">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Ricordando Stefano Chiarini

Ricordando Stefano Chiarini

(6 Febbraio 2007) Enzo Apicella
E' morto Stefano Chiarini, un giornalista, un compagno,un amico dei popoli in lotta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Seguendo gli insegnamenti di Lenin e di Gramsci, per l’unione dei comunisti

(25 Gennaio 2024)

lenin e gramsci

La giornata del 21 Gennaio 2024 - 100° anniversario della morte del compagno Lenin e 103° anniversario della fondazione del Partito comunista d’Italia – ha segnato un passaggio qualitativo nella nostra cooperazione.

L’iniziativa che abbiamo svolto, articolata su una commemorazione e un convegno che hanno riscosso pieno successo e attirato l’attenzione di tanti/e compagni/e, è stata organizzata attraverso riunioni ben preparate, in cui abbiamo stabilito posizioni di principio, contenuti e obiettivi del lavoro da svolgere.

L’evento del 21 Gennaio è stato di per sé una vittoria sulla reazione e sull'opportunismo, sugli scettici e sui conciliatoristi. È stato anche un successo della CIPOML e dei suoi membri, che hanno inviato significativi messaggi di saluto e che ringraziamo fraternamente.

La dichiarazione comune e le 15 relazioni elaborate, di cui 6 presentate al convegno, sottoscritte dalle forze organizzatrici, sono state di elevato livello e ora costituiscono una importante base comune teorica e politica.

Gli interventi dei/lle compagni/e presenti, così come gli scritti pervenuti, hanno contribuito al dibattito, offrendo interessanti spunti di analisi e riflessione.

Tutto questo materiale sarà inserito negli “Atti del convegno” e portato a conoscenza del movimento comunista e operaio.

In questa giornata abbiamo compiuto un piccolo tratto di strada sulla grande via leninista. C’è ancora molto da studiare, da analizzare, da discutere. Siamo però consapevoli che, anche se dobbiamo proseguire il sano confronto delle idee, non possiamo limitarci a questo.

L’ampio accordo raggiunto il 21 Gennaio deve riflettersi negli sviluppi della pratica politica.

Dopo aver sviluppato la nostra cooperazione nella campagna “Lenin 100”, elaborato e diffuso documenti rilevanti, svolto l’iniziativa sul duplice anniversario e messo in cantiere altre attività - come un Corso di formazione rivolto specialmente alla gioventù proletaria rivoluzionaria – dichiariamo l’avvio di un processo di unificazione fra Militanza Comunista Toscana e Piattaforma Comunista, per portare a un livello più elevato la lotta per il Partito comunista.

Un processo favorito da profonde cause obiettive, aperto a forze e a singoli compagni comunisti, agli operai avanzati che si riconoscono nei principi comunisti e nelle posizioni che esprimiamo, che vogliono lottare per la rivoluzione e il socialismo.

Dobbiamo agire con coraggio per conquistare l'unione comunista, discutendo senza arroganza né settarismi, eliminando gli ostacoli di ogni tipo che intralciano tale unione che o si fonda sul marxismo-leninismo e l’internazionalismo proletario, oppure sarà una falsa unità, un’unità eclettica che produrrà altri ritardi e deviazioni sulla via del Partito.

La lotta di Lenin e di Gramsci per la formazione del partito comunista, ci insegnano che dobbiamo attraversare alcune tappe impegnandoci per raggruppare, accumulare e centralizzare le forze.

Questo significa che non è sufficiente separarsi nettamente dagli opportunisti e dai revisionisti di ogni tipo, ma bisogna anche unirsi per dare vita all’organizzazione comunista intermedia (fra la dispersione e il partito) che nella situazione attuale è lo strumento per avvicinare e fondere gruppi, circoli ed elementi proletari rivoluzionari.

Un’organizzazione salda ideologicamente, che sappia combinare la teoria del socialismo scientifico con il movimento operaio, ampliando invece di sminuire e restringere il lavoro di organizzazione, agitazione e propaganda comunista, realizzando i compiti di fase nella prospettiva della rottura rivoluzionaria con il sistema capitalista-imperialista, per creare le condizioni della ricostruzione del Partito comunista. Al lavoro e alla lotta, compagne e compagni!

Gennaio 2024

Militanza Comunista Toscana e Piattaforma Comunista

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

Ultime notizie dell'autore «Piattaforma Comunista»

3277