il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Drone

Drone

(9 Novembre 2012) Enzo Apicella
7 palestinesi morti e 30 feriti a Gaza in un attacco di droni israeliani

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • VOI G20, NOI IL FUTURO
    (27 Ottobre 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    29/09 - agenti dello stato responsabili di oltre il 98% delle violenze sessuali nel quadro del conflitto colombiano

    (30 Settembre 2011)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nuovacolombia.net

    29/09 - agenti dello stato responsabili di oltre il 98% delle violenze sessuali nel quadro del conflitto colombiano

    foto: www.nuovacolombia.net

    La Coalición Contra la Tortura, nel suo rapporto di agosto 2011, individua lo Stato colombiano come il responsabile della quasi totalità degli stupri che vengono commessi in Colombia nell’ambito del conflitto sociale e armato che vive il paese. Il rapporto considera il periodo compreso tra il luglio 2001 ed il giugno 2009, cioè essenzialmente durante lo sviluppo della tenebrosa politica di “sicurezza democratica” del narco ex-presidente Uribe. Attraverso la “forza

    pubblica” ed i propri agenti paramilitari, il terrorismo di Stato ricorre alla violenza sessuale come arma di guerra nel quadro di una politica criminale volta a combattere l'opposizione sociale ed armata. Strategia, questa, che prende di mira in particolare le donne. Il fatto che le cifre del rapporto indichino chiaramente che più del 98% di queste violenze sono da ricondurre a militari e paramilitari dello Stato, dimostra inequivocabilmente che sono il frutto di una precisa politica condotta con freddezza e sistematicità, e non invece -come i media di regime cercano di affermare- degli episodi efferati genericamente e confusamente riconducibili al clima di guerra civile nel quale avvengono, tacendo consapevolmente su cifre e responsabilità.
    Contrariamente a quanto sostiene molta della stampa “progressista” italiana, il governo Santos non si differenzia sostanzialmente da quello precedente ed il carattere fascista del regime continua ad emergere chiaramente tanto nel 2010 come nel 2011: il terrorismo di Stato durante il governo Santos ha addirittura incrementato la sistematica eliminazione dei sindacalisti colombiani e la persecuzione contro i difensori dei diritti umani in tutto il paese. Non è strano, quindi, che la tanto mediaticamente sbandierata politica per la pace del governo si riduca in realtà ad una serie di vaghe ed inutili dichiarazioni, mentre la guerriglia si rinforza e si diffonde giorno dopo giorno, proprio per effetto della totale assenza di possibilità democratiche reali e concrete per le rivendicazioni popolari.

    Altri Clamori dalla Colombia...

    Associazione nazionale Nuova Colombia

    4627