il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La classe operaia va in fumo

La classe operaia va in fumo

(8 Settembre 2011) Enzo Apicella
L'articolo 8 della manovra economica permette i licenziamenti senza giusta causa

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • ASST Valle Olona, un tunnel senza luce
    (Allarmi, precarietà delle condizioni di lavoro, rischi per utenti e personale…)
    (11 Agosto 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Flessibili, precari, esternalizzati)

    Oltre il Committente e l’Appalto, prima e non dopo ci sono i lavoratori!

    (22 Marzo 2022)

    il rastrello

    La Cooperativa Sociale “Il Rastrello” negli anni ha avuto il merito di perseguire finalità etiche e dare la possibilità a molti lavoratori di uscire dalla incomoda condizione di precarietà delle liste speciali.

    Queste premesse di alto profilo morale vanno mantenute.
    Gioco forza, però, le gare d’appalto e tra queste quella conclusasi di recente tra la Cooperativa Sociale “Il Rastrello” e il Committente IRCCS, sono sempre all’insegna del ribasso. Questa economicità dell’intesa oltre a peggiorare le condizioni economiche e lavorative vanno a minare la stessa missione della cooperativa.
    La conseguenza è che questi lavoratori con caratteristiche da tutelare in modo speciale vengano assoggettati ad una logica che ne fa dei figli di un Dio minore.

    E’ nella facoltà dei contraenti perseguire indirizzi di economicità ma è altrettanto una prerogativa dei lavoratori dire la loro, perché su questi si applicano le intese e anch’essi hanno una loro economicità, affatto solida, da far valere. I lavoratori hanno vissuto con preoccupazione il rinnovo dell’appalto conclusosi solo a pochi giorni dalla scadenza ed inoltre gli stessi termini dell’accordo non si è voluto renderli noti. Questa è una incognita sul futuro delle maestranze.

    Avremmo voluto dare la nostra valutazione sulla fattibilità dell’intesa. Questo accordo, non tiene conto dell’ insufficienza dell’organico rispetto alle grandezze di lavoro da sviluppare.

    In un primo incontro tenuto con i lavoratori si è concordato la lista delle richieste da formulare alla controparte, nel contempo, si è chiarito che su diversi punti la nostra controparte è sia Il Rastrello che il Committente; questo ad evitare che il gioco dello scarica barile si risolva a nostre spese.

    Chiediamo!
    1) L’adeguamento dell’organico rispetto ai volumi di lavoro richiesti. Come soluzione immediata,
    a) le ore effettivamente svolte dai part-time debbono essere ri-contrattualizzate.
    b) il passaggio di tutti i tempi determinati a tempo indeterminato.
    2) Lo spogliatoio va portato a norma. Ad oggi non c’è l’acqua calda. In un contesto sanitario questo deve essere un problema che riguarda sia la Cooperativa sia il San Martino.
    3) Accesso alla mensa aziendale o in alternativa la fornitura di un buono pasto in quanto la richiesta di interventi in urgenza non permettono una programmazione regolare dei piani di lavoro.

    Si Cobas Genova

    2284