il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

La grazia di Napolitano

La grazia di Napolitano

(6 Aprile 2013) Enzo Apicella
Napolitano concede la grazia al colonnello Joseph Romano condannato dalla corte d'Appello di Milano per il rapimento Abu Omar

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(9837 notizie - pagina 1 di 492)

Lettera aperta al Presidente della Repubblica: Il 2 giugno sospenda la parata militare

Egregio Presidente della Repubblica, Le scriviamo in merito alla Festa della Repubblica del 2 giugno che cade praticamente all'inizio del Suo settennato e per questo può tanto più assumere un valore simbolico di indirizzo e orientamento. Coloro che da tanti anni lottano perchè l'Italia ripudi la guerra hanno tante volte in questi anni protestato contro la parata militare sui...

(26 Aprile 2015)

RETE NOWAR – ROMA


in: «No basi, no guerre»

Guerre e politicanti falsari

Durante l'infausta guerra di Libia del 2011 la Lega era al governo. Quella guerra, che con altri conflitti simili è una delle cause fondamentali della fuga di centinaia di migliaia di profughi, fu voluta da Sarkozy, da Cameron, da Obama, dalla Clinton, da Napolitano, e dalle monarchie assolute di Arabia Saudita e Qatar. Tra i più chiassosi propugnatori Ignazio Benito Maria La Russa...

(23 Aprile 2015)

Michele Basso


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

IN MEMORIA DI BRAM FISCHER

Ricorre il 23 aprile l'anniversario della nascita di Bram Fischer (1908-1975), avvocato sudafricano, coraggioso lottatore contro il regime razzista, militante per la liberazione dell'umanita'. * Anche nel ricordo di Bram Fischer proseguiamo nell'azione nonviolenta per la pace e i diritti umani; per il disarmo e la smilitarizzazione; contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e...

(23 Aprile 2015)

Il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani


in: «Scenari africani»

Contro Expo ed Israele. Al fianco dei prigionieri e delle prigioniere palestinesi

GIOVEDI' 23 APRILE alle 20.30 alla Marzolo Occupata (via marzolo 4, zona Portello, Padova) si terrà un'ASSEMBLEA/DIBATTITO CON: - YOUNIS KUTAIBA, compagno del FRONTE PALESTINA che presenterà la campagna No Expo-No Israele - UNA COMPAGNA DI SAMIDOUN, che interverrà, in collegamento skype, sugli attacchi repressivi contro le compagne Rasmea Odeh e Khalida Jarrar e sulla situazione...

(21 Aprile 2015)

Solidali con la Palestina- Fronte Palestina Marzolo Occupata Assemblea di lotta "Uniti Contro la Repressione"


in: «Siamo tutti palestinesi»

La Cina s’avvicina

Attrazione interessata - L’accordo sino-pakistano di queste ore, non coinvolge solo la sfera economica, che prossimamente potrà addirittura trasbordare dai pur ciclopici 46 miliardi di dollari convogliati da Pechino verso la popolosa e irrequieta potenza regionale asiatica. Le mosse cinesi assumono contorni geostrategici senza muovere ufficialmente pedine militari, come invece accade...

(21 Aprile 2015)

Enrico Campofreda

Il primo conflitto mondiale. Riflessioni sulla guerra

A Frosinone, un ciclo di iniziative per approfondire, muovendo da prospettive inedite, i diversi aspetti della Grande Guerra A 100 anni dallo scoppio della prima guerra mondiale (28 luglio 1914) e in prossimità del centenario dell’entrata dell’Italia nel conflitto (24 maggio 1915), molti sono ancora i motivi per conoscere e riflettere su un evento che ha condizionato in maniera decisiva...

(20 Aprile 2015)


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

Renzi, l’amerikano

Si resta a Shinland, o magari si torna in forze a Heratcon parà e alpini. Parola di Renzi,che nel faccia a faccia con Obama lo impressione per sfrontatezza ed “energia”, così la definisce il presidente statunitense ben felice dello zelo militarista del premier italiano. Il quale oltre a tessere le lodi del modello americano, inseguito con passione e propinato a piene mani...

(18 Aprile 2015)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Turchia, la contesa armena

Qualcuno, qualcuno fra i turchi, lo chiama Ermeni Soykirimi, che sta per “genocidio armeno”. Sono pochi, in genere intellettuali: lo storico Akçam, lo scrittore e premio Nobel Pamuk, oppure oppositori. Sono turchi che rischiano d’essere a loro volta perseguitati come antipatriottici, perché il concetto di genocidio rivolto all’operato della grande Patria è...

(16 Aprile 2015)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

Yemen, l’Onu benedice la guerra saudita. La strage continua

Si ingarbuglia ulteriormente la situazione nello Yemen mentre continuano sul terreno i combattimenti tra i due schieramenti e i bombardamenti navali e aerei da parte dell’Arabia Saudita e degli altri paesi della coalizione sunnita nata su iniziativa di Riad allo scopo di riportare al potere l’esecutivo fantoccio rimosso nei mesi scorsi dai ribelli Houthi. Ribelli che hanno nettamente...

(15 Aprile 2015)

Marco Santopadre - Contropiano


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Esercito turco-Pkk, la voce delle armi ad Agri

Carezza la testa dei suoi ragazzi il primo ministro turco Davutoglu, recatosi con la consorte in visita al capezzale dei quattro militari feriti in uno scontro a fuoco registrato due giorni fa ad Agri, la provincia che i kurdi chiamano Qerekose verso il confine iraniano. Nel conflitto armato cinque militanti del Pkk sono fra le vittime. Secondo il premier l’attacco “aveva come obiettivo...

(13 Aprile 2015)

Enrico Campofreda


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

La tradizione antifascista dell’Anpi al fianco del popolo palestinese

Di seguito la trascrizione di un’intervista pubblicata su “Patria indipendente”, periodico della Resistenza e degli ex combattenti, vicino all’Anpi - la cui versione cartacea sta altresì chiudendo i battenti -, nel 1969, a seguito di un incontro voluto dagli esponenti di Al Fatah, in missione in Italia, con i dirigenti nazionali dell’Associazione. Quarantasei anni...

(13 Aprile 2015)

A cura di Silvio Antonini, Presidente Cp Anpi Viterbo


in: «Siamo tutti palestinesi»

Cp Anpi Viterbo: adesione all’iniziativa a sostegno della Carovana antifascista di Carbognano (Vt)

Dinanzi a quanto, nel silenzio dei nostri media, si sta verificando in Ucraina, dove una giunta golpista salita al potere a seguito di interventi di destabilizzazione sollecitati dall’esterno, sta restaurando nei fatti un regime di tipo neofascista, con provvedimenti atti a colpire le organizzazioni comuniste e antifasciste d’opposizione, con l’utilizzo di squadre e gruppi paramilitari...

(11 Aprile 2015)

Il Comitato provinciale Anpi di Viterbo


in: «Ucraina: un paese conteso»

Viterbo: "Restiamo umani" al Cosmonauta

venerdì 17 aprile 2015, ore 21,30 Spazio Arci Il Cosmonauta, via della Polveriera, quartiere Pianoscarano, 6, Viterbo Nell’ambito della XI ed. di RESIST, coordinata dal Cp Arci Il Comitato provinciale Anpi presenta lo Spettacolo teatrale RESTIAMO UMANI Urla e lacerazioni da Vittorio Arrigoni e dal popolo palestinese Testi di Vittorio Arrigoni, Mhamoud Darwish, Elena Ferretti e Luca...

(10 Aprile 2015)


in: «Palestina occupata»

Afghanistan, quotidiane esecuzioni alleate

E’ un giovedì come un altro nella città di Mazar-e-Sharif, capoluogo della provincia settentrionale di Balkh, in Afghanistan. Un gruppo di cinque uomini rapidi, armati, determinati penetrano in un compound sede del capo procuratore regionale. Sono attentatori talebani e, come in altre occasioni, indossano divise dell’esercito locale, così non vengono fermati da nessuno....

(10 Aprile 2015)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Ucraina - La lotta degli oligarchi per la spartizione del bottino

Scritto da Jorge Martin, da www.marxist.com La cosiddetta “Rivoluzione di Maidan” doveva essere a sostegno della democrazia e dei valori occidentali, contro la corruzione e l’oligarchia. Il risultato è stata la sostituzione del dominio di un gruppo di oligarchi con quello di un altro gruppo e adesso quelli che hanno beneficiato del cambiamento si fanno la guerra a vicenda...

(9 Aprile 2015)

marxismo.net


in: «Ucraina: un paese conteso»

Il sogno democratico turco, oltre Islam politico e kemalismo

Intervista a Sibel Güler

Sibel Güler è una giornalista turca. Ha iniziato giovanissima a collaborare con la testata Ozgir Gunden, finita costantemente sotto attacco di vari governi. Nel periodo buio del conflitto interno, compreso fra il 1990 e il 1998, settanta reporter di Ozgir Gunden persero la vita in un attentato. Per le continue pressioni subìte Güler dal 2006 si trasferisce a Londra, rientrando...

(8 Aprile 2015)

Enrico Campofreda e Gloria Geretto


in: «I cento volti della Turchia»

Lettera aperta inviata a RAI, Unicef e ASIFA-Italia: Non premiate Israele al festival 'Cartoons on the Bay'

Abbiamo saputo che quest'anno Israele sarà il Paese Ospite a 'Cartoons on the Bay', il Festival d'animazione televisiva organizzato dalla RAI che si terrà dal 16 al 18 aprile a Palazzo Labia, Venezia. Inoltre, a Israele verrà conferito il Pulcinella Award 2015 del festival.[1] Felicitazioni sono arrivate dell'ambasciatore israeliano Naor Gilon, intervenuto alla presentazione in...

(8 Aprile 2015)

BDS Italia


in: «Siamo tutti palestinesi»

In Sicilia la regia dei voli-spia Usa in Tunisia

“Le attività nello spazio aereo tunisino di velivoli in missione di sorveglianza rientra nell’ambito della cooperazione militare e d’intelligence con l’Unione europea per la lotta al terrorismo”. Alla vigilia di Pasqua, il ministro degli affari esteri tunisino Taieb Baccouche ha fornito la sua versione sulle attività del bimotore Super King Air 300 che dal...

(7 Aprile 2015)

Antonio Mazzeo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La Francia richiama le imprese che fanno attività nelle colonie israeliane. Che fa l’Italia?

Due imprese francesi si ritirano dalla costruzione della funivia a Gerusalemme. In Italia, la Pizzarotti e l’Acea hanno collaborazioni in attività presenti nei Territori palestinesi occupati e il governo tace. A fine marzo, due imprese francesi, la Safege, filiale della Suez Environnement, e la Poma, si sono ritirate dal progetto per la costruzione della funivia che, in violazione del...

(7 Aprile 2015)

Comitato No all’Accordo Acea Mekorot Coalizione Italiana Stop That Train


in: «Siamo tutti palestinesi»

Ciudad Juárez, Messico: l’inferno silenzioso sotto gli occhi del mondo

I venti dal Pacifico soffiano la polvere del deserto di Chihuahua sulla “cicatrice sanguinante” che a nord di Juárezsepara la miseria dall’opulenza consumistica. Gli atroci miasmi prodotti dalle maquiladoras alitano su baraccopoli insalubri attraversate da rivoli nocivi, terribili discariche a cielo aperto dove il rifiuto umano convive con quello radioattivo. Un muchachito...

(4 Aprile 2015)

Lorenzo Ghetti


in: «America latina: un genocidio impunito»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

643845