il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Call center e lotta di classe)

Call center e lotta di classe

(76 notizie dal 14 Marzo 2002 al 25 Marzo 2018 - pagina 3 di 4)

Sopravvivere nella giungla contrattuale SKY

per la costruzione di una rete di informazione tra lavoratori

Come Comitato di Base (riferimento SLAI Cobas) di SKY Milano, vogliamo socializzare le informazioni di cui disponiamo sulla situazione dei lavoratori coinvolti nella grande giungla contrattuale SKY. Ci rivolgiamo quindi a quanti nelle singole realtà sono già coinvolti sindacalmente (delegati RSU, iscritti) ma soprattutto ai lavoratori colpiti dalla inestricabile macchina organizzativa...

(19 Marzo 2004)

Comitato di Base – Sky Milano tel 333 5979251 fax 02 7002 7385

Telecom Trieste: insabbiati gli esposti

Congelato l'art. 4 della legge 300

Nei mesi scorsi eravamo venuti a conoscenza che la nuova piattaforma informatica dei call center denominata CRM SIEBEL, dava la possibilità all'azienda di avere un controllo immediato sull'operatività del singolo lavoratore, contravvenendo a quanto previsto dall'articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori (la legge 300). Noi ci siamo attivati con tempestività, presentando prima...

(23 Febbraio 2004)

SEGRETERIA REGIONALE SNATER

Sciopero nei call center TIM

Otto ore di sciopero per dire no alla riorganizzazione dei call center Tim: no all'allungamento dei turni, no al taglio delle pause, no all'aumento dei sabati e delle domeniche. E no, più in generale, alle esternalizzazioni e alla precarizzazione del lavoro in atto in tutto il gruppo Telecom. Le adesioni sono superiori al 90%. E' il secondo sciopero della serie, dopo quello del 24 novembre....

(13 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta

TIM: scioperi al 119

convocati dai Cobas del lavoro privato e dallo Snater

Stop per due ore al giorno (a fine turno per i full time, proporzionato per i part time) alla Tim, dall'8 al 22 dicembre. A indire la protesta sono i Cobas del lavoro privato e lo Snater, che in un lungo volantone elencano i primi 62 (dei 119) motivi per scioperare: tra gli altri, la turnistica proposta dall'azienda, la precarietà del lavoro di molti, le esternalizzazioni in call center...

(12 Dicembre 2003)

Centro di Documentazione e Lotta

Firmato il nuovo contratto Vodafone

E' stato firmato il nuovo contratto Vodafone, che armonizza il passaggio dai metalmeccanici alle telecomunicazioni. Un'ipotesi di accordo che dovrebbe essere sottoposta nei prossimi giorni alle assemblee, e dunque al voto dei lavoratori. L'azienda esce da mesi di scontri, a volte molto aspri, culminati in diversi scioperi. Ma proprio la mobilitazione e la mediazione che ne è scaturita hanno...

(28 Novembre 2003)

Centro di documentazione e lotta

Call center TIM in lotta

Riuscito lo sciopero nazionale dei lavoratori del 119 di Tim

Perfettamente riuscito. Lo sciopero nazionale - proclamato da Cgil, Cisl e Uil, ma con l'adesione anche di Cobas e Snater - dei lavoratori del 119 di Tim ha registrato un'adesione del 91%. Il dato è di fonte sindacale, naturalmente, ma sembra significativo che l'azienda - interpellata - non abbia rilasciato dichiarazioni. Le ragioni di questo sciopero vanno ricercate nell'ennesima "esternalizzazione":...

(26 Novembre 2003)

Centro di Documentazione e Lotta

Assemblea Nazionale dei Lavoratori e Lavoratrici delle Telecomunicazioni

Per la costruzione di un percorso unitario di lotta

Un altro autunno è arrivato e ci già ha trovati a discutere della terza riforma delle pensioni negli ultimi 10 anni. In particolare gli ultimi due anni sono stati caratterizzati dal prepotente attacco ai lavoratori e ai loro diritti: dall'articolo 18, alla riforma del mercato del lavoro, la precarizzazione dei contratti a tempo indeterminato, alle migliaia di espulsioni dal ciclo lavorativo...

(26 Novembre 2003)

21 Dicembre 2001 – 24 Novembre 2003

La lotta dei lavoratori del call center Tim di Bologna

Due anni sono oramai passati dal giorno in cui i lavoratori TIM di Bologna incrociavano tutti assieme per la prima volta le braccia per dare un segnale forte ad un’azienda (la più grande e ricca d’Italia) che dal 2000 applicava un contratto collettivo imposto , inaugurava la stagione della flessibilità, del diverso salario tra “vecchi” e “nuovi” e...

(25 Novembre 2003)

Segreteria Nazionale Snater – Sezione Tim snater.tim.b0@katamail.com

Tim: call center in sciopero

3800 addetti degli 8 call center della Tim sono in agitazione: il prossimo 24 novembre il primo sciopero nazionale di 8 ore. Questo perchè l'azienda ha deciso di cambiare i turni in senso peggiorativo per i lavoratori, il tutto a costo zero. Viene richiesto di lavorare 4 sabati e 2 domeniche in più, i turni pomeridiani sono stati allungati di un'ora, la pausa pranzo è stata ridotta...

(21 Novembre 2003)

Centro di documentazione e lotta

Call center e diritti

Un settore che cresce a ritmi esponenziali nonostante la crisi dell'economia: secondo l'associazione più rappresentativa, la Cmmc, negli ultimi 10 anni le postazioni di call center sarebbero aumentate del 1000% in Italia, passando dalle 700 del '93 alle 72 mila di quest'anno. Gli operatori che si alternano al microfono - ogni singola postazione, secondo i turni, è utilizzata in genere...

(16 Ottobre 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Napoli: storia di luca lavoratore interinale Vodafone

Comunicato stampa NIdil-CGIL Napoli

Vodafone-Metis non è una sfida da tabellone cestistico della domenica. E’, invece, una delle tante strane coppie del mercato del lavoro, di quelle introdotte con il pacchetto Treu nel ’97. La prima, famoso gestore della telefonia mobile, si rivolge alla seconda, società fornitrice di lavoro temporaneo, per completare il proprio organico. E’ il cosiddetto lavoro interinale,...

(16 Ottobre 2003)

Antonio Damiano Responsabile Nidil-CGIL Area Flegrea Presidente del Coordinamento provinciale NIdil-CGIL Napoli Cell.: 339-1060490

Tim: ancora un reintegro di lavoratore "atipico"

Alla scadenza del contratto, il 9 gennaio del 2000, il capo reparto di Federico gli ha spiegato che il giorno dopo a quella scrivania si sarebbe seduto qualcun'altro. La Tim rivendica di aver usato i lavoratori interinali per "testare" l'andamento del servizio di assistenza telefonica. E invece ieri, per la seconda volta nell'arco di un mese, il tribunale del lavoro di Bologna ha deciso di dare ragione...

(10 Ottobre 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Padova: Difendiamo il diritto al lavoro!

solidarietà ai lavoratori delle Officine Meccaniche Stanga

Nonostante Berlusconi si affanni tanto a confezionarci l'immagine posticcia di un'Italia che galoppa verso il "paradiso", altrettanto falso, dell'Europa Unita e ci propini la favola che con le nuove riforme sul lavoro (per esempio il lavoro interinale) la disoccupazione sia calata vertiginosamente, la realtà è molto diversa. Questo lo dimostrano i licenziamenti che si susseguono in...

(19 Settembre 2003)

RSA e lavoratori TNT Global Express

Tim Bologna: interinale reintegrata dal giudice

Al call center Tim di Bologna hanno ruotato dal 1999 più di mille addette, che ci lavorano qualche mese o forse anni. Finché vuole l'azienda insomma: poi a casa e tanti saluti. Sono interinali, quindi senza diritti o quasi. A fine agosto però una sentenza ha cambiato la storia di una di loro. La Tim ha per anni spiegato a lavoratori e sindacati che doveva ricorrere al lavoro interinale...

(13 Settembre 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Gatto selvaggio - foglio di resistenza degli operatori dei call-center Telecom (e non solo)

numero 7 - agosto, 2003 – a cura della FLMU-CUB Sicilia

solo le macchine non protestano mai ...e tu non sei una macchina NUOVE ILLEGALITÀ Ho tra le mani i turni dell’Aot di Palermo per i primi 15 giorni di settembre. I colleghi (e le colleghe) di Palermo lavorano fino a mezzanotte, passano buona parte della nottata alle prese con improbabili guasti di insonni nullafacenti che hanno scambiato il “187” per un “166”...

(29 Agosto 2003)

Gatto selvaggio

I delegati Fiom di Vodafone contro le "decisioni burocratiche" della Cgil

I delegati Fiom di Vodafone non digeriscono la "decisione burocratica" - così la definiscono - presa dalla Cgil nel corso dell'ultimo direttivo. Non aver lasciato la titolarità delle trattative alla Fiom - almeno per il periodo dell'armonizzazione del contratto, così come in massa avevano richiesto, sostenuti da tutti i delegati Wind - rischia di portare un danno rilevante nell'immediato,...

(31 Luglio 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Call center: accordo per 12.000

Un accordo per cominciare a mettere ordine nei call center. Non in tutti e non ottiene subito la regolarizzazione per tutti i lavoratori - come ci si dovrebbe auspicare per chi presta sostanzialmente un lavoro di tipo subordinato. Ieri è stato firmato il protocollo tra Assocallcenter - 32 imprese, 12 mila addetti - e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, parte integrante del contratto nazionale...

(19 Luglio 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Sciopero Vodafone

Ieri (4 luglio) un nuovo sciopero, di 2 ore, indetto da Fim, Fiom e Uilm, dopo quello di 8 ore del 9 maggio, per chiedere all'azienda di conservare tutti i contratti pregressi nel passaggio al nuovo contratto. Vodafone ha infatti disdetto il contratto dei metalmeccanici, e insieme tutti gli integrativi via via accumulati negli anni passati, sin da quando i lavoratori erano dipendenti Olivetti. D'ora...

(5 Luglio 2003)

Centro di documentazione e lotta - Roma

Bologna: Call center e lotta di classe

Assemblea dibattito

«Esiste un conflitto tra da un lato la tecnica, la logica propria dello sviluppo dei processi materiali (e anche in larga parte la logica propria dello sviluppo delle scienze); e dall’altro la tecnologia, che ne è un’ applicazione rigorosamente selezionata dalle necessità dello sfruttamento dei lavoratori e per sventare le loro resistenze.» Gli occhi fissi sul...

(9 Giugno 2003)

Un gruppo di lavoratori TIM e OMNITEL

Buongiorno Vodafone, sono un lavoratore: oggi sciopero!

I call center: una moderna catena di montaggio?

Negli ultimi anni Milano ha visto la diffusione di una miriade di call center, legati ad aziende che operano oramai in pressoché tutti i campi produttivi: dalle comunicazioni alle assicurazioni, dalle fabbriche ai trasporti ecc. Sono migliaia i lavoratori impiegati in queste moderne catene di montaggio telematiche, lavoratori perlopiù giovanissimi, alla prima esperienza di lavoro, senza...

(8 Giugno 2003)

Delegati RSU Fiom e Collettivo lavoratori in lotta di Vodafone

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 |    >>

87095