il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Grazie Londra

Grazie Londra

(27 Marzo 2011) Enzo Apicella
Londra. In 500.000 contro il governo Cameron. Assaltati negozi, banche e anche Fortnum & Mason, l'esclusivo negozio di tè a Piccadilly

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

Sull'Assemblea svoltasi al CPA di Firenze Sud il 23 giugno

(27 Giugno 2019)

fronte unico bla bla bla n. 3

Care compagne e compagni,

domenica si è svolta l'assemblea nazionale promossa dal nostro Coordinamento Lavoratrici e Lavoratori Autoconvocati per l'Unità della Classe.

Rispetto alla precedente assemblea del 2 dicembre, che ha dato poi il via alla costituzione a gennaio del coordinamento, vi è stata una partecipazione minore.

Questo ci sembra da imputarsi in parte alla stagione estiva, in parte al fatto che la abbiamo annunciata e propagandata con non molto anticipo, per i numerosi impegni cui abbiamo fatto fronte nell'ultimo mese e mezzo. Tuttavia, a dispetto della partecipazione più modesta, ci sembra che il lavoro compiuto in questi primi mesi di attività abbia portato a una maggiore attenzione nei confronti del Coordinamento, da parte di militanti sindacali e lavoratori.

La qualità del dibattito è stata decisamente buona, come già si era potuto verificare all'assemblea di dicembre. Erano presenti compagni delle seguenti organizzazioni sindacali: Confederazione Cobas, SI Cobas, Opposizione in Cgil, Cub, Usb, Cobas Sanità Università Ricerca, Slai Cobas, CAT, ADL
Varese.

Inoltre sono intervenuti compagni del Fronte di Lotta No Austerity e del Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio di Sesto S. Giovanni.

Il dibattito mattutino ha giustamente riportato le contrapposizioni emerse in questi mesi nella corrispondenza fra i compagni del SI Cobas e il resto del coordinamento. Ciò ha condotto ad una positiva chiarificazione e rinnovata volontà di collaborazione.

Tutti concordano sul fatto che l'unità non debba essere ricercata attraverso un lavoro di mediazione fra le dirigenze sindacali ma sul terreno delle lotte unendo le basi, cioè gli iscritti e i militanti delle diverse organizzazioni sindacali, e i lavoratori tutti, iscritti e non iscritti. Sarà sul campo, e col
tempo, che verranno messe alla prova le varie dirigenze e la loro volontà di unire la lotta o di contrapporsi a questa necessità della lotta dei lavoratori.

Alleghiamo il verbale con le tracce degli interventi.

Gli argomenti centrali toccati e discussi sono stati:
– salute e sicurezza sul lavoro;
– crisi economica, lotte contro i licenziamenti, riduzione dell'orario di lavoro;
– lotta contro la frammentazione contrattuale;
– pacchetti Sicurezza - Salvini;
– repressione dei lavoratori e dei militanti sindacali in lotta.

Nel pomeriggio si è svolta la discussione sulle indicazioni operative.

Si è deciso di agire in due direzioni parallele e fra loro legate:
– la costruzione di una iniziativa su sicurezza e salute sul lavoro: iniziativa su cui chiamare ad esprimersi, a contribuire ed impegnarsi tutto il sindacalismo conflittuale: cosa sono disposte a fare, quanto disposte ad impegnarsi le dirigenze su questo fondamentale e urgente tema?
– dare avvio a una campagna per l'organizzazione di uno sciopero generale unitario del sindacalismo conflittuale, tenendo in considerazione quanto andrà eventualmente a
organizzare il sindacalismo collaborazionista.

A questo scopo è stata decisa la formazione di due gruppi di lavoro: chiediamo ai compagni di parteciparvi dando il loro contributo.

Oltre a ciò:
– si è stabilita la data di sabato 13 luglio – ore 10,30 – per la prima riunione di Coordinamento di settore della sanità, che si svolgerà nuovamente presso il CPA Firenze Sud, finalizzata a
conoscerci e conoscere meglio quanto sta succedendo nei luoghi di lavoro e come si sta sviluppando il processo di privatizzazione in corso regione per regione e per capire quali
strumenti possiamo mettere in campo in modo unitario e organizzato. Ben vengano proposte e suggerimenti per aiutare la discussione.
– Verrà redatto un comunicato in solidarietà alla compagna del Coordinamento Giusy, di Bologna, colpita da un procedimento repressivo concertato fra forze dell'ordine e comune (del quale Giusy è lavoratrice).
– È stato diffuso il primo numero del “Bollettino” del Coordinamento (qui allegato), che rappresenta la nostra attività fino ad oggi. Invitiamo tutti e tutte a farlo conoscere nei luoghi di lavoro e dove svolgono attività. Inoltre invitiamo a dare pareri, suggerimenti, a fare proposte per migliorarlo.
– È da valutare infine l'appello contro i decreti sicurezza datoci dai compagni del Fronte di Lotta No Austerity.

Giovedì 27 giugno 2019

Coordinamento Lavoratrici e Lavoratori Autoconvocati per l'Unità della Classe

1404