il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Emergenza ceneri...

Emergenza ceneri...

(17 Aprile 2010) Enzo Apicella
La nuvola di ceneri del vulcano Eyjafjallajokull arriva sull'Italia. A Roma manifestazione in solidarietà a Emergency

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

Imperialismo e guerra (cronaca nordovest)

Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...

Per il ritiro immediato delle truppe d'occupazione e delle "missioni di pace"

(18 notizie dal 18 Marzo 2004 al 19 Settembre 2009 - pagina 1 di 1)

Ognuno pianga i suoi morti.

Rispettiamo il dolore delle famiglie, ma non piangiamo i cinque soldati caduti in Afganistan per una guerra di rapina imperialista.

In una società divisa in classi, in cui lo stato e le istituzioni, fra cui l’esercito, sono a difesa del capitale e quindi contro gli operai e i lavoratori, ognuno piange i suoi morti. Noi piangiamo e listiamo a lutto le nostre rosse bandiere ogni anno per 1500 lavoratori assassinati dai padroni sui posti di lavoro, per le 5000 morti all’anno per tumori derivanti dall’amianto...

(19 Settembre 2009)

Work, notiziario per il coordinamento dei proletari e dei lavoratori comunisti E-mail: autorganizzati.milano@gmail.com

Noi non piangiamo i soldati caduti per una guerra di rapina imperialista

Per cosa sono morti i soldati italiani? Questa è la prima domanda che dobbiamo porci, al di là della retorica che in questi momenti sommergerà l’Italia e che cercherà di nascondere i veri motivi perché questi soldati con le armi più sofisticate erano in questo Afganistan. I politici, i pennivendoli del regime, i sindacati confederali, vi racconteranno...

(18 Settembre 2009)

Lavoratori e delegati sindacali dello Slai Cobas della Regione Lombardia

Dall'iraq alla palestina la resistenza necessaria

Oggi più che mai è necessario schierarsi a favore delle Resistenze dei popoli contro le aggressioni delle potenze imperialiste, ed in particolare a fianco delle forze laiche e rivoluzionarie. In Medioriente si sta combattendo una lotta non solo di liberazione dall'occupazione militare ma anche di opposizione allo logiche imperialiste. Gli scenari di guerra in Medioriente si stanno...

(20 Novembre 2007)

CENTRO SOCIALE AUTOGESTITO VITTORIA http://www.ecn.org/vittoria

9 Giugno una scadenza o un punto di partenza?

Ai compagni e alle compagne delle realtà che hanno lavorato per la riuscita del corteo nazionale del 9 giugno a Roma.

Il 9 giugno un enorme corteo di decine di migliaia di persone ha sfilato a Roma per protestare contro l’arrivo del terrorista Bush, gradito ospite del “pacifista” Prodi. Un importante successo, che tutti noi abbiamo contribuito a determinare, per il numero elevatissimo di partecipanti caratterizzato anche da una forte intensità e coinvolgimento. Un grande movimento che si...

(13 Giugno 2007)

I compagni e le compagne del Centro Sociale Autogestito Vittoria.

Iniziative a Milano in preparazione del corteo del 9 giugno a Roma contro la visita di Bush

MERCOLEDI 30 MAGGIO: incontro di movimento in via Volturno per organizzare le iniziative in preparazione al corteo del 9 giugno SABATO 2 GIUGNO: presidio ore 15 in piazza Cordusio indetto dal Coordinamento Milanese Contro la guerra MERCOLEDI 6 GIUGNO: assemblea pubblica al CSA Vittoria ore 21.30 in preparazione al corteo del 9 giugnO 9 giugno corteo a Roma contro la visita di Bush Il CSA Vittoria...

(28 Maggio 2007)

C.S.A.Vittoria - Milano

Sull'assassinio di Saddam Hussein

“Combatto la tirannia USA in nome degli iracheni, degli arabi, dei popoli di tutto il mondo. Sono certo che gli Stati Uniti non saranno in grado di imporre un Nuovo Mondo. Quanto a me, ho operato per gli arabi e ho fatto il mio dovere. Sono convinto che il popolo iracheno combatterà fino all’ultimo. Non accetterà mai un dominio straniero. All’aggressione si resisterà...

(8 Gennaio 2007)

Coordinamento di lotta per la Palestina - Milano

30 dicembre 2006: Saddam Hussein, Presidente dell'Iraq, è stato assassinato

Buon capodanno a chi non farà festa

"Combatto la tirannia USA in nome degli iracheni, degli arabi, dei popoli di tutto il mondo. Sono certo che gli Stati Uniti non saranno in grado di imporre un Nuovo Mondo. Quanto a me, ho operato per gli arabi e ho fatto il mio dovere. Sono convinto che il popolo iracheno combatterà fino all'ultimo. Non accetterà mai un dominio straniero. All' aggressione si resisterà fino a quando...

(2 Gennaio 2007)

COMITATI CONTRO LA GUERRA - MILANO

Per il ritiro totale ed incondizionato di tutte le truppe!

Presidio a Milano il 25 novembre

L'Italia è oramai impegnata in ben tre teatri di guerra, ed in una ventina di altri paesi, per affermare i disegni dell'imperialismo occidentale e per garantire le classi dominanti di quei luoghi, sue alleate. In Afghanistan la guerra continua ed aumenta il numero dei militari presenti in quel paese. L'Italia conferma il suo impegno a sostegno degli USA e di un governo locale che non ha niente...

(23 Novembre 2006)

COORDINAMENTO MILANESE CONTRO LA GUERRA

25 Novembre: torna in piazza a Milano il movimento anti guerra (quello vero)

dalle ore 15:00, presidio a Piazza XXIV Maggio/Corso di Porta Ticinese

Sabato 25 novembre, dalle ore 15:00, presidio a Piazza XXIV Maggio/Corso di Porta Ticinese del Coordinamento milanese contro la guerra, promosso dal Movimento per il Partito comunista dei lavoratori, Federazione anarchica italiana, Csa Vittoria, Rete dei comunisti, sindacati di base e altri soggetti politici e di movimento Dopo il 18 novembre a Roma, il movimento (quello vero) di opposizione alla guerra,...

(22 Novembre 2006)

McPCL - Milano

C'e' chi dice no!

No a nuove missioni militari all'estero. No alla finanziaria di guerra del governo Prodi

Il governo “progressista” di Prodi e soci sta inviando le truppe italiane in giro per il mondo. In Afganistan l’imperialismo italiano è pienamente complice dei massacri compiuti contro la popolazione civile e delle fallimentari operazioni di repressione della resistenza locale, mentre in Libano le forze armate italo-europee, rappresentano nei fatti, degli alleati dell’imperialismo...

(10 Novembre 2006)

Comitato per il ritiro delle truppe - Milano

Crema: corteo cittadino contro la guerra, al fianco della resistenza dei popoli oppressi

e per il ritiro dell’esercito imperialista da tutti i fronti di guerra

MERCOLEDì 4 OTTOBRE, ORE 20, P.zza GARIBALDI -CREMA- Dalla Jugoslavia all’Afghanistan, dall’Iraq al Libano: con la fine della guerra fredda gli USA e l’Unione Europea hanno dato inizio ad un nuovo ciclo di aperta guerra imperialista per il controllo strategico delle materie prime e per l’allargamento dei mercati. Chi pensava che il governo di centro sinistra, forte...

(2 Ottobre 2006)

Assemblea contro la guerra e la pace sociale

Via le truppe dall’Afghanistan

Piu’ spese sociali, meno spese militari

Nelle prossime settimane il Parlamento dovrà discutere il rinnovo della presenza militare italiana in Afghanistan. Si tratta di una brutale occupazione militare, senza giustificazione alcuna, funzionale soltanto agli interessi del governo statunitense e di poche multinazionali. A causa di questa guerra insensata hanno già perso la vita migliaia di afghani e alcuni militari occidentali...

(22 Luglio 2006)

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA Circolo di Bussoleno – Valle Susa Circolo di Piossasco-Cumiana Circolo Trasporti (Torino) Circolo Universitario (Torino

Opposizione internazionalista alle missioni di guerra dell’imperialismo italiano

Lo scorso 30 giugno il governo Prodi ha approvato il decreto per il rifinanziamento delle missioni militari italiane all’estero nel secondo semestre 2006: si tratta di 488 milioni di euro. L’Italia attualmente mantiene oltre 8000 suoi militari in 18 paesi del mondo, in Irak, in Afghanistan, in Kosovo, in futuro in Sudan, per un totale di 29 missioni alla ricerca di nuovi affari per banche,...

(17 Luglio 2006)

Comitato di Lotta Internazionalista - Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori (PCL) - Pagine Marxiste - Gruppo Comunista Rivoluzionario

Rifondazione Comunista di Cuneo chiede coerenza al Partito

Sul ritiro delle truppe dall'Afghanistan

Ordine del Giorno contro il rifinanziamento della missione militare italiana in Afghanistan approvato all'unanimità dal Comitato Politico Federale del Partito della Rifondazione Comunista, Federazione di Cuneo, in data 8 luglio 2006. Col ritiro delle truppe dall'Iraq il governo mantiene gli impegni assunti durante la campagna elettorale. E’ una scelta importante in sintonia con le aspettative...

(12 Luglio 2006)

Comitato Politico Federale di Rif. Com. di Cuneo

Non un soldo, non un soldato per la guerra

Non e' accettabile in alcuna forma la continuazione dell’intervento militare italiano in Afghanistan: tantissimi lavoratori sono scesi in piazza ripetutamente contro la politica guerrafondaia del governo USA e dei suoi alleati. Il governo Prodi ha incassato i voti di quella parte (maggioritaria) del popolo italiano che e' sempre stato ostile alla guerra. Oggi per ragioni di mera bottega politica...

(7 Luglio 2006)

Confederazione Unitaria di Base - La Spezia

Milano - 15 maggio 2006: Il Parco della Martesana cambia nome?

Ricevo da parte del Sindaco Albertini un invito: una cerimonia per intitolare il Parco della Martesana", nome bellissimo e che rimanda alle migliori tradizioni e storia milanesi, "In memoria dei martiri della libertà iracheni vittime del terrorismo". Questa frase non ha alcun significato, contenendo almeno due contraddizioni. Innanzitutto, in Iraq, occorre distinguere la resistenza all'occupazione...

(15 Maggio 2006)

Vincenzo Viscuso Cittadino Milanese Membro del Tribunale Internazionale B.Russel's sui crimini di guerra in Iraq Gestore del sito www.uruknet.eu

E ora via le truppe dall'Iraq. Subito!

iniziativa per il ritiro delle truppe a Genova

Nei giorni scorsi si sono svolte alcune riunioni che hanno visto la partecipazione di compagni di varie associazioni, collettivi e organizzazioni che negli anni passati si sono battuti per il ritiro immediato delle truppe in Iraq: Rete contro il G8 per la globalizzazione dei diritti, San Benedetto, Buridda, Emergency, Rifondazione Comunista. La valutazione emersa in quella sede riunioni è che...

(13 Maggio 2006)

Resistenze Blog per il dibattito politico e l'organizzazione sociale di Progetto Comunista - Sinistra di Rifondazione Comunista Genova

20 marzo 2003: un anno di guerra in Iraq

manifestazioni di protesta in tutto il mondo

In Iraq non c’è alcuna “operazione di pace”, è in corso un’occupazione militare che prosegue la guerra combattendo la resistenza all’invasione. Le truppe occidentali sono impiegate in operazioni antiguerriglia e di controllo del territorio iracheno. Questa guerra non è stata fatta per: - rendere inoffensive le famose “armi di distruzione di...

(18 Marzo 2004)

Slai Cobas Milano Sindacato dei Lavoratori Autorganizzati Intercategoriale

148287