il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio mondo

Addio mondo

(13 Settembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Un gruppo di lavoratori sciopera da oltre sette mesi contro il turno di notte

alla Siemens Cassina de’Pecchi (Milano)

(5 Maggio 2005)

Il 4 ottobre del 2004 la direzione di Siemens Mobile di Cassina de’ Pecchi comanda al lavoro notturno anche le donne.

L’accordo che estendeva il turno di notte, inizialmente siglato dai funzionari sindacali territoriali, non era poi stato firmato dal sindacato dopo che i lavoratori lo avevano bocciato con il voto.
Nonostante l’opposizione dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali, che denunciano come il terzo turno non sia compatibile con le esigenze delle lavoratrici alle prese con le responsabilità familiari e dei lavoratori costretti a tre turni con le postazioni accanto inutilizzate.

L’azienda (che ha circa 950 dipendenti, di cui 300 occupati nella produzione ponti radio e tecnologia radio mobile) continua a imporre unilateralmente il turno di notte a 120 lavoratori (di cui un terzo circa donne). Disconoscendo i diritti e i bisogni di chi lavora e ignorando la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori.

Alcuni lavoratori, sostenuti economicamente dai colleghi, stanno reagendo a questa imposizione scioperando durante il turno di notte.
Come se questo non bastasse, Siemens continua a utilizzare lavoratori interinali senza poi confermarli a tempo indeterminato.
Ai lavoratori della Siemens di Cassina stanno giungendo messaggi di solidarietà da altre altre aziende, scuole e organizzazioni sindacali che sostengono economicamente “La cassa di resistenza”.
Fino ad oggi sono state effettuate 1400 ore di sciopero nel turno notturno e due settimane di sciopero di mezz’ora a turno.
Le ore dello sciopero notturno sono state retribuite in acconto con 8400,00 prelevate dalla cassa di resistenza, istituita per permettere di far pesare meno lo sciopero e sostenuta dagli altri lavoratori dello stabilimento di Cassina.

RINGRAZIAMO:

Cgil Lombardia
Lavoratrici/ri Siemens Cinisello
rsu Innse presse Milano
Com. ex Operai Falck contro l’amianto
Rsu Ansaldo Camozzi Milano
Itsos Cernusco s/n
Operai Microtecnica Brugherio
rsu-cgil Itis “Cartesio” Cinisello Balsamo
Angela (Magneti Marelli)
Lavoratrici/ri Siemens Bicocca
Operai della Pompe Gabbioneta
rsuMarcegaglia

RSU Siemens Cassina de’Pecchi (Milano)

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «RSU Siemens Cassina de’ Pecchi»

9326