il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Salvate la Sanità

Salvate la Sanità

(28 Novembre 2012) Enzo Apicella
Secondo Monti il sistema sanitario nazionale è a rischio se non si trovano nuove risorse

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Sanità pubblica: rottamare per privatizzare

(464 notizie dal 8 Gennaio 2002 al 12 Novembre 2019 - pagina 12 di 24)

Rette casa riposo

Una nuova sentenza del TAR Veneto chiarisce ulteriormente in materia di rette a carico del paziente ricoverato in casa di riposo, affermando ancora una volta che l’integrazione va pagata dal comune di residenza e non dai parenti del soggetto. Molti comuni italiani, calcolano la retta tenendo conto dei redditi del paziente e dei suoi familiari, ai quali poi viene chiesta l’integrazione...

(6 Giugno 2012)

Alberto D’Andrea Marina Alfier Pdci – FdS Veneto orientale

Puglia. Impedire l'ulteriore attacco alla sanità pubblica del Governo Monti.

A quanto pare il tiro al bersaglio nei confronti della sanità pugliese ha ripreso in maniera decisa. Infatti, l'ulteriore ulteriore taglio di ben 110 milioni di euro di fondi destinati alla Puglia sono un ennesima attacco all'esistenza di una decente sanità pubblica. Infatti, già i tagli precedenti portano alla chiusura di 19 ospedali e al taglio di quasi 2500 posti letto. E'...

(27 Maggio 2012)

Michele Rizzi - Coordinatore regionale di Alternativa comunista

Ammanco di denaro in sanità toscana: A pagare saranno cittadini e lavoratori\trici

Decine di milioni di euro di ammanco nella azienda asl di Massa (270 milioni), arresti di managers e dimissioni dell'assessora Regionale alla sanità Scaramuccia

Non conosciamo i particolari di una inchiesta giudiziaria appena iniziata ma come lavoratrici e lavoratori che operano nella sanità e nel sociale ribadiamo che da anni i risparmi delle Asl avvengono sulla carne viva del servizio sanitario pubblico: tagli e chiusure, sistematica riduzione del personale, enorme numero di precari sottopagati. Al contrario mai è stato messo in discussione...

(27 Maggio 2012)

Cobas Pisa

Ospedali in project, operatori schiavi

Cobas Sanità ha proclamato lo stato di agitazione sindacale di tutto il personale della Asl 12 Veneziana ed è stata pertanto convocata dal Prefetto di Venezia per un incontro di conciliazione, previsto per venerdì prossimo 25 maggio 2012. Questa Organizzazione Sindacale denuncia il degrado delle condizioni di lavoro dei lavoratori dell’Asl 12 Veneziana, che vedono da troppo...

(24 Maggio 2012)

COBAS Sanità Venezia

Malasanita' o massacro della sanita' pubblica?

Bruno Giorgini* Di tanto in tanto scoppia uno scandalo di cosidetta malasanità, e ecco che si invocano i carabinieri, meglio i NAS, che sembrano più competenti e meno caramba. Ma siamo certi che i carabinieri siano la risposta giusta ai problemi degli ospedali e della sanità pubblica? Non ho mai saputo di un carabiniere che sappia operare o curare il cancro, col che gli scandali...

(21 Febbraio 2012)

Radio Città Aperta - Roma

lavoratori asl 12 modello marchionne

I lavoratori della Asl 12 Veneziana hanno subito una riduzione di oltre il 20% dei loro incentivi di produttività (decurtazione del 20% delle quote + un unico conguaglio, anziché due) dall’accordo sindacati-azienda del 30 aprile 2009. Tanta fretta, cgil, cisl, uil ed fsi, l’hanno dimostrata nel voler recepire, assieme all’Asl 12, i “nuovi” criteri alquanto...

(22 Gennaio 2012)

COBAS Sanità Venezia

La trovata "americana"... dei chekup a pagamento

La regione Veneto e le Asl stanno cercando di fare cassa con ogni mezzo per coprire spaventosi deficit di bilancio creati per garantire gli interessi dei privati attraverso finanziamenti pubblici. I minori trasferimenti dello Stato verranno ripianati "all'americana" ovvero i cittadini pagheranno di tasca propria tutto ciò di cui avranno bisogno (ticket, quota fissa di 10 euro per ogni impegnativa…)....

(15 Gennaio 2012)

Marina Alfier Comunisti Italiani veneto Orientale

La Salute non è una Merce! Contestato Caldoro al Maschio Angioino.

Oggi, 7 dicembre 2011, il Movimento in Lotta per la Salute Pubblica ha manifestato il suo dissenso nei confronti dei tagli attuati dal Piano di Rientro approvato dall’amministrazione Caldoro. La Campania, pioniera per quanto riguarda i decreti di destrutturazione dei servizi pubblici, come successo non solo per la sanità ma anche per l’emergenza rifiuti, è il laboratorio...

(8 Dicembre 2011)

Movimento in Lotta per la Salute Pubblica

Napoli. Le nostre vite valgono piu’ dei loro profitti.

Giu’ le mani dai servizi sanitari pubblici.

La Sanità in Campania è allo stremo. Ovunque chiudono ospedali e ambulatori, le condizioni igieniche e l’affollamento sono spaventosi, lunghissime le liste d’attesa. Ormai è chiaro che a ripianare il debito e a pagare la crisi dovranno essere i cittadini, quelli più in difficoltà: aumentano i ticket da 50 € (prima visita) e 25 € (seconda), e...

(19 Novembre 2011)

Movimento di lotta per la Sanità Pubblica

Liste d'attesa

L'idea dell'ospedale unico del Veneto Orientale continua a far discutere. Il sindaco e parlamentare Forcolin, anziché concentrarsi sull’estrema esigenza di indicare una programmazione territoriale dei servizi socio-sanitari a supporto dell’eventuale ospedale unico, si limita a deridere le posizioni dell'opposizione. Siamo convinti che i servizi socio-sanitari del Veneto Orientale,...

(27 Ottobre 2011)

Alberto D’Andrea Marina Alfier comunisti italiani veneto orientale

La sanità che ammala lavoratori e utenti

Dopo ben 15 anni il Veneto avrà il nuovo Piano socio-sanitario regionale che programma ulteriori tagli di posti letto e ammazza i servizi pubblici

Dopo ben 15 anni il Veneto avrà il nuovo Piano socio-sanitario regionale che programma ulteriori tagli di posti letto e ammazza i servizi pubblici Il nuovo piano socio-sanitario appena approvato dalla Giunta regionale del Veneto, con ben 16 anni di ritardo, si rivela un elenco di tagli ai servizi, e non un vero strumento di programmazione. La regione Veneto tenta così di rientrare dal...

(10 Ottobre 2011)

COBAS SANITA' Venezia

Velletri, San Raffaele. Incatenati ai cancelli per chiedere diritto al lavoro e alla salute

“Chiediamo alla Regione Lazio e alla Usl che non venga chiuso il San Raffaele di Velletri, un patrimonio del territorio che così rischia la desertificazione sanitaria”. Diritto alla salute e diritto al lavoro, è quanto chiedono i dipendenti del San Raffaele che, dopo l’arrivo delle lettere di licenziamento, continuano a manifestare con un presidio davanti alla struttura. Alcuni...

(30 Settembre 2011)

Valentina Valentini DirittiDistorti

Lettere di licenziamento al San Raffaele di Velletri

Sono arrivate questa mattina le lettere di licenziamento per 257 dipendenti del San Raffaele di Velletri, struttura di cui è stata decisa la chiusura con il decreto regionale 62 del 27 luglio 2011. I licenziamenti avranno decorrenza dal 27 ottobre, e a niente sono serviti le continue richieste dei lavoratori di avere un chiarimento con le autorità responsabili di questa situazione, in...

(27 Settembre 2011)

Valentina Valentini DirittiDistorti

Serra San Bruno (Vibo Valenza): comunicato Slai Cobas

Il Dott. C. Truscello, responsabile del servizio di riabilitazione ASP, con nota prot. n. 13/SRNM del 1° settembre 2011 destina le Fisioterapiste che garantivano l’attività ambulatoriale di riabilitazione presso l’Ospedale di Serra San Bruno al reparto di lungodegenza della stessa Struttura per le esigenze fisioterapiche dei lungodegenti interrompendo di fatto il servizio ai...

(18 Settembre 2011)

Coordinamento Slai – Cobas Serre Calabre

La politica sanitaria della regione Veneto fra buchi finanziari che appaiono e scompaiono

E’ di questi giorni la notizia del “risanamento” del bilancio della sanità veneta. Apprendiamo infatti dalla stampa (Corriere della Sera 30 aprile 2011) che dopo aver evitato il commissariamento e la reintroduzione dell’IRPEF “.. il buco di un miliardo della sanità veneta si trasforma in utile. Resta tuttavia il fatto che quel deficit strutturale di bilancio...

(13 Maggio 2011)

COBAS Sanità Venezia

Vendola come un Robin Hood al contrario: toglie ai poveri per dare ai ricchi!

Le ultime dichiarazioni dell'assessore alla sanità Fiore sull'aumento del buco nella sanità (fatto dal primo governo Vendola) e quelle dell'assessore al bilancio Pelillo sul possibile aumento dell'irpef dei lavoratori pugliesi, sono totalmente inaccettabili per Alternativa comunista. Infatti Vendola, che nei talk show televisivi parla di lotta per i diritti dei lavoratori, nella nostra...

(19 Marzo 2011)

Michele Rizzi - Coord. reg. di Alternativa comunista.

No al mercato delle cure per i tumori

Fermiamo la speculazione privata sulle cure per i tumori

Dopo la gestione fallimentare dell’Asl 12 Veneziana, venuta alla luce per effetto dell’implosione dei costi del project financing dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre, incuranti delle recenti raccomandazioni della Corte dei Conti di rivedere contratti con i privati sempre più insostenibili che incidono in maniera pesantemente negativa sugli equilibri finanziari della...

(10 Marzo 2011)

COBAS Sanità Venezia

Puglia. Serve uno sciopero della sanità per bloccare la chiusura degli ospedali

Mentre l'assessore Fiore e i vertici del PD si scontrano su come pianificare i tagli alla sanità, parte il giro di boa dell'applicazione del Piano sanitario regionale concordato da Vendola e Fitto che, con l'inizio del blocco dei ricoveri in molti ospedali, di fatto ne anticipa la chiusura. Stanno saltando ben 18 ospedali, tra proteste di sindaci e di lavoratori delle città interessate,...

(8 Marzo 2011)

Michele Rizzi - coordinatore regionale di Alternativa comunista

Situazione delicata all'Opera Serena, lo Slai-Cobas scrive alle Istituzioni

TERMOLI. Le vicissitudini affrontate dalla fondazione Opera Serena prese di petto dallo Slai-Cobas. L’iniziativa è di Giovanni Sappracone e Aly Soliman, che con una lettera circostanziata hanno voluto coinvolgere il gestore e gli enti locali riguardo la situazione alla casa di riposo. “In data 01/04/2007 Fu stipulato un contratto di convenzione tra la Fondazione OPERA SERENA,...

(1 Marzo 2011)

SLAI Cobas

Lazio, proseguono i tavoli. Sanità, no ai tagli e stabilizzazione precari

In allegato il verbale dell'incontro del 13 gennaio Roma – lunedì, 17 gennaio 2011 Report incontro Regione Lazio/Sanità Il giorno 13 dicembre si è tenuto presso l’Assessorato alla Salute della Regione Lazio il 3° incontro con i movimenti uniti contro la crisi dopo l’occupazione dei tetti della Regione. La delegazione composta da USB, Cobas, Blocchi Precari...

(17 Gennaio 2011)

USB Unione Sindacale di Base

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

552770