il pane e le rose

Font:

Posizione: Home    (Visualizza la Mappa del sito )

No nightmare

No nightmare

(18 Settembre 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ultime notizie

Prima Pagina

 

In evidenza / 1

AEROPORTO FIUMICINO: FINALMENTE PUBBLICA LA RELAZIONE ISS

ORA IMPERATIVO METTERE AL SICURO I LAVORATORI

Con grandissimo ritardo è stata finalmente pubblicata la relazione dell'Istituto Superiore di Sanità sulle rilevazioni dell'Arpa effettuate tra il 12 e il 16 di maggio: ora nessuno può continuare a nascondersi, i lavoratori vanno messi in sicurezza e i siti oggetto delle rilevazioni vanno chiusi immediatamente. In questi 22 giorni che ci separano dall'incendio non si è...

(29 Maggio 2015)

Per CUB Trasporti Antonio Amoroso, per USB Federazione di Roma Guido Lutrario


in: «Di lavoro si muore»

In evidenza / 2

Sri Lanka: appunti su un viaggio internazionalista

Un’esperienza stimolante e la possibilità, per certi versi unica, di confrontarsi con l’agire di un partito rivoluzionario molto radicato in un paese lontano: questo è quello che hanno vissuto Emiliano e Luca, due compagni romani, militanti della Casa del Popolo Giuseppe Tanas, che dal 26 aprile al 6 maggio scorsi sono stati in Sri Lanka, ospiti del JVP (Fronte di Liberazione...

(28 Maggio 2015)

Il Pane e le rose – Collettivo redazionale di Roma

Due parole su Expo e il 1° Maggio milanese

«Il rapido sgonfiarsi delle velleità di Syriza e un timido accenno di ripresa economica in USA ed Unione Europea – ripresa ben reale, ma dettata soprattutto dall'abbassamento del prezzo del petrolio e dalla svalutazione dell'Euro – permettono ai buffoni di corte di gridare nuovamente al miracolo: l'uscita dalla crisi sarebbe dietro l'angolo. In verità, il break non...

(30 Maggio 2015)

Il Lato Cattivo

SCUOLA DELL’INFANZIA: UN RITORNO AL PASSATO

Il disegno apertamente neoliberista e reazionario di Renzi sulla scuola rischia di vanificare le conquiste e la cultura pedagogica che hanno caratterizzato dal 1968 ad oggi la scuola dell’infanzia. I “laboratori didattici” lascerebbero il posto a sale di custodia private, di impronta marcatamente confessionale, con oneri a carico dello Stato. La "scuola dell'infanzia", comunemente...

(30 Maggio 2015)

Maria Pia Albanese e Beatrice Corsetti - lacittafutura.it


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

NESSUNA SVOLTA DAL GOVERNO RENZI SULLA QUESTIONE LSU

Anzi un esecutivo che frena sui decreti attuativi della legge 125/2013 vecchia di quasi 2 anni e mostra totale indifferenza e chiusura verso l'emersione del lavoro nero pubblico, al pari di altri predecessori, blocca le assunzioni negli enti locali, anche in presenza del precariato attivo nei comuni, rinviando al 2018 il termine delle stabilizzazioni con procedure speciali. L’unica applicazione...

(28 Maggio 2015)

USB Puglia


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

AEROPORTO FIUMICINO: SEQUESTRO PREVENTIVO MOLO D È ATTO DOVUTO PER LA SALUTE DI CHI CI LAVORA

ADESSO SI DIMETTA CHI HA AVALLATO DECISIONE RIAPERTURA

Il sequestro preventivo del molo D, riaperto il 18 maggio scorso dopo l'incendio che il 7 maggio ha devastato parte del Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino, disposto dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, è valutato da USB Lavoro Privato e CUB Trasporti come un atto dovuto e un primo risultato della mobilitazione messa in piedi per la tutela della salute degli operatori aeroportuali ...

(27 Maggio 2015)

USB Lavoro Privato CUB Trasporti


in: «Di lavoro si muore»

Il coraggioso sciopero dei braccianti messicani

Il Messico è il terzo paese più popoloso del continente Americano, con 117 milioni di abitanti, il secondo dell’America Latina, dopo il Brasile. La sua importanza economica e industriale è notevole, strettamente legata agli Stati Uniti d’America. Dopo l’accordo economico del Nafta (Accordo per il libero commercio in Nord America), del 1994, molte industrie statunitensi...

(27 Maggio 2015)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

2 GIUGNO- FESTA DELLA REPUBBLICA CHE RIPUDIA LA GUERRA

Vogliamo una repubblica che promuova concretamente la pace ed esca da tutti i teatri di guerra. Una repubblica che promuova il lavoro e la protezione ai profughi e ai migranti. Per questo contestiamo la parata militare che è solo una vetrina delle spese militari e del riarmo, oggi in aumento, mentre lo Stato non trova i soldi per i disoccupati e i pensionati e per tutte le spese sociali. Anche...

(30 Maggio 2015)

Rete Nowar, Rete dei comunisti, Collettivo Militant, Comitato con la Palestina nel cuore, Comitato per il Donbass antinazista, Pcdi, Ross@.


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

2 Giugno, ore 18: presidio contro la guerra a Pisa

CONTRO NUOVE AVVENTURE MILITARI IN LIBIA, MEDIO ORIENTE E NELL'EST EUROPEO AL FIANCO DELLE LOTTE CONTRO LA GUERRA PER LA ROTTURA DELL'UNIONE EUROPEA E LA COSTRUZIONE DELL'ALBA EUROMEDITERRANEA Martedì 2 giugno presidio a Pisa ore 18 in Corso Italia, di fronte alla farmacia Petri. La Rete dei Comunisti partecipa convintamente alla giornata di MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO LA GUERRA INDETTA...

(29 Maggio 2015)

Rete dei Comunisti - Pisa


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Obama bugiardo e guerrafondaio

Il presidente degli USA, martedì 26 maggio, nell’incontro con il segretario generale della Nato ha posto al primo punto la denuncia della politica militare russa “sempre più aggressiva”. In questi giorni la marina militare russa è impegnata in esercitazioni nel Mare di Barents. Obama mente perché sono le truppe della Nato che circondano la Russia. Dal...

(29 Maggio 2015)

Sezioni provinciali di Sassari e Olbia del PCL


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La menzogna è la lingua franca della politica internazionale

Il rabbino Rin Ben Artzi ha dichiarato che “Dio ha mandato l’ISIS contro le nazioni che vogliono distruggere Israele”. Fin dall’antichità, la verità era detta da pazzi, o creduti tali. Così negli scritti di Chuang Tze, così nella tragedia greca, così in Shakespeare. Anche nelle altre religioni abramiche ci sono esaltati dello stesso calibro,...

(27 Maggio 2015)

Michele Basso


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Centenario ingresso Italia in Prima Guerra Mondiale, non c’era nulla da festeggiare

Il 24 maggio 1915 iniziò la partecipazione all’inutile strage, non c’è nulla di patriottico di cui essere orgogliosi cento anni dopo

650.000 soldati morti, 600.000 vittime civili, oltre un milione di mutilati e feriti (altro che le poche migliaia che abbiamo letto e ascoltato in alcune celebrazioni in terra d’Abruzzo!) in nome di ciò che secondo Giovanni Giolitti poteva essere ottenuto con “una neutralità concordata”. Questo è il bilancio davanti alla Storia della partecipazione italiana alla...

(27 Maggio 2015)

Alessio Di Florio


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

NELLA CRISI VERTICALE DEL SISTEMA POLITICO ITALIANO, IL BUCO NERO DELLE REGIONI

Il sistema politico italiano attraversa una fase di vera e propria “crisi verticale”, caratterizzata dall’assenza di rappresentatività complessiva e dalla presenza di fortissime tensioni autoritarie collocate ben oltre il concetto di “democrazia esecutiva” oggi in auge, in particolare in Europa. All’interno di questo quadro di grandissima difficoltà...

(30 Maggio 2015)

Franco Astengo

IMPRESENTABILI: GLI EFFETTI DI UNA CONCEZIONE BARBARA DELLA POLITICA

Non possiamo prevedere quali effetti avrà questa situazione sull'esito delle elezioni regionali, sia in Campania, sia in generale. E' possibile però affermare che siamo di fronte ad un risultato imposto dall'imbarbarimento dell'azione politica voluto fermamente dal nuovo corso renziano del PD, in esito e completamento della fase di svuotamento nel ruolo dei partiti e delle istituzioni...

(29 Maggio 2015)

Franco Astengo


in: «"Terza Repubblica"»

TUTTI IMPRESENTABILI!

i conti senza l'oste astensionista
che a questa zozza società
preferisce er vino de li castelli
altro che schede e pastelli!

Dietro la "denuncia" dell'impresentabilità di qualche candidato si cela il distinguo tra buona e cattiva politica, la difesa intrinseca del sistema che contiene alcune "mele marce". Le liste "impresentabili" e la "lotta contro la corruzione" sono due facce della stessa medaglia: l'accettazione e la difesa della dinamica elettoralistica e della democrazia che la produce, quella borghese. ...

(29 Maggio 2015)

Pino ferroviere

Il teatrino delle elezioni regionali 2015: ma a chi interessa? Non si tratta banalmente di “non votare PD”

Occorre ripensare al tema delle legalità (richiamate solo contro il popolo), delle regole (pensiamo al "diritto di sciopero", sorta di ossimoro che di fatto oblitera le ragioni basilari dei bisogni e delle rivendicazioni).

Per intanto il rebus delle elezioni regionali si rivelerà al solo uso e consumo di chi il potere lo detiene all’interno di un sistema che va capovolto. Non si tratta banalmente di “non votare PD” (sorta di slogan che specchia banalmente il più vecchio “anti-berlusconi”), si tratta di fare una scelta politica extra-sistema, ma non certo in veste di maggioranza...

(29 Maggio 2015)

Patrizia Turchi

Verona, 30 maggio: una giornata con Marcella Di Folco

CIRCOLO PINK E TRANSFORMAZIONE PRESENTANO Una giornata con Marcella Di Folco, storica figura del movimento Trans italiano. ore 19.30 Inaugurazione mostra fotografica con Apericena: “Marcella torna a Verona” I passaggi veronesi di Marcella Di Folco, 2001-2007. Sarà con noi Porpora Marcasciano, presidentessa del MIT di Bologna, con cui ripercorreremo la vita di Marcella, i suoi...

(28 Maggio 2015)

Circolo Pink e Transformazione


in: «Culture contro»

Paola Staccioli, "Sebben che siamo donne, Storie di rivoluzionarie"

Roma, Derive approdi, 2015, pp. 252, € 16,00

…Che sono cadute nella lotta armata nell’Italia dal post - Sessantotto ai giorni nostri, sarebbe stata l’aggiunta esplicativa da fare al sottotitolo di questa monografia di Paola Staccioli, romana, autrice di pubblicazioni di respiro storico, sovversivistico e di genere. Non avrebbe inficiato, del resto, con la tradizionale canzone socialista citata a titolo, che dice: “Crumiri...

(27 Maggio 2015)

Silvio Antonini


in: «La nostra storia»

IN MEMORIA DI NATHALIE LEMEL

Ricorre oggi, 25 maggio, l'anniversario della scomparsa di Nathalie Lemel (Brest, 26 agosto 1827 - Ivry-sur-Seine, 25 maggio 1921), militante socialista e femminista, internazionalista e anticolonialista, che prese parte alla Comune di Parigi e dedicò l'intera sua vita alla lotta per la liberazione delle oppresse e degli oppressi. * Nel ricordo di Nathalie Lemel proseguiamo nell'azione nonviolenta...

(25 Maggio 2015)

Il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani


in: «La nostra storia»

24 maggio 2015
38 anni di onda rossa
AUGURI & LIBERTA'!

'na biondina de 38 anni.......

24 maggio: 38 anni! BUON COMPLEANNO RADIO ONDA ROSSA! E' stato amore a primo ascolto subito me sei piaciuta molto co' quer tuo fare povero e colto ridare ai poveri er martorto! Da quer maggio de 38 anni fa be nun sei piu' que''a biondina là ma 'a sostanza nun è cambiata sa sanza padroni sanza pubblicità profumo de libertà io t'ho seguito 'nnmammorato fin da regazzo contro...

(23 Maggio 2015)

Pino feroviere


in: «La nostra storia»

E' uscito il n. 29 di "Alternativa di Classe"

Indice n. 29: Politica internazionale. Lo scontro interimperialistico tra mercati e guerre……………..….….……….………………….pag. 1 Ricorrenze storiche. Dopo 115 anni la storica rivolta dei Boxer in Cina resta un fatto importante per .…………………..pag....

(19 Maggio 2015)

Alternativa di classe

Il nostro compagno Jacques Morand ci ha lasciati

Traduzione a cura di SottoleBandieredelMarxismo Il nostro compagno Jacques Morand (pseudonimo di Jean-Claude Kerjouan, conosciuto anche sotto il nome di Illy) è morto domenica 10 maggio di cancro, all’età di 77 anni Ancora liceale, nel 1956, aderì a Voix Ouvrière, il gruppo da cui derivò Lutte Ouvrière. Fece in seguito parte della direzione di VO, poi...

(18 Maggio 2015)

Convergences révolutionnaires


in: «La nostra storia»

Si apre il rubinetto petrolifero nell’Artico

di Gerardo Honty (*) Il Dipartimento dell’Interno degli Stati Uniti ha approvato, lo scorso lunedì 11 maggio, il piano della Shell per lo sfruttamento del petrolio nel mare di Chukchi, di fronte alle coste dell’Alaska. E’ una decisione che sembra andar contro la politica climatica e ambientale che il governo degli Stati Uniti ha affermato di promuovere ed è un duro...

(23 Maggio 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni


in: «Il saccheggio del territorio»

Beni comuni: cominciamo dall'acqua

Il comitato territoriale di Forlì de “L'Altra Europa”, nonché “L'Altra Emilia-Romagna”, esprime il pieno sostegno alla manifestazione, indetta dai comitati di “Acqua Bene Comune” dell'Emilia-Romagna, contro la preannunciata decisione della maggioranza dei Consigli Comunali di modificare lo statuto di Hera ed il patto di sindacato dei soci pubblici,...

(28 Aprile 2015)

L’Altra Europa - Comitato di Forlì Laura Foschi Euro Camporesi Chiara Mancini


in: «Acqua bene comune»

28 aprile, giornata mondiale delle vittime dell’amianto

Ma l’amianto continua a uccidere in silenzio fra indifferenza e impunità del governo e istituzion

Ogni anno nel mondo più di centomila persone, una ogni 5 minuti, perde la vita a causa delle fibre d’amianto. In Italia sono quasi 5 mila, otto al giorno, e i responsabili di questo genocidio continuano a restare impuniti, mentre le bonifiche degli oltre 38 mila siti d’amianto censiti dal ministero dell’ambiente continuano a disperdere le loro mortali fibre inquinando l’ambiente...

(28 Aprile 2015)

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Corteo contro le morti per amianto, 18 aprile 2015

Numerosi ex lavoratori esposti all’amianto, insieme ai famigliari delle vittime, e semplici cittadini hanno manifestato partendo dalla sede del nostro Comitato - il Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli” - sfilando per le vie della città di Sesto San Giovanni accompagnati dalla banda degli ottoni, fino alla lapide che ricorda tutte le vittime dell’amianto...

(19 Aprile 2015)

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Sull'arresto dei manager E.ON

I dirigenti della centrale di Fiumesanto erano pienamente coscienti del disastro ambientale che stavano causando nella nostra terra. Questa è la motivazione con la quale la magistratura ha disposto l'arresto e altre ordinanze cautelari verso diversi manager della E.ON. Fra le altre cose, avrebbero nascosto i continui sversamenti che avvenivano da un serbatoio da cinquantamila litri di carburante...

(15 Aprile 2015)

A Manca pro s'Indipendèntzia


in: «Il saccheggio del territorio»

13591126