il pane e le rose

Font:

Posizione: Home    (Visualizza la Mappa del sito )

No nightmare

No nightmare

(18 Settembre 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ultime notizie

Prima Pagina

 

In evidenza / 1

Motivazione della sentenza Eternit:
dopo il danno arriva la beffa.

Lunedì 23 febbraio il pm Guariniello della procura di Torino ha chiesto nuovamente il rinvio a giudizio per padrone svizzero dell’Eternit, Stephan Schmidheiny, 67 anni,accusato di omicidio volontario aggravato per la morte da amianto, tra il 1989 e il 2014, di 256 persone. Nello stesso giorno, la Corte di Cassazione ha depositato le motivazioni della sentenza che lo scorso 19 novembre...

(24 Febbraio 2015)

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio


in: «Amianto. La strage silenziosa»

A SINISTRA IN ITALIA: TRA COALIZIONE SOCIALE, FRONTE POP E NECESSITA’ DI UN PARTITO COMUNISTA, D’OPPOSIZIONE PER L’ALTERNATIVA

Nadia Urbinati scrive oggi su “Sbilanciamoci” : ..Per esempio, i partiti di sinistra del ventesimo secolo avevano lo scopo di rivendicare i diritti dei molti contro l’abuso del potere dei pochi potenti e usavano la sola arma che i deboli hanno da sempre: l’alleanza, l’unione, l’integrazione delle forze sparse. In questo modo riuscivano a resistere all’oligarchia...

(27 Febbraio 2015)

Franco Astengo


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

DIECI ANNI SENZA ANGELINO

venerdì 27 febbraio 2015, ore 21,30 Spazio Arci Il Cosmonauta via della Polveriera (quartiere Pianoscarano), 6, Viterbo DIECI ANNI SENZA ANGELINO Il comitato provinciale Anpi di Viterbo ricorda Angelo La Bella nel decimo anniversario della scomparsa Con la proiezione de L’Onorevole Angelino Intervista ad Angelo La Bella di Giuliano Calisti (30’_DVD_Italia_2007) L’iniziativa...

(23 Febbraio 2015)

comitato provinciale Anpi di Viterbo


in: «La nostra storia»

GRECIA E GOVERNO DELLA SINISTRA: LIMITI STRUTTURALI E INSUFFICIENZA POLITICA

Mentre Manolis Glezos, l’uomo che ammainò la bandiera nazista dal Partenone e trascorse in galera il periodo della dittatura dei colonnelli, grida dal suo seggio dell’Europarlamento tutta la contrarietà all’operazione in corso da parte del governo greco rispetto ai “poteri forti” europei, la lettura del “memorandum” che oggi lo stesso governo...

(23 Febbraio 2015)

Franco Astengo


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

ATTUALITA’ DEL MARXISMO E SOGGETTO POLITICO

Non c’è consentito, pur nella difficoltà dei frangenti che stiamo vivendo, di tralasciare il discorso attorno all’esigenza ineludibile di avviare la costruzione di un nuovo soggetto politico rappresentativo in Italia della sinistra comunista, d’opposizione e d’alternativa. Abbiamo indicato più volte, nel corso degli ultimi anni, quest’obiettivo,...

(20 Febbraio 2015)

Franco Astengo


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

“SINISTRA RADICALE”:
NUOVO APPRODO O NUOVO NAUFRAGIO?

Editoriale del n. 26 di "Alternativa di Classe"

Ancora una volta è un successo elettorale a muovere il ceto politico di una sinistra più o meno parlamentare: la vittoria di Syriza in Grecia! Con il 36% dei voti sul 63,9% di votanti (anche in Grecia “renzianamente” importa poco che la vera maggioranza sia del non-voto, con il 36,1% degli elettori!...), il 25 Gennaio il suo leader, Alexis Tsipras, si è affermato,...

(17 Febbraio 2015)

Alternativa di Classe


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

Obama, non ti crediamo.

L’ISIS avanza e ammazza indiscriminatamente maomettani e cristiani, Boko Haram fa altrettanto, eppure hanno di fronte il più potente complesso militare che la storia abbia mai visto. I casi sono due: o sono vere le tesi ufficiali, e allora le forze armate americane sono cadute in uno stato cronico di impotenza, e Obama è il presidente più incapace della storia degli Stati...

(27 Febbraio 2015)

Michele Basso


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Afghanistan, a chi serve il marchio Isis

Maschere per nuove insorgenze - Se l’Isis trova nella propaganda uno dei suoi più potenti cardini c’è chi usa questo marchio e la sua maschera per accreditare un’antica presenza nel sistema di potere afghano. Perciò la nuova vocazione di alcuni leader talebani ‘folgorati’ dal Daesh non sarebbe altro che una metamorfosi tattica. Almeno così...

(26 Febbraio 2015)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Ucraina: meglio la “soluzione belga” che la “soluzione polacca”

di Nazanin Armanian (*) La guerra intercapitalista di Ucraina, al momento, fa parte dei “caos controllati” nonostante la sua complessità per i numerosi scenari in cui intervengono diversi attori con le loro mutevoli, opache e contraddittorie intenzioni. Il conflitto, che si è già preso la vita di almeno 60.000 persone e ne ha obbligato centinaia di migliaia a fuggire,...

(24 Febbraio 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”


in: «Ucraina: un paese conteso»

Talebani: l’attrazione del Daesh

Storiografi e cronisti del jihadismo afghano e dei Warlords con la maiuscola presenti negli annali d’una guerra pluritrentennale devono aggiornare i taccuini. Da qualche mese l’Isis insinua i suoi progetti anche nel cuore dell’Asia per erodere, convertire, trasformare, cooptare. E fare “campagna acquisti” di combattenti. Una formidabile concorrenza all’antico strapotere...

(23 Febbraio 2015)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

70 ANNI DOPO: PIU' CHIARE LE IMPLICAZIONI DI YALTA

Dal n. 26 di "Alternativa di Classe" Esattamente settanta anni fa (fra il 4 e l'11 febbraio 1945), i principali Alleati contro le potenze dell'Asse (Germania, Italia e Giappone), e cioè Gran Bretagna, Stati Uniti ed Unione Sovietica, nella II° Guerra Mondiale, si ritrovarono a Yalta, in Crimea, nel Palazzo di Livadija, vecchia residenza estiva dello Zar Nicola II°, per definire, nel...

(22 Febbraio 2015)

Alternativa di Classe

Sciopero e presidio dei lavoratori di Mercatone 1: una bella giornata di primavera

Un consistente gruppo di lavoratrici di Mercatone 1 di Brandizzo e Mappano, in sciopero da UNA SETTIMANA, ha oggi tenuto un presidio di fronte alla Regione, dove ha avuto un incontro con il Consiglio Regionale, per poi spostarsi in Piazza Castello per un incontro con il Consiglio della Città Metropolitana. Buona parte dei 70 lavoratori erano presenti mentre altri presidiavano i due magazzini,...

(26 Febbraio 2015)

Per la CUB Piemonte Cosimo Scarinzi


in: «Lavoratori di troppo»

Riaprire gli uffici di collocamento con poteri maggiorati

Il lavoro è soggetto ad occultamento. Viene nascosto per abbassarne il costo e farne uso discriminato. Bisogna ripristinare l'ufficio di collocamento e ristabilire l'obbligo dei datori di lavoro di comunicare allo ispettorato del lavoro tutte le assunzioni. Vietare assunzioni libere e fuori dal contratto. Ma questa semplice misura è considerato una bestemmia non solo dai datori di lavoro...

(26 Febbraio 2015)

Pietro Ancona

CONTRO I LADRI DI DIRITTI

MIGRANTI: ANCHE LA CISPM IN PIAZZA A MILANO IL 28 FEBBRAIO

Soumahoro, insieme per i nostri bisogni comuni, contro guerra, malaffare e jobs act “Manifesteremo sabato 28 febbraio a Milano, insieme ai lavoratori, ai precari, ai disoccupati, ai cassaintegrati, ai senza casa e ai pensionati, per i nostri bisogni comuni”, dichiara Aboubakar Soumahoro, portavoce per l’Italia della Coalizione Internazionale dei Sans Papiers, Migranti, Rifugiati e...

(25 Febbraio 2015)

Unione Sindacale di Base


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

VITE IN APPALTO

CON IL JOBS ACT SEMPRE MENO GARANZIE E DIRITTI PER I LAVORATORI DEGLI APPALTI

Rinunce e sacrifici, questo stanno chiedendo sempre di più i padroni (nazionali o internazionali) che, approfittando della crisi economica, da loro stessi creata con la speculazione finanziaria, pretendono di mettere in ginocchio il mondo del lavoro e distruggere ogni tipo di tutela ancora presente nello stato sociale dei nostri paesi. Una classe politica connivente e sindacati consociativi...

(25 Febbraio 2015)

CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

Fiat Pomigliano: anche le mogli del Comitato all’attivo operaio di stamattina

“RISPEDIAMO AL MITTENTE L’ONORE DEL DOPPIO FUNERALE DA PIU’ PARTI EVOCATO CON CUI VORREBBERO SEPPELLIRE L’INGOMBRO OPERAIO: SARA’ QUESTO IL TEMA CARATTERIZZANTE Lo hanno affermato stamattina le donne nell’attivo operaio che si è tenuto nella sala assemblea dello Slai cobas presentando i contenuti del prossimo e ormai tradizionale appuntamento dell’8...

(24 Febbraio 2015)

Slai cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

#MaiConRenzi #MaiConSalvini: ribaltiamo il mondo di sopra!

Oggi abbiamo di fronte un governo, quello di Matteo Renzi, che è riuscito a mettere d'accordo la maggior parte dei poteri forti di questo paese, che ha fatto proprio, come dice Marchionne, quello che in vent'anni i vari governi precedenti non sono riusciti a fare. Ha definitivamente smontato tutte le garanzie dei lavoratori che erano ancora in piedi, ha messo in crisi i principali comuni del...

(26 Febbraio 2015)

Infoaut

Mattanza messicana sugli insegnanti. Solidarietà dell'USB Scuola

Cinquanta feriti, un centinaio di arresti e un docente ucciso negli scontri con la polizia, questo il risultato della mattanza di stato contro gli insegnanti messicani. Ieri, gli insegnanti del sindacato della scuola Coordinadora Estatal de Trabajadores de la Educación de Guerrero (CETEG) sono scesi in piazza nello Stato del Guerrero per protestare per i 43 studenti di Ayotzinapa fatti sparire...

(26 Febbraio 2015)

USB Pubblico Impiego - Scuola


in: «Storie di ordinaria repressione»

SVENDITE

Annunci e fatti si stanno accumulando, proprio in queste ore, nello scenario politico- economico-finanziario del nostro Paese. Probabilmente compilando un semplice elenco non appaiono direttamente le connessioni che pure esistono al fine di favorire un progetto piuttosto preciso: 1) Cessione del 5,7% di Enel a banche italiane ed estere; 2) OPA di Mediaset (in pratica) su Rai-Way con l’obiettivo...

(26 Febbraio 2015)

FRANCO ASTENGO


in: «"Terza Repubblica"»

Malvenuto a Roma Salvini

#maiconsalvini #romanonsilega Sinistra anticapitalista scende in piazza con gli antifascisti romani e con gli antirazzisti per contrastare la marcia su Roma di Salvini, successore di Bossi e Maroni alla testa della Lega, e svelare la natura dell’alleanza tra il Carroccio e CasaPound, i fascisti del III millennio, sigla che ricorre negli episodi più cruenti dello squadrismo recente:...

(25 Febbraio 2015)

anticapitalista.org


in: «La tolleranza zero»

FASCISMO: INSOMMA

E’ probabile che nei prossimi giorni l’attenzione degli storici della politica appunteranno la loro attenzione sull’anniversario, il trentasettesimo, del rapimento Moro: i 55 giorni che tra il Marzo e il Maggio del 1978 cambiarono l’asse della vicenda politica italiana. Può essere il caso di riprendere l’argomento anche dal punto di vista dell’analisi dell’attualità:...

(24 Febbraio 2015)

Franco Astengo


in: «"Terza Repubblica"»

Vicenza, 28/2: giornata di pulizia e manutenzione collettiva delle aree verdi di San Lazzaro e Pomari

La lotta contro la cementificazione passa anche per un nuovo impegno nella cura delle aree verdi dei nostri quartieri.

Oggi molti spazi verdi pubblici tra San Lazzaro e i Pomari risultano vergognosamente trascurati e lasciati a sé stessi: non parliamo solo dell’abbandono dei rifiuti, anche la manutenzione degli alberi è svolta in modo approssimativo spesso creando danni alle stesse piante. Un caso esemplare è l’area che circonda la piastra di Via Bellini: pochi anni fa il Comune ha...

(26 Febbraio 2015)

Comitato Pomari


in: «Il saccheggio del territorio»

La Sapienza fa un passo indietro, i cittadini uno in avanti per il diritto alla città.

Incalzata dai cittadini del quartiere San Lorenzo di Roma, l'università La Sapienza rinuncia ad edificare un parcheggio sopra importanti ritrovamenti archeologici. Alla fine non si farà il mega-parcheggio volante, quello che la Sapienza Università di Roma sembrava intenzionata ad edificare ad ogni costo nell'ex-campo sportivo di via de Lollis accanto alla città universitaria,...

(23 Febbraio 2015)

Libera Repubblica di San Lorenzo


in: «Il saccheggio del territorio»

Domani a Torino la CUB partecipa alla manifestazione NO TAV

Perché domani la Confederazione Unitaria di Base parteciperà alla manifestazione NO TAV che partirà alle 14 da Piazza Statuto a Torino? E' semplice, partiamo dalla domanda su cosa si potrebbe fare con un metro di TAV. Fate un passo....La lunghezza che avete percorso costa per il TAV 160.000 euro! 6 centimetri di TAV, ognuno dei quali costa 1587,12 euro, equivalgono a un anno...

(20 Febbraio 2015)

Per la CUB Piemonte Stefano Capello


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Partecipiamo alla manifestazione popolare no-tav

Comunicato diffuso dalla Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana

Sabato 21 febbraio, a Torino si terrà la manifestazione popolare per fermare il dissennato progetto TAV e in solidarietà con gli attivisti No-TAV, condannati e a quelli ancora sotto processo, contro la repressione del movimento di lotta. Dopo la condanna di Chiara, Claudio, Mattia e Nicolò, altri 140 anni di carcere sono stati comminati dalla magistratura torinese agli imputati...

(17 Febbraio 2015)

La Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana presso F.A.L. (Federazione Anarchica Livornese)


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

21/2/15 Torino: No Tav fino alla vittoria!

Tutti al corteo No Tav 21 febbraio 2015 a TORINO, ore 14 piazza Statuto Per estendere la mobilitazione contro il Tav oltre la Valle e difendere tutte le pratiche di lotta del movimento No Tav. Impariamo dalla sua determinazione per rafforzare ogni lotta, nei territori, sui posti di lavoro, nei luoghi di studio. La grande unità nella lotta e nella solidarietà, al fianco dei compagni...

(17 Febbraio 2015)

Assemblea di lotta "Uniti contro la repressione"


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

12499434