il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Ruby ora è legale

Ruby ora è legale

(1 Novembre 2010) Enzo Apicella
Ennesimo scandalo per Berlusconi. A Arcore festini (bunga bunga) con una minorenne.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Referendum elettorale ovvero tentativo di colpo di stato incruento

(10 Luglio 2007)

Il referendum elettorale per il quale si stanno raccogliendo le firme ha come scopo dichiarato quello di eliminare i piccoli partiti di destra e di sinistra colpevoli di creare instabilità di governo.
Lo scopo reale, invece, è quello di ridurre gli spazi di democrazia effettiva emarginando principalmente coloro che contestano da sinistra il sistema capitalistico perchè quei pochi che lo contestano da destra sono facilmente assorbibili.
A sostenere il referendum infatti sono i poteri forti economici e finanziari e le loro proiezioni politiche: la Casa delle Libertà e il Partito democratico ( DS e Margherita).
A sostenere il referendum ci sta la grande stampa di destra e riformista nonchè la televisione pubblica e privata ad ulteriore dimostrazione della loro non indipendenza : cosa peraltro ovvia dato che sono di proprietà e quindi finanziate ovvero controllate proprio da coloro che sostengono il referendum.
Questo referendum intende rafforzare il sistema maggioritario bipolare attraverso un sistema di voto che riduce le possibilità di scelta dei cittadini e quindi ne incentiva l’astensionismo. Da questo punto di vista il contenuto del referendum costituisce violazione dello spirito della nostra costituzione ed è pericoloso perchè offre nuove suggestioni a coloro che credono nell’impossibilità di produrre cambiamenti nella società attraverso le lotte democratiche, il confronto ed il consenso.
La crisi dei partiti, in parte reale ed in parte costruita mediaticamente , il ruolo che si è data l’informazione di regime stanno plagiando i cittadini elettori che in buona fede non si stanno rendendo conto che vengono usati per realizzare in forma incruenta ma subdola un vero e proprio colpo di stato che assegna in poche mani, in nome del profitto, a lobbies politiche e ai poteri forti ( banche, grandi imprese economiche e della comunicazione nazionali ed internazionali) ogni decisione di vita e di morte sui popoli. Tutto questo ce lo dice anche la storia quella che pensavamo dietro le spalle all’indomani del 25 aprile del 1945 ma che vediamo oggi purtroppo godere di nostalgia più ampia non solo nella solita destra, anche nel neo partito democratico.

Lucio Costa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il diritto all'opposizione nell'epoca del regime bipolare»

Ultime notizie dell'autore «Lucio Costa»

6047