il pane e le rose

Font:

Posizione: Home    (Visualizza la Mappa del sito )

No nightmare

No nightmare

(18 Settembre 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ultime notizie

Prima Pagina

 

In evidenza / 1

Sri Lanka: appunti su un viaggio internazionalista

Un’esperienza stimolante e la possibilità, per certi versi unica, di confrontarsi con l’agire di un partito rivoluzionario molto radicato in un paese lontano: questo è quello che hanno vissuto Emiliano e Luca, due compagni romani, militanti della Casa del Popolo Giuseppe Tanas, che dal 26 aprile al 6 maggio scorsi sono stati in Sri Lanka, ospiti del JVP (Fronte di Liberazione...

(28 Maggio 2015)

Il Pane e le rose – Collettivo redazionale di Roma

NESSUNA SVOLTA DAL GOVERNO RENZI SULLA QUESTIONE LSU

Anzi un esecutivo che frena sui decreti attuativi della legge 125/2013 vecchia di quasi 2 anni e mostra totale indifferenza e chiusura verso l'emersione del lavoro nero pubblico, al pari di altri predecessori, blocca le assunzioni negli enti locali, anche in presenza del precariato attivo nei comuni, rinviando al 2018 il termine delle stabilizzazioni con procedure speciali. L’unica applicazione...

(28 Maggio 2015)

USB Puglia


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

AEROPORTO FIUMICINO: SEQUESTRO PREVENTIVO MOLO D È ATTO DOVUTO PER LA SALUTE DI CHI CI LAVORA

ADESSO SI DIMETTA CHI HA AVALLATO DECISIONE RIAPERTURA

Il sequestro preventivo del molo D, riaperto il 18 maggio scorso dopo l'incendio che il 7 maggio ha devastato parte del Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino, disposto dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, è valutato da USB Lavoro Privato e CUB Trasporti come un atto dovuto e un primo risultato della mobilitazione messa in piedi per la tutela della salute degli operatori aeroportuali ...

(27 Maggio 2015)

USB Lavoro Privato CUB Trasporti


in: «Di lavoro si muore»

Il coraggioso sciopero dei braccianti messicani

Il Messico è il terzo paese più popoloso del continente Americano, con 117 milioni di abitanti, il secondo dell’America Latina, dopo il Brasile. La sua importanza economica e industriale è notevole, strettamente legata agli Stati Uniti d’America. Dopo l’accordo economico del Nafta (Accordo per il libero commercio in Nord America), del 1994, molte industrie statunitensi...

(27 Maggio 2015)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Sindacato pugile suonato

Le burocrazie sindacali si stanno comportando come quel pugile suonato che, dopo una serie di sconfitte umilianti, esibisce i muscoli, tira pugni nel vuoto e poi sorride a quelli che lo hanno ridotto in quelle condizioni, non avendo la minima intenzione di tornare a combatterli sul ring. Infatti, con gli scioperi dal 18 al 22 maggio, la CGIL, la UIL ma soprattutto la FIOM (ignorando la richiesta...

(26 Maggio 2015)

PCL Romagna Sez. Domenico Maltoni


in: «Dove và la CGIL?»

SANITÀ LAZIO: IMPORTANTE RISULTATO DELLO SCIOPERO ESTERNALIZZATI PTV INSIEME AI COMITATI TERRITORIALI DEGLI UTENTI

Nel corso della giornata di sciopero proclamato ieri, 25 maggio, dei lavoratori esternalizzati in appalto al Policlinico Tor Vergata di Roma, che hanno manifestato insieme ai Comitati territoriali di utenti e cittadini, è stato ottenuto un incontro pomeridiano con la Cabina di Regia della Sanità della Regione Lazio. La USB e i delegati dei lavoratori hanno illustrato le gravi problematiche...

(26 Maggio 2015)

Unione Sindacale di Base Roma e Lazio


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

Verona, 30 maggio: una giornata con Marcella Di Folco

CIRCOLO PINK E TRANSFORMAZIONE PRESENTANO Una giornata con Marcella Di Folco, storica figura del movimento Trans italiano. Sabato 30 Maggio Laboratorio Autogestito Paratodos (Porta Vescovo) - Viale Venezia, 51 - Verona ore 18.30 Proiezione del film: “Una nobile rivoluzione” un film di Simone Cangelosi con Marcella Di Folco Una nobile rivoluzione...

(28 Maggio 2015)

Circolo Pink e Transformazione


in: «Culture contro»

DECADENZA E ARROGANZA MORALE

Gli avvenimenti della giornata di ieri, 27 Maggio, sono stati contrassegnati dall’ennesimo punto di emersione della decadenza morale che pare rappresentare l’elemento più importante di espressione di questa società che si cerca di far intendere come “moderna”. All’interno del quadro planetario dello scandalo ai vertici del calcio, espressione tipica del...

(28 Maggio 2015)

Franco Astengo

EUROPA: UNA RIFLESSIONE PERSONALE

Mi piacerebbe possedere le capacità intellettuali adatte per poter esprimere con compiutezza d’argomentazione la mia personale contrarietà agli entusiasmi che, a sinistra, accompagnano l’azione di Syriza e di Podemos. Purtroppo non sono in grado di farlo e quindi cercherò di acconciarmi ad alcune schematiche osservazioni. Però debbo scrivere in tutta franchezza...

(27 Maggio 2015)

Franco Astengo

ASTENSIONISMO

L’esito delle prossime elezioni regionali del 31 Maggio non sarà determinato, come sostengono i corifei delle diverse fazioni in lotta, dalle spaccature presenti nei diversi schieramenti (in particolare in Liguria, Puglia e Marche: in quest’ultima regione succede addirittura che il Presidente uscente eletto con il centrosinistra si ripresenti con il centrodestra): sarà, invece,...

(26 Maggio 2015)

Franco Astengo

Marino: il corteo contro i rifugiati? Una inutile sceneggiata

I nostri sei punti duri e risolutivi

Dopo il corteo contro l’ospitalità ai rifugiati Marino deve mostrare il proprio vero volto. Ormai lo scenario è chiaro. E ad ognuno tocca dire chiaramente in quale ordine mette e persegue le priorità morali ed etiche, sociali ed economiche, politiche ed istituzionali. E’ chiarissimo, perché non smentito, secondo le ricostruzioni giornalistiche, che il Comune...

(26 Maggio 2015)

Maurizio Aversa, segretario del Partito Comunista d’Italia – sezione di Marino


in: «La tolleranza zero»

Paola Staccioli, "Sebben che siamo donne, Storie di rivoluzionarie"

Roma, Derive approdi, 2015, pp. 252, € 16,00

…Che sono cadute nella lotta armata nell’Italia dal post - Sessantotto ai giorni nostri, sarebbe stata l’aggiunta esplicativa da fare al sottotitolo di questa monografia di Paola Staccioli, romana, autrice di pubblicazioni di respiro storico, sovversivistico e di genere. Non avrebbe inficiato, del resto, con la tradizionale canzone socialista citata a titolo, che dice: “Crumiri...

(27 Maggio 2015)

Silvio Antonini


in: «La nostra storia»

IN MEMORIA DI NATHALIE LEMEL

Ricorre oggi, 25 maggio, l'anniversario della scomparsa di Nathalie Lemel (Brest, 26 agosto 1827 - Ivry-sur-Seine, 25 maggio 1921), militante socialista e femminista, internazionalista e anticolonialista, che prese parte alla Comune di Parigi e dedicò l'intera sua vita alla lotta per la liberazione delle oppresse e degli oppressi. * Nel ricordo di Nathalie Lemel proseguiamo nell'azione nonviolenta...

(25 Maggio 2015)

Il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani


in: «La nostra storia»

24 maggio 2015
38 anni di onda rossa
AUGURI & LIBERTA'!

'na biondina de 38 anni.......

24 maggio: 38 anni! BUON COMPLEANNO RADIO ONDA ROSSA! E' stato amore a primo ascolto subito me sei piaciuta molto co' quer tuo fare povero e colto ridare ai poveri er martorto! Da quer maggio de 38 anni fa be nun sei piu' que''a biondina là ma 'a sostanza nun è cambiata sa sanza padroni sanza pubblicità profumo de libertà io t'ho seguito 'nnmammorato fin da regazzo contro...

(23 Maggio 2015)

Pino feroviere


in: «La nostra storia»

E' uscito il n. 29 di "Alternativa di Classe"

Indice n. 29: Politica internazionale. Lo scontro interimperialistico tra mercati e guerre……………..….….……….………………….pag. 1 Ricorrenze storiche. Dopo 115 anni la storica rivolta dei Boxer in Cina resta un fatto importante per .…………………..pag....

(19 Maggio 2015)

Alternativa di classe

Il nostro compagno Jacques Morand ci ha lasciati

Traduzione a cura di SottoleBandieredelMarxismo Il nostro compagno Jacques Morand (pseudonimo di Jean-Claude Kerjouan, conosciuto anche sotto il nome di Illy) è morto domenica 10 maggio di cancro, all’età di 77 anni Ancora liceale, nel 1956, aderì a Voix Ouvrière, il gruppo da cui derivò Lutte Ouvrière. Fece in seguito parte della direzione di VO, poi...

(18 Maggio 2015)

Convergences révolutionnaires


in: «La nostra storia»

La menzogna è la lingua franca della politica internazionale

Il rabbino Rin Ben Artzi ha dichiarato che “Dio ha mandato l’ISIS contro le nazioni che vogliono distruggere Israele”. Fin dall’antichità, la verità era detta da pazzi, o creduti tali. Così negli scritti di Chuang Tze, così nella tragedia greca, così in Shakespeare. Anche nelle altre religioni abramiche ci sono esaltati dello stesso calibro,...

(27 Maggio 2015)

Michele Basso


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Centenario ingresso Italia in Prima Guerra Mondiale, non c’era nulla da festeggiare

Il 24 maggio 1915 iniziò la partecipazione all’inutile strage, non c’è nulla di patriottico di cui essere orgogliosi cento anni dopo

650.000 soldati morti, 600.000 vittime civili, oltre un milione di mutilati e feriti (altro che le poche migliaia che abbiamo letto e ascoltato in alcune celebrazioni in terra d’Abruzzo!) in nome di ciò che secondo Giovanni Giolitti poteva essere ottenuto con “una neutralità concordata”. Questo è il bilancio davanti alla Storia della partecipazione italiana alla...

(27 Maggio 2015)

Alessio Di Florio


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

DOPO 115 ANNI LA STORICA RIVOLTA DEI BOXER RESTA UN FATTO IMPORTANTE PER CAPIRE LA REALTA' CINESE

Dal n. 29 di "Alternativa di Classe" Introduzione “L'impero del Centro”: così, da sempre, era conosciuto dai cinesi il loro Paese, e, già prima dell'avvento del colonialismo, era il più vasto e organizzato Stato del mondo, uno stato imperiale con circa 400 milioni di abitanti, guidato da lunghe dinastie di imperatori. L'ideologia che per secoli aveva sorretto la comunità...

(26 Maggio 2015)

Alternativa di Classe

24 MAGGIO 1915: viva i sovversivi, i disfattisti, i disertori!

Cento anni fa l’imperialismo italiano entrava in guerra. Il 24 maggio del 1915 l’Italia dichiarava guerra all’Austria-Ungheria, entrando così, dopo nove mesi dal suo inizio, nella Prima Guerra Mondiale. Questo conflitto, sorto per la spartizione dei mercati e delle zone d’influenza tra imperialismi vecchi e nuovi (Gran Bretagna e Germania in testa, poi nel marzo del...

(24 Maggio 2015)

combat-coc.org


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

100 anni dopo: il nemico principale è sempre nel nostro paese!

A cento anni dall’entrata nella I guerra mondiale imperialista Il nemico principale è sempre nel nostro paese! Un secolo fa lo straccione imperialismo italiano entrava nella I guerra mondiale - generata dagli antagonismi del regime capitalistico - spinto dalla volontà di una minoranza di elementi reazionari, avventurieri, sciovinisti e interventisti asserviti agli interessi delle...

(24 Maggio 2015)

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

Si apre il rubinetto petrolifero nell’Artico

di Gerardo Honty (*) Il Dipartimento dell’Interno degli Stati Uniti ha approvato, lo scorso lunedì 11 maggio, il piano della Shell per lo sfruttamento del petrolio nel mare di Chukchi, di fronte alle coste dell’Alaska. E’ una decisione che sembra andar contro la politica climatica e ambientale che il governo degli Stati Uniti ha affermato di promuovere ed è un duro...

(23 Maggio 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni


in: «Il saccheggio del territorio»

Beni comuni: cominciamo dall'acqua

Il comitato territoriale di Forlì de “L'Altra Europa”, nonché “L'Altra Emilia-Romagna”, esprime il pieno sostegno alla manifestazione, indetta dai comitati di “Acqua Bene Comune” dell'Emilia-Romagna, contro la preannunciata decisione della maggioranza dei Consigli Comunali di modificare lo statuto di Hera ed il patto di sindacato dei soci pubblici,...

(28 Aprile 2015)

L’Altra Europa - Comitato di Forlì Laura Foschi Euro Camporesi Chiara Mancini


in: «Acqua bene comune»

28 aprile, giornata mondiale delle vittime dell’amianto

Ma l’amianto continua a uccidere in silenzio fra indifferenza e impunità del governo e istituzion

Ogni anno nel mondo più di centomila persone, una ogni 5 minuti, perde la vita a causa delle fibre d’amianto. In Italia sono quasi 5 mila, otto al giorno, e i responsabili di questo genocidio continuano a restare impuniti, mentre le bonifiche degli oltre 38 mila siti d’amianto censiti dal ministero dell’ambiente continuano a disperdere le loro mortali fibre inquinando l’ambiente...

(28 Aprile 2015)

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Corteo contro le morti per amianto, 18 aprile 2015

Numerosi ex lavoratori esposti all’amianto, insieme ai famigliari delle vittime, e semplici cittadini hanno manifestato partendo dalla sede del nostro Comitato - il Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli” - sfilando per le vie della città di Sesto San Giovanni accompagnati dalla banda degli ottoni, fino alla lapide che ricorda tutte le vittime dell’amianto...

(19 Aprile 2015)

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Sull'arresto dei manager E.ON

I dirigenti della centrale di Fiumesanto erano pienamente coscienti del disastro ambientale che stavano causando nella nostra terra. Questa è la motivazione con la quale la magistratura ha disposto l'arresto e altre ordinanze cautelari verso diversi manager della E.ON. Fra le altre cose, avrebbero nascosto i continui sversamenti che avvenivano da un serbatoio da cinquantamila litri di carburante...

(15 Aprile 2015)

A Manca pro s'Indipendèntzia


in: «Il saccheggio del territorio»

13572411