il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gli ex alunni della scuola Diaz

Gli ex alunni della scuola Diaz

(15 Novembre 2012) Enzo Apicella
La polizia carica i cortei studenteschi, a Roma e in altre città

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • VOI G20, NOI IL FUTURO
    (27 Ottobre 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Storie di ordinaria repressione)

    • Senza Censura
      antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

    Piacenza, 21 settembre: presidio contro la repressione

    (16 Settembre 2021)

    nuovo si cobas

    Il tribunale di Piacenza ha fatto ricorso in cassazione contro la decisione della corte d’appello di Bologna di rigettare la richiesta di 13 fogli di via per altrettanti operai Fedex-TNT di Piacenza, “rei” di aver scioperato per difendere il loro posto di lavoro.
    Si tratta della coda velenosa dell’operazione-porcata con la quale in marzo furono tratti in arresto Arafat e Carlo e denunciati altri 27 operai del polo logistico.
    L’operazione si inseriva a sua volta in un quadro internazionale volto a favorire la chiusura dello stabilimento Fedex di Piacenza, che ha comportato la perdita del lavoro per 320 famiglie e incentivato lo scivolamento verso il “modello Amazon”: un futuro (o meglio un presente) in cui le multinazionali estere possono fare il bello e il cattivo tempo con i lavoratori italiani, spacciando una manciata di internalizzazioni come grande concessione mentre con l’altra mano lasciano in strada migliaia di operai con contratti migliorativi rispetto alle paghe da fame previste dal CCNL.
    Gli operai Fedex, e con loro tutto il S.I.Cobas, continuano da mesi una gloriosa resistenza contro lo sfondamento di questo modello barbaro di mondo del lavoro. Non si fermeranno certo per dei provvedimenti repressivi. Ma è doveroso scendere comunque in piazza per denunciare ogni perverso tassello di una strategia che vorrebbe annichilire la dignità degli esseri umani e derubricare a questione di ordine pubblico una profondissima questione di ordine sociale per la città di Piacenza e per l’Italia tutta.

    CI TROVIAMO MARTEDI 21 SETTEMBRE ALLE ORE 10:00 DEL MATTINO SOTTO IL TRIBUNALE DI PIACENZA (VICOLO DEL CONSIGLIO 15)!

    Si Cobas Piacenza

    1412