il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Oggi

Oggi

(14 Dicembre 2010) Enzo Apicella
Al voto alla Camera la mozione di sfiducia per il quarto governo Berlusconi

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Bologna, 6 febbraio: conferenza-dibattito sull'operazione foibe

(29 Gennaio 2020)

occupazione in 26 quadri

Bologna, Giovedì 6 febbraio 2020
presso la sala "Benjamin" del Centro sociale della Pace, Via del Pratello 53

OPERAZIONE FOIBE


ORE 19:15
conferenza-dibattito:
DIFFAMAZIONE DELLA RESISTENZA E DERIVA REVISIONISTA-ROVESCISTA IN ITALIA E IN EUROPA

* ANDREA MARTOCCHIA – segretario del Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia – introduce sulle implicazioni della istituzione del "Giorno del Ricordo" (10 Febbraio)

* CLAUDIA CERNIGOI – saggista e giornalista, collaboratrice del sito Diecifebbraio.info – presenta il suo ultimo libro "OPERAZIONE PLUTONE", unica seria ricerca storiografica disponibile sugli "infoibati" nel Carso triestino

* DAVOR RAKIC – responsabile dei Mladi Socijalisti, organizzazione giovanile del Partito Socialista dei Lavoratori della Croazia (SRP) – interviene sul tema del revisionismo storico nella Croazia oggi presidente di turno della Unione Europea

* segue DIBATTITO – sono previsti interventi di rappresentanti della sinistra antifascista della Serbia

ORE 21:30
proiezione del film:
OCCUPAZIONE IN 26 QUADRI
di Lordan Zafranovic ("Okupacija u 26 slika" – RFS di Jugoslavia, 1978, 112mn, v.o. sottotitolata. Film non adatto ai minori)
Dubrovnik, 1941. In Croazia si è instaurato il regime degli ustascia, denominato "Stato Indipendente di Croazia" (NDH) benché gli eserciti invasori italiano e tedesco siano presenti ovunque. Mentre cominciano i rastrellamenti di Ebrei e Serbi e la caccia ai comunisti, i lavoratori portuali, organizzati dal partito comunista, danno vita alle prime azioni partigiane. La vita fino allora spensierata di Niko, Miho e Toni, tre amici di diversa estrazione sociale e ceppo nazionale, è stravolta...
Il film è ispirato alla figura di Ivo Rojnica, l’uomo che ordinò lo sradicamento da Dubrovnik tutti gli Ebrei ed i Serbi, ma che con la secessione del 1991 assurge ad eroe nazionale nella nuova Croazia "democratica" di Franjo Tudjman: decorato e nominato ambasciatore in Argentina, abbandona la carica per il suo passato imbarazzante... Nel frattempo, il regista Lordan Zafranovic è persona non grata nella sua natìa Croazia.
A fare da sfondo alla storia del film è la bellezza dei paesaggi dalmati, su cui il regista indugia quasi a marcare la contraddizione tra la bellezza del mondo e la ferocia di cui è capace la specie umana. Gli ustascia, in origine poveri diavoli che cercano riscatto ma sono privi di vera coscienza sociale, sobillati dal nazifascismo italiano e tedesco e trovandosi in una contingenza storica che permette loro di scatenare gli istinti più feroci, sviluppano una violenza che supera ogni immaginazione.
"Okupacija u 26 slika" fu il film più visto in Jugoslavia e in Cecoslovacchia nella stagione 1978/79.

Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia o.n.l.u.s.

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Operazione foibe»

Ultime notizie dell'autore «Coordinamento nazionale per la Jugoslavia»

2044