il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Aiuto!

Aiuto!

(2 Maggio 2012) Enzo Apicella
A Torino contestato Piero Fassino al corteo del primo maggio. La polizia interviene con una carica pesante e immotivata.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

SOLIDARIETA' AI LAVORATORI FRAMA E ALLA FIOM DI MODENA

(13 Febbraio 2019)

IL SINDACATO E' UN'ALTRA COSA - Modena, Area programmatica di opposizione nella CGIL esprime la propria solidarietà a tutti i lavoratori e i sindacalisti della Fiom, colpiti da denunce, secondo notizie stampa odierne, in seguito alla partecipazione ad un presidio sindacale davanti all'azienda Frama di Novi. Ai cancelli della Frama, la Cgil è da settimane impegnata in una difficile vertenza per scongiurare la chiusura del sito produttivo, programmata da una delle tanti multinazionali piovute sul nostro territorio per acquisire marchi, brevetti, reti commerciali e liquidare i posti di lavoro. Le denunce si inseriscono in un clima avvelenato, nella nostra provincia, in cui le intromissioni poliziesche e/o giudiziarie dentro le vertenze sindacali, si fanno sempre più frequenti e inquietanti: non a caso, i primi denunciati in Italia sulla base delle norme liberticide del decreto Salvini, sono stati due partecipanti ai picchetti sindacali davanti all'Italpizza di Modena, una decina di giorni fa. Segno che questo territorio è oggi oggetto di particolari attenzioni da parte degli organi di governo dell'ordine pubblico, per "testare" sul campo strumenti e provvedimenti di compressione del conflitto sociale e di sottomissione del lavoro alle logiche d'impresa. Il clima di attacco al sindacalismo conflittuale, evoca anche le centinaia di denunce che negli ultimi anni sono state rovesciate sui movimenti per la casa e per gli spazi sociali, frutto della medesima logica. Che sta portando all'incredibile risultato di una città medaglia d'oro della Resistenza,che consegna una totale delega in bianco a Questura, Procura e Prefettura, nella gestione di vertenze complesse, che non possono e non devono essere assolutamente ridotte a questioni di ordine pubblico. Il vuoto silenzio della politica e della società civile deve essere colmato al più presto. Chi tace è complice di questo degrado democratico.

Bene fa la Cgil a mettere in campo iniziative di mobilitazione a tutela dei denunciati E IN GENERALE DELLE AGIBILITA' SINDACALI, FINO SE NECESSARIO ALLO SCIOPERO GENERALE PROVINCIALE.

QUESTI TERRITORI NON HANNO BISOGNO DI MANGANELLI E SCERIFFI, MA DI RISPOSTE FORTI E CONVINCENTI NELLA TUTELA DEL LAVORO E DELLA DEMOCRAZIA.

Il sindacato è un'altra cosa - Modena

1099