il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Ad libitum

Ad libitum

(22 Marzo 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(10491 notizie - pagina 1 di 525)

Turchia e Iran: mani tese al Qatar

Altro che chiudere Al Jazeera, mossa velleitaria cui probabilmente non credono neppure i Saud, anche perché trova contrario l’Occidente che difende il sistema mediatico. Contro l’isolamento del Qatar accorrono due potenze regionali che non si amano, ma tantomeno sopportano la smania egemonica di Riyad: Turchia e Iran. I cui uomini chiave, Erdogan e Rohani, intervengono entrambi...

(26 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

No Muos: ritmo rivoluzionario

Il 1 luglio si avrà un altro passaggio importante della battaglia contro il Muos: Niscemi sarà attraversata da una manifestazione che si preannuncia assai partecipata, coniugando - come nel recente passato - le istanze ambientali con quelle antibelliciste. Per contribuire a creare il clima giusto, in prossimità di quel momento di lotta, il noto musicista e militante lampedusano...

(25 Giugno 2017)

Giacinto Calandrucci


in: «No basi, no guerre»

Napoli con la Palestina! Appuntamento sabato 24 giugno alle 18

Sabato 24 giugno - ore 18 - Ex OPG Occupato - Je so' pazzo - INCONTRO "In lotta contro l'oppressione". Dopo la vittoria dei prigionieri, cosa sta succedendo in Palestina? Facciamo un bilancio della mobilitazione con Samidoun Palestinian Prisoner Solidarity Network, in collegamento skype dalla Palestina - PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Cinquant’anni dopo (1967-2017). I territori palestinesi...

(23 Giugno 2017)

Coordinamento napoletano per la Palestina


in: «Palestina occupata»

Arabia Saudita, Salman bin promosso erede al trono

La smania muscolare che annida fra i Saud trova un interprete rampante e pretenzioso in Salman bin il cui papà, contravvenendo a quanto aveva disposto tempo addietro, ora innalza a erede al trono. Viene scalzato il nipote Mahammed bin Nayef, già designato come delfino e ieri disconosciuto grazie al voto espresso a larghissima maggioranza dal Consiglio di Fedeltà all’Arabia...

(21 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

GUERRA PSICOLOGICA IN VENEZUELA

di Marcelo Colussi (*) Il Venezuela è in guerra. Lo è da molto tempo, ma in questi ultimi mesi tutto indica che questa guerra è entrata in una nuova fase. Coloro che la provocano sembra che abbiano scommesso che questo sia il momento finale di questo scontro. Cioè: una guerra che deve avere uno sbocco; e come in ogni guerra, uno dei due lati che combattono deve vincere...

(21 Giugno 2017)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni


in: «La rivoluzione bolivariana»

Striscia di Gaza con 2-3 ore di elettricità al giorno a causa dei tagli di Israele e ANP

Ramallah-Ma’an. Lunedì, Israele ha iniziato a ridurre i rifornimenti elettrici alla Striscia di Gaza assediata, nonostante sia stato invitato dalle organizzazioni umanitarie a non attuare la decisione richiesta dell’Autorità palestinese (ANP). La società elettrica di Gaza, la Gaza Electricity Distribution Corporation, ha dichiarato in una comunicato, lunedì,...

(20 Giugno 2017)

Agenzia stampa Infopal


in: «Palestina occupata»

Voglio uccidere i musulmani

Nella testa del conducente-vendicatore, bianco, forse britannico - cattolico, protestante, ebreo o non credente non importa - Finsbury Park si prende la rivincita su Westminter e London Bridge. “Voglio uccidere i musulmani” è l’essenza di un pensiero che se per ora può contare sull’esempio di un ‘lupo solitario occidentale’ magari darà vita...

(19 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La Turchia cerca una mediazione fra le petromonarchie

Il ministro degli Esteri turco Cavusoglu è volato in Kuwait per tessere una tela relazionale fra i Paesi del Golfo dopo la tensione che da due settimane ne contrappone alcuni al Qatar. A Kuwait City ha incontrato l’omologo locale Sabah Khaled al-Sabah con l’intento di creare una mediazione fra le case regnanti attualmente ai ferri corti. Ai funzionari qatarioti presenti all’incontro...

(17 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

Afghanistan, il ritorno dei marines

La Casa Bianca in accordo col Pentagono ufficializzerà a breve un consistente rilancio del conflitto di terra in Afghanistan. Con tanto di scarponi e uomini al suolo, come ha fatto per tredici lunghi anni, dal 2001 al 2014. Sarebbe più corretto dire che il Dipartimento della Difesa convince il presidente americano a rinfocolare una guerra in corso, avallando il piano che il responsabile...

(15 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

In Venezuela lo scontro tra fazioni borghesi allontana la classe operaia dalla lotta per i suoi veri obbiettivi

Lo scontro politico fra il governo e i partiti e i movimenti che lo appoggiano, da un lato, e l’opposizione e i vari partiti e movimenti che gli si mettono contro da l’altro, si è acutizzato fino a tornare ai livelli di violenza cui si arrivò alcuni anni fa con le cosiddette “guarimbas”, barricate e blocchi stradali, con assalti e incendio di mezzi di trasporto...

(14 Giugno 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Iran, la Guida Suprema accusa gli Stati Uniti di terrorismo

Se l’attacco firmato Isis al palazzo del Parlamento iraniano e al Mausoleo dell’ayatollah Khomeini doveva avviare quel processo d’irrigidimento e rinfiammare i rapporti fra Teheran e Wasghington - una tendenza su cui ha lavorato dal suo insediamento l’amministrazione Trump - il piano sta riuscendo a meraviglia. Perché tenere calma l’ala più intransigente...

(13 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Non raccontateci che le basi militari rilanciano l'occupazione

Da delegati-lavoratori-indipendenti-pisa.blogspot.it Siamo sinceramente basiti dalla accusa di disonestà intellettuale lanciata dall'amministrazione comunale di pisa contro i consiglieri e gli aderenti alla campagna contro la militarizzazione del territorio di Pisa e Livorno. La nostra impressione, da cittadinie,lavoratori e lavoratrici è che in consiglio comunale la maggioranza del...

(11 Giugno 2017)

SINDACATO GENERALE DI BASE TOSCANA, DELEGATI E LAVORATORI INDIPENDENTI


in: «No basi, no guerre»

Teheran sotto l'attacco jihadista

Il terrorismo jihadista arriva a Teheran. Quel che non era accaduto si è verificato stamane con un duplice attacco in due luoghi simbolo: il Parlamento e il Mausoleo dell’ayatollah Khomeini. Un commando di tre persone armate di khalashnikov, ha colpito e ucciso una guardia nel palazzo del Majlis. Si registrano alcuni feriti fra militari e funzionari. Gli assalitori tengono in ostaggio...

(7 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

"Il vero piano dell'estrema destra venezuelana è sterminare una parte della popolazione". Spari alla schiena contro una giornalista di Tele Sur, che si salva grazie al giubetto antiproiettile.

Il vero piano dell'estrema destra non è abbattere il presidente Nicolas Maduro, bensì perpetrare uno sterminio di una parte della popolazione in Venezuela", così il ministro per la Comunicazione e l'Informazione, Ernesto Villegas, che è intervenuto nel programma mattutino “Dando y Dando” dell'emittente Radio Nazionale del Venezuela (RNV). Villegas ha denunciato...

(7 Giugno 2017)

Fabio Sebastiani - controlacrisi


in: «La rivoluzione bolivariana»

Petromonarchie, le accuse fra sodali del jihadismo

I sovrani dei petrodollari hanno da tempo sostituito invidie e rivalità con scontri diplomatici e addirittura conflitti. Dietro l’angolo ci sono sempre interessi economici, pur ammantati da orientamenti religiosi e politici. L’attuale contrasto guidato dai sauditi, e volto a isolare il Qatar ponendogli un cordone sanitario allargato a pesi massimi del mondo arabo come l’Egitto,...

(6 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Londra: l’ora dei conti

di Guadi Calvo (*) Un altro attacco, low cost, è avvenuto a Londra lo scorso sabato, con 7 morti e circa 48 feriti, dei quali 21 in stato critico, il che significa che quando leggerete queste righe il numero dei morti potrà essere più elevato. Questa volta i fatti si sono svolti sul Ponte di Londra e nel complesso Borough Market, una zona alla moda piena di pubs e ristoranti....

(6 Giugno 2017)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La guerra imperialista che si combatte in Siria

Dopo l’Iraq la Siria è divenuta il campo di battaglia degli imperialismi, preda di una guerra civile iniziata nel 2011 a seguito di una sollevazione contro il regime di Bashar al-Assad. Il Paese è legato tradizionalmente alla Russia e all’Iran. Schiacciato tra la Turchia a nord, il Libano, Israele e la Giordania a sud e l’Iraq ad est, costituisce un passaggio obbligato...

(4 Giugno 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

Raqqa, Cappuccio Rosso muore combattendo

‘Cappuccio Rosso’ sembra una favola. Troppo simile al Cappuccetto che tanti bambini hanno incontrato nei racconti di nonni e maestre. Il nomignolo ad Ayse Deniz Karacagil, nata in Turchia ma col cuore in Kurdistan, l’aveva coniato uno che di nomignoli se ne intende: Michele Rech meglio conosciuto come Zerocalcare. Il fumettista aveva conosciuto la giovane durante uno dei viaggi...

(2 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Afghanistan, il “Grande gioco” torna di moda

Nello scontro di lungo corso che mostra chi comanda e dove in Afghanistan, la cronaca spesso sanguinossima legata ad attentati e assalti riversati sulla popolazione civile (nell’esplosione di ieri oltre a due giornalisti e qualche funzionario le novanta vittime risultano prevalentemente passanti) supera la strategia dei conteggi. Quelli con cui la diarchia Ghani-Abdullah ha cercato di rassicurare...

(1 Giugno 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Mondi e fedi della strage perenne

Giorni addietro, in uno spettrale intervento sui social media anche più cieco del fondamentalismo, qualcuno ha definito l’assassinio dei 29 pellegrini copti benaugurante per l’avvio del Ramadan. Al torbido commentatore islamista facevano eco i crociati dell’informazione nostrana pronti a ribadire che l’unica soluzione è lo scontro, cercando vendette a tuttotondo...

(30 Maggio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

964138