">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Adda' passa' a nuttata

Adda' passa' a nuttata

(29 Aprile 2011) Enzo Apicella
Oggi il matrimonio dell'erede al trono della Gran Bretagna

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

AVVISO PER TUTTI I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DEL CENTRO V. VOJTA – Roma

(26 Ottobre 2023)

comunicatousi

Abbiamo ripreso la parola, colleghi e colleghe, compresa la capacità di organizzarci sindacalmente in modo indipendente, dal basso, in forma autorganizzata. Dopo un periodo di riflessione, abbiamo costituito ad agosto scorso, su nostra iniziativa, una sezione sindacale interna e una Rappresentanza Sindacale Aziendale (Rsa in sigla), aderente all’antica Confederazione sindacale USI – Unione Sindacale Italiana, fondata originariamente nel 1912 (tra i primi fondatori GIUSEPPE DI VITTORIO) e ricostituita. Ci siamo scelti, come delegati sindacali e Rsa interni, Paolo Filippelli (operatore Socio sanitario e socio che effettua servizio presso l'Unità Riabilitativa Semiresidenziale, RSA aggiunto il collega Angelo Di Canio, (operatore socio sanitario e socio anche lui in servizio all'Unità Riabilitativa Semiresidenziale). Tra le funzioni e gli obiettivi dell'USI 1912, quella di organizzare e tutelare i diritti di lavoratori e lavoratrici e di riflesso, difendere i loro interessi, dando un contributo di solito costruttivo, al buon funzionamento dei servizi offerti nell’Ente, assicurando all’utenza un servizio di qualità. Per questo, pur avendo una natura e una storia di sindacato combattivo e indipendente da forze politiche, da sette religiose o da gruppi di pressione, non abbiamo preclusioni a lavorare insieme alle altre organizzazioni sindacali, su proposte concrete, su basi paritarie e con spirito di costruzione di iniziative finalizzate a garantire difesa di diritti collettivi e individuali, condizioni di lavoro sicure e serene, schierati dalla parte degli interessi di chi lavora, con un percorso di negoziazione trasparente e serena con i datori di lavoro, quindi anche con il livello datoriale/amministrativo del CENTRO VACLAV VOJTA, come si fa nei luoghi di lavoro o nei territori dove USI 1912 è presente e attiva.

Saremo propositivi per migliorare condizioni di lavoro, corretti inquadramenti contrattuali, tutela piena ed efficace della salute e della sicurezza sul lavoro e degli ambienti di lavoro, come attenti nella fase di osservazione e di segnalazione delle cose che non vanno bene, contro eventuali ingiustizie, disparità di trattamento, disagi e difficoltà di soci e dipendenti.

L'USI 1912 ha di solito un metodo operativo collegiale, con riunioni periodiche che riguardano iscritti-e e momenti di confronto aperti e pubblici con le assemblee di lavoratori e lavoratrici, nello sforzo di rappresentarne giusti interessi e situazioni di condizione lavorativa e di vita.

Tra i PUNTI DI PIATTAFORMA prioritari, abbiamo finora individuato:
La necessità di una migliore programmazione nelle attività rivolte ai gruppi classe del Semiresidenziale, tra Operatori Socio Sanitari e la figura di Educatore; l’istituzione di riunioni di équipe con la figura infermieristica, con i medici, per attivare un percorso collettivo e condiviso di pianificazione del lavoro e delle attività omogeneo e solidale; la formazione di Gruppi di Supervisione, dedicati a tutte le figure professionali che operano a contatto con i pazienti, che oltre alle riunioni di équipe, abbia funzione di PREVENZIONE dai fattori di rischio come il “burnout”, intervenendo affiancando la figura di RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) e le Rsa interne, per la valutazione, il monitoraggio e l’intervento, sul fenomeno dello stress lavoro correlato, come indicato da obbligo datoriale dal Decreto Legislativo 81/2008 (art. 28), dalle misure di aggiornamento dovuto del DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) e in base all'Accordo Quadro Europeo sullo Stress Lavoro Correlato (art. 1 comma 2. Art. 7 del CCNL di settore); verificare se riprendere l’istituto contrattuale della BANCA ORE e meccanismi condivisi con il datore di lavoro, per applicazione del CCNL (articoli 7 e 21); far predisporre dal datore di lavoro, un maggior numero di eventi formativi, soprattutto per gli Operatori Socio Sanitari OSS, che ancora usufruiscono di una bassa offerta formativa interna, nonché per le altre figure professionali presenti in organico, perché riteniamo che AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE “continua”, siano aspetti fondamentali del nostro lavoro e abbiano la funzione di prepararci al meglio per lo sviluppo di attività di alta qualificazione nei confronti di utenti e per un livello di eccellenza da parte del Centro V. Vojta.

NON SIATE …TIMIDI, CHIEDETECI CONSIGLIO E AIUTO, RAFFORZANDO IL GRUPPO CHE HA COSTITUITO USI 1912 AL VOJTA
, già superiore al 5% del totale della forza lavoro, con nuove adesioni e iscrizioni al sindacato, per farla diventare una voce autorevole nelle relazioni sindacali con l’Ente, uno stimolo per il miglioramento delle condizioni di lavoro di tutti.

Per la RSA USI 1912 Centro V. VOJTA Roma Paolo Filippelli e Angelo di Canio

1917