il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Stefano Gugliotta

Stefano Gugliotta

(11 Maggio 2010) Enzo Apicella
Dopo che le tv hanno trasmesso il video di Stefano Gugliotta che viene pestato immotivatamente dalla polizia e poi arrestato per "resistenza a pubblico ufficiale", il capo della polizia Manganelli "dispone una ispezione".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Il compagno dell' USI-AIT Sabatino Catapano condannato a un mese di carcere

Per aver promosso un'iniziativa del sindacato per il primo maggio a Sarno

(31 Luglio 2004)

Nuovo atto della persecuzione del potere che da tempo si accanisce contro il nostro compagno Sabatino Catapano, attivo promotore delle lotte e della solidarietà popolare a Sarno e membro della Commissione Esecutiva nazionale dell'USI-AIT.

Ricordiamo l'ignobile tentativo, orchestrato dalla questura, nella primavera del 2001 di proporre Sabatino per l'applicazione della sorveglianza speciale della P.S.

Oggi sbirri e potere non mollano e hanno imbastito una nuova provocazione che ha inizio nel maggio del 2002. In quell'occasione Sabatino organizzò a Sarno una iniziativa, per conto e per nome dell'USI-AIT, socio.politico-culturale per il primo maggio. Si discusse in piazza dell'oppressione dei popoli e della loro lotta, della fame nel mondo e del genocidio che i potenti applicano contro i paesi più poveri. Senza dubbio in quella circostanza fu commesso un grave reato, quello di parlare di libertà ed emancipazione. In quell'iniziativa intervenì anche una rappresentanza del popolo Kurdo. La comunicazione della manifestazione era stata effettuata dal comando di polizia municipale, ma in base all'applicazione di una legge fascista del 1931( art. 18 R.D. 773-'31), la questura denunciò Sabatino per omesso avviso al questore.

Il processo farsa si è ora recentemente svolto a Nocera Inferiore in "contumcia dell'imputato" e ha portato all'incredibile sentenza che prevede, oltre alla multa, un mese di carcere per il nostro compagno per il quale non sono valide nemmeno le attenuanti generiche a causa dei "precedenti gravi e numerosoi ascritti a carico del giudicabile".


L'Unione Sindacale Italiana nel ribadire la sua solidarietà a Sabatino denuncia questi gravi nuovi fatti di repressione e avverte che si batterà con tutte le sue forze contro la criminalizzazione dei suoi militanti e della sua attività.

Abituati a lottare con ogni mezzo per le nostre idee non idietreggeremo di un millimetro dalla strada che porta alla libertà.

fascismo e repressione non passeranno

Segreteria Nazionale USI-AIT
(Careri Gianfranco)

10635