">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Le chiavi del Vaticano

Le chiavi del Vaticano

(4 Luglio 2010) Enzo Apicella
L'inchiesta sugli appalti del G8 fa luce sulla spregiudicata gestione del patrimonio immobiliare di «Propaganda Fide»

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Altri balzelli antipopolari in arrivo
    (21 Maggio 2024)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Stato e istituzioni)

    Stato e istituzioni:: Altre notizie

    Solo misure anticapitaliste possono stroncare evasione e corruzione

    (17 Febbraio 2012)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.pclavoratori.it

    La Corte dei Conti ha certificato di fatto il fallimento storico dello Stato borghese italiano di fronte a evasione e corruzione. Tutte le promesse e annunci roboanti degli ultimi 20 anni si sono risolti nel nulla. Quando si loda come “successo” il recupero dall'evasione di 11 miliardi nel 2011 a fronte di un evasione accertata di 120 miliardi l'anno (e di una corruzione per 60 miliardi) si confessa qualcosa di più di un fallimento. Si confessa l'impotenza dello Stato e la sua complicità col fenomeno. La verità è che il grosso dell' evasione e della corruzione si concentra ai piani alti della società. Ed è inseparabile dall'espansione del capitale finanziario, dal suo dominio sulla società, dal suo intreccio col potere politico. Uno Stato che amministra queste regole del gioco è complice attivo della criminalità finanziaria. Rivendica solennemente l'”onestà”, nel momento stesso in cui copre e gestisce la legge del furto.

    Solo misure radicali anticapitaliste possono stroncare alla radice evasione e corruzione: la punibilità penale dello sfruttamento del lavoro nero, fonte gigantesca di evasione fiscale e contributiva; l'abolizione del segreto commerciale e l'apertura dei libri contabili delle aziende al controllo dei lavoratori e dei consumatori, colpendo alla radice fondi neri, sottofatturazioni e “frodi carosello”; la nazionalizzazione della grande industria edilizia e il controllo operaio e popolare sull'intera rete dei lavori pubblici, abbattendo alla radice il mercato degli appalti e il suo sottobosco; la nazionalizzazione delle banche, vero tempio e canale della grande evasione, e la loro concentrazione in una unica banca pubblica sotto controllo sociale, centralizzando contabilità finanziaria e controllo patrimoniale.

    Senza l'insieme di queste misure evasione e corruzione saranno inespugnabili. Ma solo un governo dei lavoratori può realizzarle. Dunque solo una rivoluzione può imporle. Il resto è chiacchiera e mistificazione.

    Partito Comunista dei Lavoratori

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie dell'autore «Partito Comunista dei Lavoratori»

    1321