">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Wall Street

Wall Street

(14 Ottobre 2011) Enzo Apicella
Ancora manifestazioni a Wall Street

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Usi: proclamazione stato di agitazione plurisettoriale locale, territorio di Roma Capitale

(9 Settembre 2023)

comunicatousi

Usi Unione Sindacale Italiana – federazione intercategoriale locale
Largo G. Veratti 25 00146 Roma fax 06 77201444 e mail usiait1@virgilio.it
segreteria.usi@gmail.com PEC usiroma@pec.it cell. Responsabile Organizzativo 327 7385959

Roma, 8 Settembre 2023

U.T.G. Ufficio di Gabinetto della Prefettura di Roma via pec protocollo.prefrm@pec.governo.it
Spett. le Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo Sciopero nei servizi essenziali Piazza del Gesù, 46 00186 Roma Fax 06 94539680 e mail segreteria@cgsse.it
Spett.le SINDACO DI ROMA CAPITALE On. GUALTIERI Segr. Ufficio di gabinetto segreteria_cg@comune.roma.it
Al Direttore Generale p.t. Dott Paolo Aielli paolo.aielli@comune.roma.it protocollo.gabinettosindaco@pec.comune.roma.it
Al Servizio Relazioni sindacali e alla Direzione Dipartimento Organizzazione/RR.UU. Roma Capitale (Dott. Angelo Ottavianelli) mail direzione.risorseumane@comune.roma.it angelo.ottavianelli@comune.roma.it relazionisindacali@comune.roma.it PEC protocollo.risorseumane@pec.comune.roma.it
Alla Direzione Dipartimento Pol. Scolastiche Educative di Roma Capitale direzionedipartimentoscuola@comune.roma.it PEC protocollo.famigliaeducazionescuola@pec.comune.roma.it
Alla Direzione del Dipartimento Pol. Sociali, Servizi alla Persona
E mail dipartimento.politichesociali@comune.roma.it michela.micheli@comune.roma.it
Ai Direttori dei Municipi di Roma Capitale e alle Direzioni Socio Educative – Municipi da 1 a 15 e mail e alle Direzioni dei Dipartimenti di Roma Capitale
Alla Società ROMA MULTISERVIZI fax 06 41205854 pio.velardo@romamultiservizi.it e marzia.mannocchi@romamultiservizi.it
Alle società aggiudicatarie del servizio di ristorazione scolastica - Roma Capitale Mun da 1 a 15
Alle centrali cooperative in rappresentanza cooperative accreditate servizi di Assistenza scolastica alunni-e con disabilità (con utilizzo di Oepac già Aec) di Roma Capitale tramite LEGACOOPSOCIALI, AGCI FEDERSOLIDARIETA’/CONFCOOPERATIVE segreteria@legacoopsociali.it info@agci.it
federsolidarieta@confocooperative.it e coop. accreditate e affidatarie servizi per conto di Roma Capitale

Oggetto: PROCLAMAZIONE DI STATO DI AGITAZIONE PLURISETTORIALE CITTADINO TERRITORIO DI ROMA CAPITALE, attivazione procedura di raffreddamento del conflitto, (Legge 146/90 e 83/2000). Attivazione procedura di tentativo di conciliazione, tentativo preventivo obbligatorio di raffreddamento del conflitto e segnalazione c/o Prefettura UTG.

La scrivente Segreteria provinciale Intercategoriale di Roma e le rispettive Rsu di Roma Capitale per settore scolastico educativo integrato, Rsa di coop. sociali di servizi e attività esternalizzate in indirizzo aderenti a Usi e a coordinamenti di lavoratori-trici per servizi socio assistenziali e sociali citati, accreditati o in appalto con Roma Capitale, alle aziende aggiudicatarie del servizio di ristorazione scolastica (mense), a nome e per conto della tutela degli interessi economici – salariali e normativi della forza lavoro utilizzata nei vari servizi esternalizzati di pertinenza di Roma Capitale e del personale capitolino a tempo indeterminato e determinato del settore scolastico educativo, attiva la procedura di raffreddamento del conflitto e del tentativo di conciliazione (prevista dalla Legge 146/90 e 83/2000), con contestuale proclamazione di stato di agitazione sindacale plurisettoriale sul territorio di Roma Capitale per scioperi orari o intera giornata nel corso del mese di ottobre 2023, con richiesta di convocazione delle parti presso Roma Capitale o presso Uffici della UTG Prefettura di Roma.

La procedura, che sarà effettuata anche da altre OO.SS., è relativa al personale comunale, a tempo indeterminato e determinato/precario (asili nido e scuole dell’infanzia), al personale dipendente delle società Roma Multiservizi SpA dei servizi già in “global service”, nel settore della RISTORAZIONE SCOLASTICA, negli appalti in 15 lotti dei Municipi di Roma Capitale; dell’assistenza scolastica e inclusione sociale ad alunni-e con disabilità nelle scuole, con utilizzo di personale di cooperative sociali accreditate nei 15 Municipi di Roma Capitale con profilo di OEPAC già AEC. Motivi della controversia plurisettoriale: per la PIENA, COMPLETA APPLICAZIONE e attuazione, delle disposizioni in materia di SALUTE E SICUREZZA SUL-DEL LAVORO (art. 2087 c.c. e norme di cui al D. Lgs. 81/2008) compresa la fase di prevenzione/adeguamento dei rispettivi DVR e DUVRI, con informazione, addestramento e formazione del personale dipendente; adeguamento organici in misura sufficiente a garantire il buon andamento e funzionamento ottimale dei servizi, specie quelli al pubblico per scuole, asili nido, con percorso di progressiva stabilizzazione del precariato, ripristino condizioni salariali e di utilizzo per le sostituzioni del personale titolare assente, che garantiscano la piena funzionalità nel rispetto del rapporto personale/utente (1/7 nei nidi e 1/25 nelle scuole, ridotto in presenza di alunni-e disabili) e senza processi penalizzanti di riorganizzazione del settore scolastico educativo, anche integrato, per adeguati ed equilibrati processi di progressione economica orizzontale e verticale per educatrici e insegnanti senza disparità di trattamento, per apertura confronto sulle figure di coordinamento pedagogico e dei processi di armonizzazione con altre figure di coordinamento (Fse, poses); per una rivitalizzazione e ruolo centrale degli organi collegiali (gruppi educativi, collegi dei docenti, consigli di scuola) nei processi di orientamento e di offerta formativa, sui progetti educativi e didattici, per ripristino pieno utilizzo strutture educative e scolastiche a seguito chiusure asili nido e sezione scuola, riduzioni monte orario servizi ausiliari e di supporto integrato; per una VERIFICA DELLA CORRETTA APPLICAZIONE DEI CCNL DI SETTORE, sia per la parte salariale che per miglioramenti normativi, per verifica e apertura tavolo periodico di confronto con tutte le OO.SS. interessate, nel settore della RISTORAZIONE SCOLASTICA, comprensiva dell’impatto su ambienti di lavoro, ritmi e orari di lavoro, carichi di lavoro, rispetto mansionari da adeguare per maggiori compiti assegnati al personale, per adeguamento budget; per VERIFICA IMPATTO SPERIMENTALE MECCANISMO ACCREDITAMENTO E RISPETTO DEL CCNL e di standard qualitativi per i servizi di assistenza ai disabili (personale OEPAC) nelle scuole di pertinenza di Roma Capitale, a tutela di chi lavora e per benefici all’utenza e alle famiglie, anche per verifica ipotesi RI-PUBBLICIZZAZIONE del servizio a gestione diretta e verifica costi benefici per l’A.C.; per adeguamento monte ore e durata temporale contratti di lavoro del personale addetto al GLOBAL SERVICE gestito da Roma Multiservizi SpA e futura assegnazione del servizio con assorbimento ex art. 2112 c.c. della forza lavoro verso altra società partecipata di Roma Capitale e per la ristorazione scolastica, a seguito ulteriori nuove mansioni e attività, degli aumentati ritmi e carichi di lavoro successivi alla ripresa post pandemica; per verifica e precise GARANZIE OCCUPAZIONALI E DI STABILITA’ LAVORATIVA (adeguamento monte ore settimanale minimo 5 ore giornaliere e della durata su base annua dei contratti di lavoro individuali) della forza lavoro dei servizi di sostegno e supporto del settore scolastico educativo del personale già in forza a Roma Multiservizi SpA, della ristorazione scolastica, DELL’ASSISTENZA AI DISABILI NELLE SCUOLE (Oepac già Aec), a sostegno proposte già oggetto di deliberazione di iniziativa popolare. DURANTE LA FASE DI STATO DI AGITAZIONE SINDACALE, NEI VARI SETTORI INDICATI, SARANNO ATTIVATE FORME DI MOBILITAZIONE e di SENSIBILIZZAZIONE SOCIALE (assemblee, presidi, volantinaggi informativi, sit in), sui motivi della protesta e dell’attività sindacale tramite lo stato di agitazione, finalizzato a provvedere in modo efficace, razionale, pianificato e non in fase “emergenziale”, alla soluzione, delle varie problematiche sopra descritte, come priorità. Si resta in attesa di riscontro con incontro presso UTG o Roma Capitale nei termini di legge.

Per la segreteria Intercategoriale locale di Usi fondata nel 1912 e le varie rappresentanze sindacali interne o coordinamenti trasmette Prof. Giuseppe Martelli

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

1989