il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Merd Ar Core

Merd Ar Core

(3 Settembre 2011) Enzo Apicella
"Vado via da questo paese di merda". Silvio Berlusconi nella telefonata a Lavitola intercettata alle 23.14 del 13 luglio 2011

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Il quarto governo Berlusconi

(300 notizie dal 23 Luglio 2004 al 22 Novembre 2011 - pagina 2 di 15)

Una domanda di svolta che non va tradita via berlusconi ma per una vera alternativa

Prima le elezioni, poi i referendum, hanno registrato una grande domanda di cambiamento: che non può e non deve essere tradita. CACCIARE BERLUSCONI. QUI E ORA. Cacciare Berlusconi è la prima necessità. Un buffone miliardario che per anni ha spiegato di governare “per volontà del popolo” è stato sfiduciato dal voto popolare. Tanto più ora se ne...

(27 Giugno 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Caso” bisignani: l'anatomia dello stato

Luigi Bisignani e la sua cricca non sono un “caso”. Sono la regola della democrazia borghese: cioè di un organizzazione dello Stato formalmente basata sulla cosiddetta “sovranità del popolo”, e in realtà fondata sulla sovranità dei poteri forti, e del loro sottobosco. La cornice istituzionale del Parlamento, del governo, dei partiti borghesi è...

(25 Giugno 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Napolitano, garante del patto coloniale per la nato e l'evasione fiscale

Si era sperato da più parti che la tripla batosta elettorale infliggesse il colpo di grazia ad un governo in coma, ma ne risultano invece aumentate soltanto le convulsioni interne. Il tanto atteso appuntamento dei leghisti a Pontida ha sortito due slogan, quello puramente fiabesco della "riforma fiscale", ed un altro ancora, solo apparentemente più concreto: l'abbandono delle "missioni...

(23 Giugno 2011)

Comidad

L'omaggio del FilmFestival al grande socio di Silvio B

L’omaggio del FilmFestival al grande socio di Silvio B di Antonio Mazzeo Lo scorso 25 marzo era stato lui ad accompagnare in Tunisia i ministri Franco Frattini e Roberto Maroni per concordare con il premier Beii Caid Essebsi le politiche di contrasto dell’emigrazione di nordafricani verso le coste del sud Italia. Messi via gli abiti di mediatore e diplomatico, il prossimo 16 giugno,...

(9 Giugno 2011)

Antonio Mazzeo

Siamo a un passaggio cruciale della situazione politica

liberare l'italia da berlusconi costruire l'alternativa dei lavoratori

La precipitazione della crisi del berlusconismo accelera l'intera dinamica politica. Le classi dirigenti degli industriali e dei banchieri, già sostenitrici dei governi di centrosinistra e poi passate sul carro vincente di Berlusconi, stanno tornando per l'ennesima volta all'ovile. Il rapido passaggio sul carro di Pisapia del gotha industriale e finanziario milanese è solo il riflesso...

(3 Giugno 2011)

MARCO FERRANDO Partito Comunista dei Lavoratori

Un nuovo 25 aprile per cacciare berlusconi e aprire la via per un governo dei lavoratori.

Il 25 aprile del 1945, la sollevazione partigiana chiuse la pagina buia del fascismo nella speranza di una vera alternativa di società: che liquidasse le classi dirigenti del Paese e aprisse la via del potere dei lavoratori. I governi di unità nazionale tra Togliatti e De Gasperi, con la benedizione degli Usa e di Stalin, realizzarono un programma opposto: la ricostruzione del capitalismo...

(21 Aprile 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Fisco, evasione di stato

Basta con l’oppressione fiscale sulle imprese. A sostenerlo non è un imprenditore qualsiasi ma il ministro dell’Economia e delle finanze che, nell’audizione di ieri in Commissione al Senato, ha parlato della necessità di evitare eccessivi e continui controlli attraverso un coordinamento dall’alto o direttamente dal basso, con il diritto degli imprenditori a dire:...

(21 Aprile 2011)

USB Pubblico Impiego

Berlusconismo, alibi del fondo monetario internazionale

Le leggi berlusconiane sulla prescrizione breve e sul processo lungo costituiscono qualcosa di più di semplici leggi ad personam, poiché configurano una depenalizzazione di fatto dei reati finanziari, che diverrebbero non più processabili a causa delle illimitate possibilità di ostruzionismo offerte ai collegi di difesa, a fronte dei tempi più stretti per giungere...

(21 Aprile 2011)

Comidad

Processo breve. Protestano familiari vittime stragi

Contro il processo breve stanno manifestando in Piazza Montecitorio i familiari delle vittime della strage di Viareggio e della Moby Prince.

ORE 12.40 - Prima i familiari delle vittime della strage di Viareggio e poi Loris Rispoli, del comitato della Mody Prince, hanno letto i nomi di tutte le vittime che ancora oggi aspettano giustizia. 32 i morti alla stazione di Viareggio, 140 le vittime della Moby Prince. Il rischio delle norme previste dal cosiddetto processo breve è quello di far scadere i termini per processi importanti...

(13 Aprile 2011)

DirittiDistorti

Il Maestro e l'Allievo: Rino Formica e Giulio Tremonti

L'uscita di Giulio Tremonti sul rimpianto per l'Iri e Mediobanca ha suscitato una febbrile attenzione nella parte liberal dell'opionione pubblica ed in quella parte del PD ex PCI che, convertitosi da tempo alle privatizzazioni anche le più selvagge ed alla riduzione dello Stato a mera stazione appaltante, sospetta scavalcamenti e spiazzamenti. Tremonti, che ha il vezzo di farsi passare per...

(4 Aprile 2011)

Pietro Ancona

Italia elogia petromonarchie del golfo

Il portavoce del ministero degli esteri Maurizio Massari dimentica la sanguinosa repressione della protesta pro-democrazia in Bahrein e plaude la partecipazione di emiri e monarchi assoluti alla guerra contro la Libia.

Roma, 24 marzo 2011, Nena News – Il governo italiano ha espresso oggi un forte apprezzamento per il sostegno di emiri e petromonarchi del Golfo alla guerra contro la Libia. L’agenzia di stampa “Kuna” (Kuwait) riferisce che il portavoce del ministero degli esteri italiano Maurizio Massari ha descritto «importante per l’Italia e la Nato» la decisione del Kuwait...

(24 Marzo 2011)

Nena News

Con piu' forza prosegue la campagna “fare come in tunisia e in egitto”.

Dopo l'annuncio di “esposto” del PDL piemontese, l'articolo informativo al riguardo su Il Manifesto ( 12/3), )il successivo articolo de Il Giornale ( “il PDL presenta il conto al rosso Ferrando” del 13/3), una breve trasmissione Rai News dell'11/2 sul caso in questione, la nostra campagna sul “Fare come in Tunisia e in Egitto” ha ottenuto un primo piccolo varco...

(15 Marzo 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Il 12 marzo il pcl in piazza con la parola d'ordine “fare come in egitto”.

Il PCL parteciperà alle manifestazioni di massa antiberlusconiane previste per il 12 Marzo, in sintonia col sentimento democratico di milioni di lavoratori, di giovani, di donne. Ma non condivide l'impostazione di unità nazionale tricolore che il PD ha imposto e le sinistre, di fatto, accettato. Le ragioni sociali e democratiche delle piazze antiberlusconiane non hanno nulla da spartire...

(7 Marzo 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Cattolici in fuga da Berlusconi?

(Gianfalco, ripreso da "Cronache laiche") Nei nn. 17 e 18 del 5 marzo, l’agenzia “Adista”, voce fra le più lucide dei cattolici che dissentono dalle posizioni della gerarchia e la criticano apertamente,documenta il disagio della base di fronte al sostegno che le autorità vaticane e la CEI continuano a dare a Berlusconi. Le notti di Arcore pesano Una nota di Gianmarco...

(6 Marzo 2011)

cattolicesimoreale.it

Berlusconi alla sbarra (forse)

Certo che per uno con il curriculum ladronesco di Berlusconi, essere incastrato da una che di nome fa Ruby sarebbe il colmo. Intanto si è arrivati alla svolta processuale e il 6 aprile il nostro dovrà comparire (forse), per la prima volta da premier, in un aula di tribunale per rispondere all’accusa di prostituzione di minorile e a quella di concussione. Da mesi ormai le vicende...

(24 Febbraio 2011)

Battaglia Comunista

Il federalismo comunale, una truffa che maschera un progetto politico.

La Lega ha un progetto politico, la secessione. Ha uno strumento per realizzarlo e coprirlo , il federalismo.

Continua la vicenda del federalismo comunale, saga che in una società responsabile avrebbe già comportato la caduta nel ridicolo dei protagonisti della vicenda. Dal progetto “rivoluzionario” della Lega, “ la risposta del Nord alla crisi “ , ci si è ridotti a una proposta che, per recuperare parzialmente i tagli dell’ultima finanziaria, scarica...

(23 Febbraio 2011)

Mauro Tosi - segreterio provinciale Federazione della Sinistra

Spoleto. Oltre il berlusconismo subito, ma nella consapevolezza che per i poveri e i lavoratori le condizioni di vita per ora non cambieranno.

La lotta tra il berlusconismo e il giustizialismo non è una lotta tra buoni e cattivi è una lotta tra poteri forti. E’ una lotta tra il grande mercante e il giudice supremo. Berlusconi, De Benedetti, Colaninno Junior, Della Valle, non sono diversi perché il primo paga le signorine e gli altri no, al contrario sono uguali perché la loro ricchezza è il frutto...

(23 Febbraio 2011)

ASSOCIAZIONE CULTURALE CASA ROSSA

Per berlusconi guantanamo non viola la privacy

La manifestazione del 13 febbraio per rivendicare la dignità delle donne è stata fatta oggetto non solo delle condanne scontate da parte dell'opinionismo filo-governativo, ma anche di molte critiche provenienti da aree di opposizione. Questo secondo tipo di obiezioni si è orientato nel senso del cosiddetto "benaltrismo", chiedendo come mai non si sia reagito prima a tutte le violazioni...

(17 Febbraio 2011)

Comidad

Alcune riflessioni sul 13 febbraio a Milano

Se non ora quando? Sempre diciamo noi e in rosso.

L'operazione mediatica del 13 febbraio ha messo in luce una piazza diversa da quella che le opposizioni volevano strumentalizzare usando per la spallata senza garantire contropartite per le vita delle donne. Non c'era un briciolo di posto, nonostante la pioggia battente per gran parte del pomeirggio: 60.000 persone c'erano davvero.... Come gruppo che ha fatto riferimento alla protesta degli ombrelli...

(16 Febbraio 2011)

monica perugini Comunisti Sinistra popolare

Fare come in Tunisia e in Egitto. Una grande marcia nazionale su palazzo chigi per imporre a berlusconi le dimissioni.

Appello a tutte le sinistre- politiche, sindacali, di movimento - e a tutto l'associazionismo democratico antiberlusconiano

Mentre le classi dirigenti del Paese scatenano una guerra sociale contro il mondo del lavoro e la giovane generazione, precipita la crisi politica e istituzionale della seconda Repubblica. Senza che le opposizioni parlamentari sappiano indicare una via d'uscita positiva per le ragioni dei lavoratori, dei giovani, delle donne. Il governo Berlusconi cerca di sopravvivere alla propria crisi accentuando...

(15 Febbraio 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

112965