il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

25 Aprile

25 Aprile

(23 Aprile 2009) Enzo Apicella
Il libro di Domenico Losurdo "Stalin.. storia e critica di una leggenda nera" scatena la polemica all'interno del Prc

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Soldarietà ai compagni del centro sociale Gramigna

per l'aggressione subita sabato 5 giugno a Padova

(9 Giugno 2004)

Come compagne e compagni di Progetto Comunista - sinistra del PRC di PD, intendiamo esprimerci rispetto quanto è accaduto nelle piazze di Padova sabato 5 giugno.

Pensiamo vada denunciato senza esitazione il tentativo della coalizione di centro destra di chiudere questa campagna elettorale con un crescendo di provocazioni e di aggressioni politiche costruite ad arte.

Sul piano nazionale denunciamo la vergognosa aggressione politica al compagno Piero Bernocchi, alla confederazione Cobas e all'intero movimento che è sceso in piazza contro la guerra e in solidarietà al popolo irakeno venerdì 4 giugno a Roma.

E' provocatorio e anche surreale diffondere, come ha fatto il governo Berlusconi, una velina in cui si parla di 6.000 partecipanti ad un corteo che ha visto invece la partecipazione di più di 200.000 persone.
E' un insulto alla fatica di migliaia di persone che da ogni parte d'Italia, a proprie spese e viaggiando per ore hanno sentito il dovere morale di andare a Roma per manifestare contro le politiche guerrafondaie e le avventure neocoloniali di Bush, Blair e Berlusconi.

E' provocatorio utilizzare uno slogan - gridato come brutale sfottò nei confronti di un drappello di carabinieri - per aprire una campagna di denigrazione e di linciaggio politico degli organizzatori e dei partecipanti alla manifestazione.

Risulta evidente a tutti che tali atteggiamenti in questo momento politico sono del tutto strumentali alla tornata elettorale del 12 e 13 giugno con lo scopo di dividere il fronte avverso attraverso la criminalizzazione sistematica dei movimenti e delle lotte.

Una provocazione che molti esponenti della cosiddetto centro sinistra (Prodi, Fassino, Rutelli, D'Alema, Angius e Bindi) hanno accettato fin troppo volentieri unendosi senza alcuna remora al coro reazionario dei vari Bondi, Schifani, Alemanno e Storace.

Sul piano locale denunciamo l'aggressione fisica subita sabato 5 giugno da alcuni giovani del centro sociale occupato Gramigna assieme a molti altri (giovani, passanti, esercenti ed acquirenti del mercato) che si trovavano in quel momento in piazza delle Erbe.

Un episodio che fa seguito ad infiniti altri, magari non altrettanto gravi, tutti comunque tesi a restringere gli spazi di manifestazione di dissenso: dalla militarizzazione continua delle piazze, ai tentativi di far valere un decreto di epoca fascista che vieterebbe il volantinaggio all'interno delle mura cinquecentesche, alle intimidazioni in occasioni di volantinaggi di fronte ai posti di lavoro.

Quella di sabato scorso è stata un'aggressione quale non si vedeva da anni a Padova, che riteniamo abbia avuto scopi squisitamente elettorali come è stato confermato dalle successive dichiarazioni di esponenti del centrodestra mirate a mettere in difficoltà i propri avversari attraverso veri e propri ricatti politici, come quello all'avvocato Carlo Covi difensore dei giovani del centro sociale Gramigna, .

Pensiamo vada denunciato pubblicamente anche chi, tra gli esponenti del centro sinistra locale, invece di reagire con fermezza a questi ricatti, li accetta unendosi al coro di chi invoca legge e ordine.

Contemporaneamente invitiamo la cittadinanza padovana a non farsi trarre in ulteriore inganno e contemporaneamente a dare una propria valutazione nel merito delle vicende accadute. Considerando che sia il governo nazionale (Berlusconi) che il governo padovano (Giustina Destro) abbiano avuto il solo merito di peggiorare concretamente le condizioni materiali della maggioranza delle italiane e degli italiani e delle padovane e dei padovani.

Padova, 8 giugno 2004

Progetto Comunista - sinistra del Partito della Rifondazione Comunista di Padova

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Elezioni giugno 2004»

Ultime notizie dell'autore «Progetto Comunista - sinistra del PRC (Padova)»

13085