati di gestione del patrimonio immobiliare di Ateneo’, a fronte della ripresa delle attività e della riapertura agli studenti e al personale dipendente dell’Ateneo;per verifica sulla doverosa revisione e adeguamento del DVR per i datori di lavoro (Coopservice e Cns) e di DVR e DUVRI per Università di Roma 3, a seguito delle misure e provvedimenti relativi al contrasto della pandemia e della ripresa delle attività all’Università, con una seria programmazione ed intervento efficace e razionale, non dettato da una “perenne emergenza”; per opportuna e corretta applicazione dell’articolo 1256 del Codice Civile, a seguito conforme applicazione di DPCM 10/3/2020 e del D.L. 18/2020 (art. 48 comma 2 e 87 comma 3), per pagamento retribuzioni secondo effettivo monte ore contrattualmente sottoscritto e segnalazione responsabilità in solido. DURANTE LA FASE DI STATO DI AGITAZIONE SINDACALE, SARANNO ATTIVATE FORME DI MOBILITAZIONE, anche in presenza ma nel pieno rispetto delle disposizioni di tutela socio sanitaria e di sicurezza, assemblee di lavoratori e lavoratrici, volantinaggi e forme di comunicazione sociale alla cittadinanza e dell’utenza, sui motivi della protesta e dell’attività sindacale tramite lo stato di agitazione, per ripristinare lo stato di regolari relazioni sindacali e di corrette procedure rispettose delle leggi, dei CCNL, delle “regole”, nell’esercizio dei diritti e interessi meritevoli di tutela di fonte costituzionale, il diritto al lavoro, alla salute e sicurezza sul-del lavoro, all’istruzione, al diritto allo studio e alle condizioni di lavoro e di vita del personale impiegato.
Si resta in attesa di procedura attivata secondo la buona prassi ex L. 146/90 e 83/2000, anche attraverso convocazione specifica, in presenza e in sicurezza, presso UTG -Prefettura o eventualmente presso il committente/stazione appaltante (Ateneo di Roma 3). Distinti saluti.

Per la segreteria Intercategoriale provinciale di ROMA di Usi fondata nel 1912 - Roberto Martelli e Giuseppe Martelli

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

1206