il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • Le mani sulla città - 3 date sulla gentrificazione
    (28 Febbraio 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Imperialismo e guerra)

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    Scenari africani

    Un continente al centro della contesa mondiale, tra lotte sociali e conflitti per il controllo delle risorse

    (313 notizie dal 2 Settembre 2007 al 28 Ottobre 2019 - pagina 5 di 16)

    COSTA D'AVORIO. CACAO, LA PRODUZIONE AUMENTA DEL 30%

    Tra ottobre 2013 e gennaio 2014, circa 930.000 tonnellate di cacao sono state consegnate nei porti della Costa d’Avorio, per un incremento totale di quasi il 30% rispetto all’anno precedente. Il dato è riportato dal Consiglio di caffè e cacao ivoriano ( CCC ) secondo cui però, questo aumento della produzione potrebbe, paradossalmente, aumentare i timori di una carenza...

    (8 Gennaio 2014)

    Misna

    Somalia a rischio anarchia, attentati firmati Al Qaeda

    Soldati delle forze africane presidiano il Paese, minacciato dalle attività di Al Shabaab. Rivendicazione del gruppo qaedista: «L'obiettivo erano i funzionari dello spionaggio». di Rita Plantera Città del Capo, 3 gennaio 2014, Nena News - Non c'è tregua agli attacchi di Al Shabaab nella capitale somala. Con un comunicato rilasciato dal suo portavoce, Ali Mohamud Rage,...

    (3 Gennaio 2014)

    Nena News

    Sud Sudan sull'orlo del baratro

    Ma si apre una finestra per i negoziati tra i ribelli fedeli al vice-presidente Riek Machar e il governo di Salva Kiir di Rita Plantera Cape Town, 2 gennaio 2014, Nena News - Mentre raffiche di arma da fuoco fanno ancora eco all'inferno di Bor - città fantasma inaccessibile alla stampa - il nuovo anno si apre con la speranza, seppur labile, di negoziati di pace tra i ribelli fedeli al vice-presidente...

    (2 Gennaio 2014)

    Nena News

    NIGER: NUOVA GUIDA PER PARTITO AL POTERE, PROTESTE CONTRO PRESIDENTE

    All’unanimità il ministro degli Esteri Mohamed Bazoum è stato eletto alla direzione del Partito nigerino per la democrazia e il socialismo (Pnds, al potere). Il capo della diplomazia nigerina, unico candidato in lizza, è stato scelto da 113 elettori che nel fine settimana hanno partecipato al VI congresso della formazione politica a Niamey. Vice presidente dell’Pnds...

    (30 Dicembre 2013)

    Misna

    Sud Sudan, guerra per il greggio

    Anche se il giorno di Natale il presidente del Sud Sudan, Salva Kiir, ha lanciato un appello di pace e unità nel neonato paese centro-africano, i combattimenti sono proseguiti senza sosta soprattutto negli stati settentrionali dove si concentra la maggior parte della produzione di petrolio. La disponibilità di Kiir a trattare senza condizioni con le forze ribelli guidate dall’ex...

    (27 Dicembre 2013)

    Mario Lombardo - Altrenotizie

    MAURITANIA. LEGISLATIVE E MUNICIPALI, VITTORIA SCHIACCIANTE PER LA MAGGIORANZA

    Il partito Unione per la Repubblica (Upr) è il grande vincitore delle elezioni legislative e municipali il cui secondo turno si è svolto sabato: lo ha annunciato la commissione elettorale secondo cui il partito di maggioranza, già in testa al primo turno, si è assicurato 22 dei 28 seggi rimanenti. Lo scrutinio, boicottato da una decina di partito di opposizione che ne...

    (23 Dicembre 2013)

    Misna

    La morte di Nelson Mandela. Eredità

    Proprio mentre i capi delle superpotenze versavano ipocrite lacrime al funerale di Nelson Mandela - che fino al 2008 faceva parte della lista dei “terroristi” stilata dal Dipartimento di Stato USA - (ahimé, la memoria è corta e selettiva…. come ricorda in altra parte di questa pagina Salim Lamrani), nella Repubblica Centroafricana si consumava un altro massacro: le...

    (22 Dicembre 2013)

    Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

    Sud Sudan: guerra civile nel paese fantoccio delle multinazionali

    Centinaia di morti, numerose vittime durante un assalto alla sede dell’Onu e un paese ad un passo dalla guerra civile. E’ questa la tragica situazione di un paese la cui indipendenza è stata imposta solo pochissimi anni fa e festeggiata da comunità internazionale e media sorvolando sul fatto che il distacco da Khartoum era conseguenza dell’ingerenza di potenze straniere...

    (20 Dicembre 2013)

    Redazione Contropiano

    Mandela purificato

    di Mumia Abu-Jamal Rolihlahla nacque nel luglio 1918, in una nazione di cui non era realmente cittadino, in un paese chiamato Unione del Sudafrica che faceva parte dell’Impero britannico. Il mondo l’avrebbe conosciuto come Nelson, il nome che gli mise un maestro delle elementari. Nelson Mandela. Infine, dopo aver vissuto 95 anni, Mandela è tornato ai suoi antenati. Tra la nascita...

    (19 Dicembre 2013)

    Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S. Giovanni

    Sud Sudan, cento morti in tre giorni

    Far west a Juba. Il presidente Kiir accusa il suo ex vice Makhar. Petrolio e divisioni etniche, nel caos il più giovane Stato del mondo. Juba, 18 dicembre 2013, Nena News - Terzo giorno di violenti scontri armati a Juba, Sud Sudan. Fonti ospedaliere parlano di decine di morti, forse un centinaio, con almeno 400 feriti. Molti i civili, mentre sarebbero almeno 66 i soldati caduti sul campo di...

    (18 Dicembre 2013)

    Gina Musso - Il Manifesto

    GIBUTI, OPPOSIZIONE DENUNCIA REPRESSIONE E ARRESTI

    L’opposizione al governo del presidente Ismail Omar Guelleh ha denunciato una nuova ondata di repressione da parte delle autorità, con arresti arbitrari e aggressioni ai danni di attivisti e giornalisti. In un comunicato diffuso oggi il collettivo Unione per la salvezza nazionale (Usn) riferisce che il leader della Alleanza repubblicana per lo sviluppo, principale movimento di opposizione,...

    (17 Dicembre 2013)

    Misna

    SUD SUDAN. COMBATTIMENTI TRA MILITARI A JUBA, ALTA TENSIONE

    La popolazione è stata invitata a restare in casa e tutti i voli aerei sono stati sospesi dopo che gruppi di militari si sono scontrati per ore, nella notte e questa mattina, all’interno e all’esterno della principale caserma di Juba: lo riferiscono fonti della MISNA, sottolineando che nella capitale del Sud Sudan la tensione è alta. “Gli scontri – dicono alla...

    (16 Dicembre 2013)

    Misna

    Incensare Mandela per coprire una nuova guerra coloniale

    Editoriale dei bollettini di fabbrica pubblicati dalla Frazione "l'Etincelle" 10 /12/2013 Sarkozy e Hollande si sono recati mano nella mano a Johannesburg in compagnia di tutti i capi di stato del mondo capitalista. I due presidenti hanno celebrato il senso morale di Mandela, l’hanno incensato come un uomo di pace, nel momento stesso in cui il loro esercito si schiera in Africa Centrale. Il...

    (15 Dicembre 2013)

    Convergences Révolutionnaires

    Falchi italiani per la guerra in Congo

    Shopping ONU in Italia per le operazioni di guerra nel continente africano. Due aerei senza pilota “Falco”, prodotti dall’azienda Selex ES (Finmeccanica), sono stati acquistati dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per essere impiegati con la Missione militare nella Repubblica Democratica del Congo (MONUSCO). I droni-spia sorvolano dal 3 dicembre scorso la regione orientale...

    (14 Dicembre 2013)

    Antonio Mazzeo

    50 verità su Nelson Mandela

    di Salim Lamrani (*) L’eroe della lotta contro l’apartheid ha segnato per sempre la storia dell’Africa. Nel crepuscolo della sua esistenza Nelson Mandela era venerato da tutti. Ma le grandi potenze occidentali si opposero fino all’ultimo istante alla sua battaglia per l’emancipazione umana e appoggiarono il regime razzista di Pretoria. 1. Nato il 18 luglio 1918, Nelson...

    (12 Dicembre 2013)

    Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

    Le nuove tappe militari della Francia in Africa

    1600 uomini dell'esercito francese schierati da Hollande in Repubblica Centrafricana

    Il governo socialista francese di François Hollande non ha rivali in Europa in quanto ad interventismo, anche se l'Italia prona agli statunitensi segue a ruota. Le avventure militari di Parigi non sono una novità, in particolare da quando il candidato della gauche si è insediato all'Eliseo. Questa volta tocca alla Repubblica Centrafricana. Dopo lo stato di agitazione nel 2011...

    (11 Dicembre 2013)

    Mattia Laconca - Pavia

    Mandela fu comunista

    Il Partito comunista sudafricano e l'Anc rivelano: quando fu arrestato, nel '62, Madiba era un membro del comitato centrale del partito Sacp, allora clandestino. di Rita Plantera Cape Town, 10 dicembre 2013, Nena News - Nelson Mandela fu un comunista? Pare proprio di sì. Una delle più grandi sciarade, se non la più affascinante che ha accompagnato questi primi vent'anni di vita...

    (10 Dicembre 2013)

    Nena News

    Il Mal d’Africa di Hollande

    Domenica 08 Dicembre 2013 23:58 Con la situazione nella Repubblica Centrafricana (CAR) in rapido deterioramento, il governo francese e l’Unione Africana hanno deciso nel fine settimana di aumentare il proprio contingente militare in uno dei paesi più poveri dell’intero pianeta. Le violenze hanno fatto registrare una drammatica escalation negli ultimi giorni dopo mesi di instabilità...

    (9 Dicembre 2013)

    Mario Lombardo - Altrenotizie

    I soldati francesi combattono in Centrafrica

    È iniziata ufficialmente questa mattina con alcuni pattugliamenti per le strade di Bangui l’ennesima operazione militare francese in Africa, denominata ‘Sangaris’ – dal nome di una farfalla rossa tipica delle foreste locali – nella Repubblica Centrafricana. Lo ha annunciato in pompa magna il ministro francese della Difesa, Jean Yves Le Drian, promettendo che “la...

    (6 Dicembre 2013)

    Marco Santopadre - Contropiano

    Nelson Mandela: la battaglia per la memoria

    Metti una sera a cena venisse il bel sorriso ieratico di un elegante vecchio nero dai capelli bianchi. Quasi nessuno lo temerebbe o sarebbe razzista. È successo con Nelson Mandela nella sua età matura, dopo che per tre quarti della sua vita i benpensanti di tutto il mondo si erano uniti nell’odio contro il terrorista e il militante rivoluzionario disconoscendone le ragioni. I...

    (6 Dicembre 2013)

    Gennaro Carotenuto

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    362461