il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Iraq

Iraq

(12 Agosto 2010) Enzo Apicella
Dopo numerosi rinvii, sembra che gli Stati Uniti rispetteranno i tempi previsti per il ritiro delle truppe dall’Iraq

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(11068 notizie - pagina 1 di 1107)

L’Egitto torturatore e l'anniversario di Tahrir

Mentre il parterre internazionale con Putin, Erdogan, Macron, Merkel, sino al premier italiano Conte, era nei giorni scorsi in fibrillazione sulla questione libica e conduceva trattative coinvolgendo...

(24 Gennaio 2020)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

LIBIA, "NOSTRO (EX) GIARDINO DI CASA": BASTA CONTORSIONISMI!

O PER GLI INTERESSI DELLA NAZIONE (PIU' O MENO "TRADITI DALLA BORGHESIA") O PER GLI INTERESSI DELLA CLASSE

A piena voce lo diciamo nella cornetta acustica di chi sembra non sentire e capire, in realtà finge di non sentire e capire. Di chi pur denunciando il carattere brigantesco della contesa attorno...

(24 Gennaio 2020)

NUCLEO COMUNISTA INTERNAZIONALISTA


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Fermiamo la guerra. Fuori l'Italia dalla NATO!

Sabato 25 gennaio scendiamo in piazza a Roma

ll coordinamento romano delle sinistre di opposizione invita tutti e tutte a scendere in piazza dell'Esquilino sabato 25 gennaio dalle ore 17, insieme ai tanti e alle tante militanti pacifisti che si...

(23 Gennaio 2020)


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

SCONTRO A TUTTO CAMPO IN MEDIO ORIENTE

Editoriale del n. 85 di Alternativa di Classe L'attacco militare, da parte del colosso americano, all'Iran, che ha diffuso a livello di massa i timori di un imminente conflitto generalizzato, va, come...

(22 Gennaio 2020)

Alternativa di Classe


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

IL SEGNO E LA FORZA

Il raid statunitense con cui il 3 gennaio è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani costituisce un atto politico rilevante nel quadrante mediorientale del confronto imperialistico. Perché...

(21 Gennaio 2020)

Prospettiva Marxista


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Imperialismo democratico europeista

Cosa c'entra la NATO con la pace? Cosa c'entra l'UE con i diritti dei popoli?

Perché Rifondazione firma un simile appello? L'iniziativa contro la guerra è sempre centrale. Ma se si accompagna alla difesa dell'imperialismo può solo risolversi in un inganno, anche...

(20 Gennaio 2020)

Partito Comunista dei Lavoratori


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

COME STANNO LE COSE DETTO IN MANIERA CHIARA, DIRETTA, ESEMPLARE

Lì, periferia: Iran, Iraq, Siria... Qui, metropoli. Lotta a tutto campo contro l'imperialismo

Abbiamo letto il volantino fatto dai compagni dell’OCI (organizzazione da cui ci separammo ormai 13 anni addietro) sugli eventi scatenati dall’azione terroristica americana il 2 di gennaio....

(18 Gennaio 2020)

NUCLEO COMUNISTA INTERNAZIONALISTA


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

LIBIA: LA LINGUA BATTE DOVE IL DENTE DUOLE

“Sovranisti”, “autentici patrioti”

Abbiamo ricordato come la Libia fosse e sia ancora per il capitalismo italiano “il giardino di casa”. Uno “spazio vitale” su cui mantenere e difendere la propria sfera di influenza...

(15 Gennaio 2020)

NUCLEO COMUNISTA INTERNAZIONALISTA


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Roma, presidio contro imperialismo e per la pace riuscito. Anche cittadini americani contro la politica USA

NO alle azioni di guerra, al ruolo imperialista USA, al vassallaggio di NATO e UE e all’inconsistenza italiana. Lo hanno detto nell’intervento di apertura Francesco Valerio della Croce del...

(12 Gennaio 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa (PCI)


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Afghanistan, droni assassini e Resolute Support

Colpito, esploso, bruciato. Ieri un leader talebano è finito come il generale Soleimani, disintegrato da un drone statunitense nella provincia occidentale afghana di Herat. Si chiamava Nangyalay,...

(10 Gennaio 2020)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

1207178