il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Taranto

Taranto

(26 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Una ricerca del ministero della Salute indica che a Taranto le morti per tumori sono nettamente al di sopra della media

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • PICCOLA RUMINAZIONE IN LODE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI CHE IN QUESTI GIORNI...
    (UN DISCORSO FATTO A VITERBO NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ALFIO PANNEGA)
    (21 Settembre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Il saccheggio del territorio)

    Gondolieri con Forza Nuova a Venezia

    comunicato della Rete Antirazzista

    (29 Maggio 2002)

    Dopo settimane di canea reazionaria contro i migranti presenti in città scatenata da gruppi di commercianti della zona di San Marco con la complicità della stampa locale ci troviamo di fronte ad una nuova fase dell'escalation xenofoba in città.

    Dopo l'assalto di domenica sera di gondolieri armati di mazze contro i venditori ambulanti e la conseguente rissa in Riva degli schiavoni, ieri gli stessi gondolieri si sono presentati in consiglio comunale accompagnati da alcuni figuri di Forza Nuova provenienti da Padova, dal segretario della Lega Mazzonetto (quello della macchina acchiappa clandestini per capirci) oltre che da alcuni commercianti di quel comitato fascistoide denominato 3"cittadini non distratti".

    La presenza di fronte a Ca' Farsetti di 150 migranti ed autoctoni della Rete ha impedito ad una trentina di impresentabili personaggi di trasformare la seduta del consiglio comunale in un ennesimo palcoscenico di razzismo e xenofobia.

    Non è da ieri che ci confrontiamo con la questione della presenza di alcune centinaia di migranti, malgrado loro, irregolari che svolgono attività di ambulanti in città, difendendoli dalle/nelle reiterate cacce all'uomo e ricercando con continuità soluzioni.

    Abbiamo già detto che porre la vicenda della vendita come la questione prioritaria di ordine pubblico, neanche ci trovassimo di fronte allo smercio di eroina o di armi letali, è degno di una barzelletta demenziale più che di una seria cronaca cittadina.

    Così come abbiamo indicato forme ed ottiche diverse da quelle dell'impiego di plotoni di carabinieri, poliziotti, finanzieri o vigili urbani per affrontare la problematica della vendita abusiva rispetto alla quale la questione della clandestinità ed in misura minore la questione dei regolamenti comunali sulla vendita itinerante rappresentano due nodi imporatanti.

    Il tentativo da parte dell'estrema destra e della lega razzista di cavalcare le pulsioni fascistoidi di alcuni settori sociali composti da persone dalle tasche ben ricolme dovrebbe far capire a tutta la città democratica che quanto sta accadendo nella zona di San Marco non è una questione che riguarda solo i migranti e la Rete antirazzista.

    RETE ANTIRAZZISTA/VENEZIA

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie del dossier «Il saccheggio del territorio»

    Ultime notizie dell'autore «Rete Antirazzista Venezia»

    9311