il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

La lotta del Popolo Kurdo

(195 notizie dal 20 Gennaio 2003 al 25 Gennaio 2019 - pagina 5 di 10)

14 ottobre – Presidio. Ovunque Kobane, ovunque resistenza!

Torino martedì 14 ottobre ore 18 presidio in piazza Castello Ovunque Kobane, ovunque resistenza! Da più di due anni il popolo del Rojava – regione a maggioranza curda nel nord della Siria – ha liberato il proprio territorio sperimentando una vera e propria rivoluzione sociale, fondata sulla partecipazione dal basso, l’uguaglianza tra uomini e donne e il rispetto dell’ambiente. Proprio...

(10 Ottobre 2014)

anarresinfo.noblogs.org

Una combattente curda delle YPJ a Kobanê scrive a sua madre

Mi sono ricordata di te e ho pianto.Azad ha una bella voce.Anche lui ha pianto quando stava cantando.Anche a lui manca sua madre che non vede da un anno. Ieri abbiamo aiutato un amico ferito.É stato ferito da due proiettili.Non sapeva molto della seconda ferita quando stava indicando la prima pallottola nel petto.Stava sanguinando troppo dai suoi fianchi.Abbiamo fasciato la ferita e gli ho...

(10 Ottobre 2014)

retekurdistan.it

YPG: Un appello a tutti i manifestanti per Kobanê in Europa

NEWS CENTER (DIHA) – Mentre in Turchia, Kurdistan e Europa continuano le proteste, il portavoce delle Unità di Difesa del Popolo (YPG) Rêdur Xelil ha mandato un saluto a tutti manifestanti. Xelil ha detto: “A nome dei combattenti delle YPG e delle Unità di Difesa delle Donne (YPJ) e di tutti i difensori della città Kobanê, vi salutiamo. Vi chiediamo di...

(9 Ottobre 2014)

UIKI

Karayilan: da dove arrivano così tante munizioni a ISIS?

Estratto di un’intervista a Murat Karayilan, componente del Consiglio Esecutivo della KCK pubblicata ieri: Ora Kobane è sotto attacco con armi molto avanzate già da 23 giorni e vengono condotti attacchi violenti di ogni genere. Ma si sente qualcosa dai paesi vicini? No. Tutti stanno a guardare o li sostengono. Oggi, nel ventesimo secolo a Kobane in mezzo ai paesi coloniali si...

(8 Ottobre 2014)

retekurdistan.it

Il pantano mediorientale e la lotta del popolo curdo

La città curdo-siriana di Kobane sta per cadere. In queste ultime settimane i combattenti curdi hanno fatto fronte praticamente da soli agli attacchi dell'Isis, che ormai controlla tre delle quattro vie di accesso alla città. Nonostante tutti i proclami, l'Occidente assiste immobile a questo scempio. L'aviazione degli Stati uniti ha praticamente azzerato da giorni i bombardamenti sulla...

(8 Ottobre 2014)

Francesco Giliani - FalceMartello

AGIRE ORA PER SCONGIURARE UN MASSACRO CONTRO I CURDI A KOBANE!

MERCOLEDI’ 8 OTTOBRE 2014 A PARTIRE DALLE 19.00 AL COLOSSEO - ROMA FIACCOLATA, KOBANE NON E’ SOLA! CONTRO IL FASCISMO DELLO STATO ISLAMICO! PER L’AZIONE DELLA COMUNITA’ INTERNAZIONALE! L’organizzazione terroristica IS (Stato Islamico) sta sfortunatamente avanzando dentro la città Kobane nel Kurdistan occidentale (Siria settentrionale). Sono già entrati...

(8 Ottobre 2014)

Centro socio-culturale Ararat – Rete italiana di solidarietà con il popolo kurdo

Arin, un doppio sogno per le vite degli altri

Nei suoi occhi di ragazza Amin Mirkan guarda il mondo con un sorriso. Ci piace pensare lo facesse anche verso quel mondo cupo che si presenta bardato di nero fin sulle porte della sua Kobane, la cittadina della resistenza. Sorride difendendo la propria gente cui era legata come ai suoi figli. Per questo popolo lei sacrifica la vita alla maniera di certo jihadismo più coraggioso degli infingardi...

(7 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

YPG: Il sacrificio di Arîn Mîrkan, la linea della nostra resistenza

Il centro stampa delle YPG (Unità di Difesa del Popolo) ha rilasciato una dichiarazione sugli ultimi scontri a sud e a est di Kobanê, in cui si afferma che ci sono stati combattimenti corpo a corpo in 50 punti. Ha anche annunciato che una donna combattente, Arîn Mirkan, ha condotto un attacco suicida a Mistenur. Le YPG hanno affermato che 74 componenti delle bande [di ISIS] sono...

(6 Ottobre 2014)

Uiki

Assedio alla Rojava, il simbolo dell’utopia praticabile

Se la Kobane assediata assurge al ruolo di piccola Stalingrado kurda, esiste un comune denominatore che avvicina i nemici della Rojava. Seppure in queste ore schierati su fronti opposti i jihadisti dell’Isis e l’esercito turco puntano entrambi alla caduta di questo simbolo. Quella regione autonoma kurda in terra siriana è la testimonianza di come l’utopia del leader storico...

(2 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

Stop agli attacchi di ISIS contro Kobane! 1 ottobre 2014: presidio a Milano

Stop agli attacchi di ISIS contro Kobane! Stop alla fornitura di armi della Turchia a ISIS! Solidarietà con il Kurdistan occidentale e Kobane! Presidio Mercoledì 1 Ottobre 2014 – ore 18:00 Piazza del Duomo-Milano II Medio Oriente continua ad assomigliare ad una polveriera. L’organizzazione ISIS terrorizza sempre più l’intera regione. A parte gli attacchi...

(30 Settembre 2014)

Fermare gli attacchi di ISIS su Kobane
Fermare la continua fornitura di armi della Turchia a ISIS

Solidarietà con il Kurdistan occidentale

Il Medio Oriente continua ad assomigliare ad una polveriera.L'organizzazione barbara di ISIS terrorizza sempre più l'intera regione. A parte gli attacchi sulle regioni curde nell'Iraq settentrionale, dove ISIS ha ripetutamente massacrato curdi(specialmente yezidi),cristiani e turcomanni-Mosul e Tikrit sono gìa state conquistate-ISIS ha ripreso attaccare la regione di Kobanê nella...

(22 Settembre 2014)

UIKI ONLUS

Il co-presidente di Kobanê: Nessuno deve aspettarsi che ci arrendiamo

Continua la resistenza delle forze delle YPG e YPJ contro le bande di ISIS che attaccano il cantone di Kobanè con carri armati e artiglieria. Il co-presidente del cantone di Kobanê Enver Muslim ha annunciato che l’intenzione delle bande dell’ISIS è fare a Kobanê un secondo massacro come quello di Sinjar. Ha poi aggiunto: “Nessuno deve aspettarsi che ci...

(21 Settembre 2014)

UIKI

Karayilan: L’HPG sta difendendo il diritto alla vita

Il membro del Comitato Esecutivo del PKK, Murat Karayilan, ha dichiarato che le Forze di Difesa del Popolo (HPG) del Kurdistan hanno assunto un ruolo importante nel difendere gli interessi dei curdi in tutte le parti del Kurdistan e nel proteggere i popoli della regione. Karayilan ha aggiunto che l’unico scopo di queste forze è quello di “adempiere ai loro doveri umanitari e di...

(14 Settembre 2014)

uikionlus.com

A Colemêrg si sviluppano ‘comuni’* di villaggio

Alcuni villaggi a Colemêrg (turco: Hakkari) hanno iniziato a fondare assemblee delle comuni di villaggio per risolvere i propri problemi. I residenti locali che ora risolvono i propri problemi all’interno di queste comuni di villaggio e senza dover essere grati allo stato hanno un messaggio semplice per tutti “fondate la vostra comune di villaggio!” I residenti del villaggio...

(7 Settembre 2014)

uikionlus.com

La KCK evidenzia la Giornata Mondiale per la Pace

Rilasciando una dichiarazione per mettere in evidenza il 1 settembre, Giornata Mondiale per la Pace, la Co-Presidenza del Consiglio Esecutivo dell’Unione delle Comunità del Kurdistan (KCK) ha detto che una pace onorevole e vera verrà raggiunta attraverso lotte nobili. La KCK ha evidenziato che la Giornata Mondiale per la Pace di quest’anno arriva in un contesto in cui la...

(1 Settembre 2014)

uikionlus.com

Lice (Diyarbakir): un morto per onorare i martiri

Su quelle tombe i familiari pregano, gli attivisti meditano di passato e futuro, gli uomini dei villaggi che non ci sono più fanno la guardia. Perché la memoria della collina della memoria sia un monito per il tanto sangue versato. Ma ieri a Sehid Amed e nel cimitero di Sise è tornata la furia distruttiva e omicida dell’esercito turco. Si voleva rimuovere il busto di Mahsum...

(20 Agosto 2014)

Enrico Campofreda

Conflitto kurdo, la pace oltre la bandiera

Il giovinetto mascherato che guizza agile sul pennone, nel piazzale di una delle molte contestate basi militari presenti nella provincia di Diyarbakir, e porta giù con sé lo stendardo con la mezzaluna è lo straniamento intervenuto nella fase che ha inasprito rapporti e colloqui fra governo di Ankara e comunità kurda. La shockante novità viene da una delle istituzioni...

(11 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Kurdi, s’infiamma il distretto di Diyarbakir

Intikam: vendetta, è la risposta con cui i kurdi della provincia di Diyarbakir sono sfilati in corteo per ricordare le due vittime di scontri e repressione incrociati a Lice contro l’esercito turco. Una tensione cresciuta nelle ultime settimane per il dissenso della popolazione locale all’edificazione dell’ennesima caserma in cui il governo stipa militari. Per protestare contro...

(9 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Rezan, la via giudiziaria contro l’autodeterminazione

Il neo sindaco di Lice (nel Kurdistan turco) Rezan Zugurli è stata condannata dall’Alta Corte Criminale a 4 anni e due mesi di prigione “per aver commesso crimini per la guerriglia kurda”. In prima battuta, e dopo un arresto di tredici mesi iniziato a scontare nel 2012, il verdetto prevedeva 35 anni di reclusione poi ridotti a 5. Il tutto si riferisce a un fermo avvenuto nell’ottobre...

(11 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

Kurdistan turco, il passo dell’autonomia energetica

Mentre Heval Kewstani, membro del parlamento regionale del Kurdistan, propone la candidatura di Abdullah Öcalan per il Nobel della pace (il Comitato per il prestigioso premio lo inserisce fra le 278 candidature, ma viene poi smentito dalla Fondazione per il Nobel che preferisce glissare), gli amministratori delle province kurde di Hakkari e Sirnak, più il co-direttore del Partito della...

(15 Aprile 2014)

Enrico Campofreda

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |    >>

217348