il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

No TAV

No TAV

(29 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Venezia: solidarieta' alle/ai compagne/i arrestate/i ed inquisite/i

(6 Dicembre 2002)

L'ondata repressiva continua: i fatti del 15/10 non bastavano, visto che le accuse non hanno retto; ecco che colpiscono chi, nelle giornate del contro g-8, ha resistito all' offensiva "cilena" di governo e forze dell'ordine

Tutto cio' accade nello stesso momento in cui vogliono archiviare definitivamente il caso Giuliani ed in cui vengono inserite/i nel registro delle/degli indagate/i le/i compagne/i autodenunciatisi a trento.

Il giorno successivo alle scarcerazioni tornano nuovi teoremi inverosimili, come i capi d'imputazione affibiati alle/ai compagne/i inquisite/i ed arrestate/i.

La vendetta non si e' fermata, proprio perche' le moltitudini del movimento dei movimenti fanno sempre piu' paura ai custodi italiani dell'ordine globale imperiale, specie quando le rivendicazioni del movimento sono ormai parte integrante del conflitto sociale italiano: dalle rivendicazioni delle operaie e degli operai fiat in lotta alla richiesta di diritti da parte delle/dei migranti.

E' questa saldatura che fa paura, anche a causa dell'incapacita' del governo di dare risposte politiche sul piano sociale.

L'unica cosa che riescono a fare sono i provvedimenti repressivi: chi si e' difeso viene perseguito penalmente, mentre gli agenti cileni (gli stessi che hanno ucciso carlo) ed i loro mandanti non devono rispondere di nulla.

Criminalizzando il movimento dei movimenti e, piu' in generale, chiunque si opponga alle loro logiche imperiali della guerra e dello sfruttamento vorrebbero farci chiudere la bocca.....Poveri imbecilli: questa nuova operazione fascista non fara' arrestare la nostra volonta', il nostro impegno quotidiano ed il nostro percorso verso un altro mondo possibile.

Per la liberta', per il conflitto, per la democrazia e per la giustizia sociale: controimpero.

Solidarieta' a tutte/i le/i compagne/i inquisite/i ed arrestate/i

Libere/i subito

Le lotte non si arrestano

C.S.O.A ZONABANDITA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «CSOA Zonabandita - Venezia»

6908