il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

USA. 46 milioni di poveri

USA. 46 milioni di poveri

(28 Settembre 2011) Enzo Apicella
I poveri negli USA sono 46 milioni, il 15% della popolazione. I due terzi di questi poveri lavorano, ma per un salario da fame

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Trentacinque anni di contributi, riceve una pensione di 215 euro

(12 Aprile 2007)

Ha 72 anni, Rina Milani. Nella sua vita, oltre che a badare alla casa e alla famiglia, ha lavorato la terra e per 35 anni ha versato i relativi contributi ottenendone una pensione che non può neanche avere tale nome, tanto è insignificante e oltraggiosa della dignità di un lavoratore. E' indignata la signora Rina, che abita in corso Risorgimento, 351 B, a Porto Viro, soprattutto perchè si parla sempre di revisione delle pensioni sociali, mai di quelle di chi, pur avendo lavorato una vita, "godono", o per meglio dire sono penalizzate, da un trattamento come il suo.«A 61 anni - dice Rina - sono andata in pensione con 390 mila lire, pensione poi dimezzata dal precedente Governo.

Avevo sempre pagato la tessera del sindacato, ma nel momento del bisogno, accusa, non ho ricevuto alcun aiuto e così ho stracciato la tessera. Poi è arrivato il governo Prodi, con tante promesse per le pensioni povere, ma io non ho ancora visto nessun aumento e ho perso la fiducia, tanto che credo non andrò neppure più a votare».

Attualmente la pensione della signora è di 215 euro: ben poca cosa per far fronte al costo sempre più elevato della vita.«Sono bisognosa di costanti cure e visite specialistiche, che - dice - visti i tempi del servizio sanitario, sono costretta a pagare e che non posso neanche scaricare sul Cud per via della casa che, con tanti anni di enormi sacrifici, io e mio marito ci siamo guadagnati. Ed è proprio sommando il reddito della casa che supero di 150 euro la cifra stabilita, così non posso scaricare niente».

Amara la conclusione della signora: «Quelli del Governo parlano di revisione delle pensioni minime di 400 euro ma perchè non parlano mai di revisionare quelle di 200? Parlano sempre di stanziamenti all'estero, per altri popoli, ma per le pensione povere italiane non resta mai niente».

Martedì, 10 Aprile 2007

M.G.B. - Gazzettino\Rovigo

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Difendiamo pensioni e TFR»

Ultime notizie dell'autore «Il Gazzettino»

9391