il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Memoria e progetto:: Altre notizie

Un lavoro da proseguire

Editoriale di "Scintilla", n. 100

(21 Giugno 2019)

scintilla

Nel dare alle stampe e alla rete il centesimo numero di Scintilla, sentiamo l’esigenza di richiamare brevemente i motivi che ci hanno portato a creare, produrre e diffondere questo giornale.

Scintilla non è un generico periodico di “sinistra” e nemmeno un bollettino di “controinformazione”, ma un giornale che svolge il compito di rendere cosciente il proletariato dei suoi interessi e della sua funzione storico-universale.

Coscienza che non si può acquisire in modo spontaneo, ma solo attraverso l’esperienza di lotta quotidiana del proletariato accompagnata dalla riflessione e dall'analisi critica di tutto il complesso delle contraddizioni del sistema capitalistico, a cui si può giungere solo attraverso lo studio del socialismo scientifico. In questi anni, il nostro giornale è stato un punto di partenza per introdurre il marxismo-leninismo nel movimento della classe operaia, salvaguardando la propria indipendenza politica e ideologica.

Scintilla si dirige in modo particolare agli elementi avanzati e combattivi della classe operaia, anche se non hanno ancora acquisito una consapevole tendenza rivoluzionaria. Senza conquistare questo strato decisivo alla teoria e alla pratica comunista non è possibile lo sviluppo delle condizioni soggettive della rivoluzione proletaria, la più importante delle quali è la presenza e l’attività di un forte Partito comunista.

Dalla prima edizione (aprile 2007) a oggi, Scintilla si è sviluppata: è passata gradualmente da 4 a 16 pagine, ha stabilizzato la sua periodicità, ha risolto il dilemma carta-web usando la stessa interfaccia per essere diffusa nel modo più ampio; ha accresciuto il numero dei suoi collaboratori e dei suoi lettori, divenendo un punto di riferimento per molti compagni che la leggono per orientarsi nelle lotte contro il sistema capitalista e imperialista, per la rivoluzione e il socialismo.

Il comitato di redazione è orgoglioso del cammino finora percorso e della stima conquistata a livello nazionale e internazionale. Ringrazia tutti coloro che con i loro contributi scritti ed economici, con i suggerimenti e le critiche, hanno permesso la pubblicazione dei primi cento numeri.

Allo stesso tempo è consapevole che il lavoro è appena agli inizi poiché gli obiettivi da raggiungere sono tutti davanti a noi. Anche il giornale va migliorato sotto diversi aspetti, per farlo diventare la voce del proletariato rivoluzionario. Dobbiamo proseguire, con fermezza, tenacia e la necessaria modestia.

Il proposito non è quello di giungere al numero 200, cioè andare avanti “tanto per”. Dobbiamo rispondere alle necessità della lotta di classe, in un periodo di offensiva capitalista, reazione politica e pericoli di guerra, come quello attuale.

Questo significa arrivare quanto prima a costituire un’Organizzazione comunista degna di questo nome, preparatoria del Partito. E, come ogni comunista sa, il giornale svolge un ruolo insostituibile non solo per la propaganda e l’agitazione, ma anche sul piano dell’organizzazione.

La nostra propaganda rivoluzionaria e di classe è incompatibile con l’individualismo borghese e piccolo borghese.

Scintilla, indissolubilmente legata ai principi marxisti-leninisti, continuerà ad apparire in quanto espressione della volontà e dell’intelligenza collettiva dei suoi redattori e collaboratori. Si baserà come sempre sul lavoro volontario dei compagni, vivrà grazie agli abbonamenti e alle sottoscrizioni dei sostenitori.

L’aumento dei corrispondenti proletari sarà nel prossimo futuro il miglior mezzo per far vivere e migliorare un giornale comunista che - come scrivemmo nel numero zero - sarà ben contento di veder esaurita la propria funzione nel momento in cui avrà contribuito a sprigionare maggiori energie. Dunque a tutti i nostri lettori rivolgiamo una sola parola: cooperate!

Per leggere “Scintilla” visitate http://www.piattaformacomunista.com

1589