il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

La crisi del gruppo Marzotto

La Marzotto come la Fiat?

(35 notizie dal 16 Marzo 2000 al 19 Giugno 2007 - pagina 2 di 2)

Vicenza: condannata la marzotto per attività antisindacali

comunicato stampa della CUB - Vicenza

Il  giudice del lavoro del Tribunale di Vicenza ha condannato la MARZOTTO spa di Valdagno per attività anti sindacale, attività esercitata ai danni della CUB Tessili. Da circa un anno un gruppo di lavoratrici e lavoratori dipendenti della Marzotto degli stabilimenti di Valdagno avevno dato Vita alla CUB tessili, lavoratori che avevano successivamente presentato candidati alle elezioni...

(25 Gennaio 2003)

Ceola Giuseppe e Raniero Germano responsabili CUB-confederazione unitaria di base di Vicenza.

Il conte Marzotto

articolo di Liberazione del 17 dicembre 2002

Lo stabilimento della Marzotto a Manerbio, in provincia di Brescia, sta per essere chiuso. Tutti i 271 dipendenti verranno licenziati. Alle lavoratrici e ai lavoratori, che gli avevo indirizzato una lettera aperta, il conte Pietro Marzotto, alla fine ha risposto. Dopo aver ricordato che non tocca a lui occuparsi della gestione dell'azienda, il conte ha comunque ammesso di condividere la scelta di...

(18 Dicembre 2002)

fonte: http://www.liberazione.it/giornale/021217/LB12D689.asp

Sulla crisi del gruppo Marzotto: "Avanti popolo!"

volantino del circoli del PRC di Recoaro Terme e della Valle dell'Agno (VI)

Quando il governo italiano, nei mesi scorsi, prospettò il taglio di parte dei diritti dei lavoratori, noi pensammo all'ennesimo tentativo dei grossi potentati economici di far diminuire il salario reale dei lavoratori, a favore di una logica di arricchimento delle imprese e dei loro padroni. ABBIAMO SOTTOVALUTATO LE INTENZIONI! Essi miravano ai diritti per avere la libertà di far ricadere...

(14 Dicembre 2002)

Partito della Rifondazione Comunista Federazione di Vicenza Circolo "Clemente Lampioni" di Recoaro Terme e Circolo della Valle dell'Agno

Solidarietà ai lavoratori della Marzotto

volantino per lo sciopero di venerdì 13 dicembre

DALLA FIAT ALLA MARZOTTO Da lunedì 9 dicembre 5600 lavoratori della Fiat sono in cassa integrazione a 0 ore cioè a 700 euro di stipendio mensile. L'11 novembre la Marzotto ha avviato le procedure di mobilità per tutti i dipendenti di Manerbio (Brescia): 271 lavoratori, di cui 245 operai e 26 tra impiegati e quadri. Le prime lettere di licenziamento dovrebbero partire già...

(12 Dicembre 2002)

PROGETTO COMUNISTA sinistra rivoluzionaria del prc

A tutti i lavoratori della Marzotto

comunicato della RSU Valdagno-Maglio-FULTA

Nell'incontro del 09 dicembre 2002 l'azienda ha riconfermato il piano industriale annunciato negli incontri precedenti. Il coordinamento sindacale ha deciso: il blocco di tutti gli straordinari e le fessibilita' fino al 17 dicembre 2002 data del prossimo incontro. - contro la strategia delle dismissioni nel tessile che oggi colpisce 271 lavoratori di Manerbio e domani altri siti. - contro il...

(11 Dicembre 2002)

R.S.U. Valdagno-Maglio-FULTA

Brescia: Marzotto in lotta

Ieri [26 novembre - ndr] i lavoratori della Marzotto di Manerbio hanno occupato per un'ora due binari alla stazione di Brescia. Il gruppo tessile ha deciso di chiudere la fabbrica di Manerbio, licenziando in blocco i 271 addetti. Quando due anni fa lo stabilimento di Manerbio subì una pesante ristrutturazione, lavoratori e lavoratrici, spinti dai sindacati, "aderirono" alle richieste di flessibilità...

(29 Novembre 2002)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Marzotto- Valdagno (VI): venerdì 15 4 ore di Sciopero contro i licenziamenti

comunicato CUB tessili Marzotto

Il sindacato di base CUB presente negli stabilimenti di Valdagno intende invitare tutti i lavoratori e la cittadinanza a mobilitarsi contro il continuo smantellamento del settore tessile della Marzotto. “l’indirizzo è di creare una corporate molto snella... ma vincolata a produrre valore aggiunto (profitto) per gli azionisti” (Favrin) “tornare a far cassa...gli stabilimenti...

(13 Novembre 2002)

il coordinatore provinciale CUB Raniero Germano 3334465346

MARZOTTO: 271 LICENZIATI

Delocalizzare per risparmiare. Chiudere in Italia, dove il lavoro costa ormai troppo per reggere la "competitività", e aprire all'estero, in Europa dell'Est, dove altri operai sono pronti a faticare per molto meno. La Marzotto mette in pratica la sua globalizzazione dei filati, e ieri ha avviato le procedure di mobilità per tutti i dipendenti di Manerbio (Brescia): 271 lavoratori, di...

(12 Novembre 2002)

Centro di documentazione e lotta - Roma

La mobilitazione dei lavoratori della Marzotto di Manerbio

comunicato R.S.U. Marzotto Manerbio

La manifestazione che i lavoratori della Marzotto hanno tenuto venerdì scorso per le vie di Manerbio per contrastare la decisione aziendale di chiudere lo stabilimento e di mettere in mobilità i 271 dipendenti, ha realizzato la partecipazione di tutti i lavoratori interessati e ha coinvolto i cittadini di Manerbio, le istituzioni, rappresentate dai sindaci dei comuni interessati, le...

(11 Novembre 2002)

R.S.U. Marzotto Manerbio Femca Filtea Uilta Brescia

Alto Vicentino: segnali di crisi

Ezio Simini, consigliere per Rifondazione Comunista al consiglio comunale di Schio ha richiesto una seduta straordinaria del consiglio comunale sulla crisi del tessile a Schio e nell'intera provincia di Vicenza. «Abbiamo preoccupanti segnali di notevole accelerazione della crisi del tessile non solo a Schio e nell'Altovicentino, ma anche nel resto della provincia-afferma il consigliere Ezio...

(2 Novembre 2002)

Villafranca Padovana: tutti licenziati alla Best Service Srl

il laboratorio è stato escluso dalle commesse della Marzotto

Fin tanto che la Marzotto "estrnalizzava" a Villafranca il lavoro era anche troppo, quando la Marzotto ha deciso di "esternalizzare" altrove il laboratorio ha chiuso i battenti. Una storia come tante altre, soprattutto nel settore dell'abbigliamento, fatto di piccoli laboratori contoterzisti in cui si lavora a ritmi furibondi e a basso prezzo per ottenere le commesse delle grandi case. Poi quando...

(4 Maggio 2002)

Marlane (Cosenza), morire in tintoria

Le denunce degli operai di un'industria della Lanerossi Marzotto (articolo de Il Manifesto)

Praia a mare è un paesino della costa ionica cosentina, a un tiro di schioppo dalla Basilicata. A Praia, e nella vicina Maratea, sin dalla fine degli anni '50 la massima aspirazione dei giovani e delle ragazze del luogo non è quella di diventare pescatore o artigiano, ma di essere assunto come operaio tessile all'interno del polo meridionale della lana e dei filati, la Marlane, industria...

(4 Luglio 2001)

ANTONIO SCIOTTO da il manifesto 04/07/01

La globalizzazione liberista alla Marzotto: bassi salari, orari interminabili, lavoro interinale e lavoro notturno per le donne.

Dagli Atti della II Assemblea Nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori del PRC (Treviso 27-28 gennaio 2001)

Sono un ex delegato CISL, poi epurato perché avevo idee che non collimavano con quelle che venivano date dalle direttive principali. Abbiamo fatto, con altri compagni, una fatica immensa ad iscriverci alla CGIL e pensiamo che la lotta vada fatta all'interno della CGIL. Abbiamo incontrato ostacoli enormi, in un'azienda come la Marzotto in cui i sindacati erano notoriamente, sicuramente non...

(1 Febbraio 2001)

Frigo, RSU Lanerossi - Vicenza

"Per Marzotto una nuova via al lusso"

intervista del Corriere della Sera a Innocenzo Cipolletta, presidente della Marzotto del maggio 2000

Economista, gran divoratore di dati e statistiche quando dirigeva l'Isco, l'Istituto studi sulla congiuntura, funzionario del Tesoro, consulente di ministri, direttore generale della Confindustria. Innocenzo Cipolletta, in trent' anni di carriera, ha cambiato ruolo molte volte. Ma, pur conoscendo l'industria a menadito, gli mancava finora una esperienza sul terreno. Dall'8 maggio è presidente...

(10 Agosto 2000)

Stefano Cingolani

Marzotto: dopo lo sfruttamento la delocalizzazione

un articolo di "Lotta di Classe" (USI-AIT)

Arriva anche nel "mitico" Nord Est l'onda lunga della crisi del capitalismo e investe chi, con il proprio sudore, ha contribuito a rendere questa parte del paese un vero e proprio paradiso.... ma per i padroni. Disoccupazione, cassa integrazione, delocalizzazione sono parole che sembrava non appartenessero al lessico della locomotiva del Nord Est. E invece ecco che il padrone di turno, in questo caso...

(16 Marzo 2000)

Federazione provinciale di Vicenza USI/AIT

<<    | 1 | 2 |    >>

64786