il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Rete nazionale Disarmiamoli!

(83 notizie - pagina 1 di 5)

No all’intervento militare contro la Libia. No alla concessione delle basi italiane per la guerra

Appello per una manifestazione nazionale

Le bombe della cosiddetta “coalizione dei volonterosi” colpiscono da giorni la Libia, le città, i porti e le infrastrutture di un paese sino a poche settimane fa alleato sicuro e fedele di chi oggi lo sta bombardando. Gran parte degli aerei partono dal nostro paese, trasformando per l’ennesima volta l’Italia in una grande portaerei di guerra. La “No Fly Zone”...

(22 Marzo 2011)

La Rete nazionale “Disarmiamoli!!”


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Libia: Il neo colonialismo vola sulle ali della "No Fly zone"

Battiamoci per fermare la nuova aggressione USA / NATO nel cuore del Mediterraneo.

La volata in questa nuova escalation di guerra l’ha tirata il Presidente francese Nicolàs Sarkozy, il quale lo scorso 10 marzo - dopo l’incontro con il Consiglio Nazionale Transitorio libico, insediatosi a Bengasi e subito riconosciuto come unico rappresentante del popolo libico - chiedeva bombardamenti mirati sulla Libia. L’approvazione della risoluzione ONU per l’instaurazione...

(19 Marzo 2011)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Contro la guerra appoggiamo lo sciopero generale dell'11 marzo

L’industria della guerra non è in crisi...

16 febbraio 2011: Il Senato approva con voto bipartisan il rifinanziamento delle missioni militari all’estero nei primi sei mesi del 2011, per una spesa di 754,3 milioni di euro (1,5 mld all’anno). 410 milioni ( 2,26 mln al giorno) sono per l’Afghanistan, dove saranno impiegati 4.350 uomini, 883 mezzi terrestri e 34 velivoli (caccia-bombardieri, elicotteri, droni). In nove anni...

(10 Marzo 2011)

Rete Disarmiamoli - Nodo di Vicenza


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Contro l'interventismo militarista in Libia e i suoi apologeti.

Per l’autodeterminazione dei popoli magrebini.

Valter Veltroni si straccia le vesti a favore di una mobilitazione contro il regime di Gheddafi, chiedendo a gran voce di scendere in piazza al fianco di non meglio precisati “patrioti libici”. Lo fa accusando coloro che si mobilitarono contro l’aggressione all’Iraq di tacere di fronte a ciò che succede in Libia in questi giorni. Ricordiamo a mr. Veltroni che mentre...

(9 Marzo 2011)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Il nemico tra le fila

La morte dell'alpino Sanna nella base avanzata di Bala Murghab, nel nord ovest dell’Afghanistan è l’ulteriore dimostrazione del salto di qualità fatto da un lato da parte delle truppe italiane, impegnate in prima linea e, dall’altro, della resistenza afgana, capace di infiltrare decine di combattenti tra le fila di un esercito locale il quale, a dieci anni dall’occupazione...

(22 Gennaio 2011)

Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Gelmini su Marte. Un miliardo e cento milioni di euro per un progetto da guerre stellari

'C'è un'eccellenza italiana da seguire come modello'. Così Mariastella Gelmini parla dell'investimento miliardario che vede protagonista il MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca), il Ministero della Difesa e Finmeccanica, attraverso le consorziate Thales Alenia Space, Selex Galileo e Telespazio. Si tratta del Cosmo Skymed, programma spaziale dell'ASI (Agenzia Spaziale...

(2 Novembre 2010)

Rete nazionale Disarmiamoli


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

No Dal Molin: una esperienza negativa e una sconfitta da cui imparare a cura della Rete Disarmiamoli

No Dal Molin : una esperienza negativa ed una sconfitta da cui imparare per le future mobilitazioni contro la militarizzazione dei territori e la guerra Nell'articolo di Giulio Todescan sul numero di Carta del 3/9 settembre 2010, che illustra l'organizzazione del quarto anno del festival autogestito del presidio permanente No Dal Molin, ci sono due passaggi in rilievo che evidenziano i risultati...

(23 Settembre 2010)

Rete Disarmiamoli


in: «No basi, no guerre»

Sciogliamo Finmeccanica - 22 giugno manifestazione a Roma

Armi, fascisti, servizi segreti, corruzione = Finmeccanica: il peggio del peggio del nostro paese.

Un’altra potente e maledetta cricca è venuta alla luce nei giorni scorsi dalle indagini delle procure di Roma, Napoli, Milano su Finmeccanica, la holding industrial - militare italiana, numero tre al mondo per giro di affari e fatturato, controllata dallo Stato. Associazione a delinquere, riciclaggio, corruzione, evasione fiscale, fondi neri: queste le ipotesi di reato in cui sono coinvolti...

(15 Giugno 2010)

Rete nazionale Disarmiamoli


in: «No basi, no guerre»

Partecipata e riuscita la controparata che si è svolta il 2 giugno a Roma a Ponte S.Angelo.

Alcune centinaia di attivisti del movimento contro la guerra hanno -denunciato il continuo aumento delle spese militari -chiesto il ritiro dei soldati italiani dall’Afghanistan -espresso solidarietà ai pacifisti della Freedom Flottilla e al popolo palestinese. Vivace e animata la manifestazione è stata costellata dalle iniziative delle singole associazioni. Tra le tante da ricordare: *l’animazione...

(5 Giugno 2010)

Rete Nazionale Disarmiamoli


in: «No basi, no guerre»

Nel 1975 Israele intendeva cedere armi nucleari al Sudafrica dell'apartheid

Le pagine elettroniche del quotidiano inglese Guardian domenica 23 maggio hanno pubblicato alcune pagine desecretate che provano l'esistenza, nel marzo 1975, di trattative tra l'allora Ministro della Difesa israeliano Shimon Peres e quello del Sudafrica dell'Apartheid, Pick Botha. Da oltre 35 anni Israele è in possesso di armi nucleari. Non solo: nelle fasi più acute del conflitto interno...

(25 Maggio 2010)

La Rete nazionale Disarmiamoli


in: «Palestina occupata»

Altri due soldati italiani morti in afghanistan

Berlusconi, Frattini e Larussa continuano a dire che la missione militare e’ fondamentale, ma il 90% degli italiani non ci crede.

BOSSI SI E’ ALLINEATO ALLA NATO, MENTRE IL PD E IDV CHIEDONO SOLO UNA “RIFLESSIONE SULLE FINALITA’ DELLA MISSIONE BELLICA”. IL MOVIMENTO NO WAR LOTTA INVECE DA TEMPO PER L’UNICA COSA GIUSTA DA FARE: IL RITIRO IMMEDIATO DELLE TRUPPE DALL’AFGHANISTAN L’escalation dell’impegno militare della Nato in Afghanistan iniziato con l’offensiva di Marjah...

(19 Maggio 2010)

La Rete Nazionale Disarmiamoli


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Sabato 17 aprile tutti a Piazza Navona per Emergency

Contro la congiura di guerra orchestrata dalla Nato e dal governo Karzai in Afghanistan con la complicità del governo italiano.

L’attacco pianificato contro Emergency è un palese tentativo delle potenze occidentali occupanti di screditare, rendere inoffensivo, impedire di operare ad un testimone diretto dei massacri e delle stragi generati dalla guerra condotta dalla coalizione bellica a guida USA contro gli afgani. Il blitz , l’arresto dei medici e degli operatori con accuse assurde, e l’occupazione...

(14 Aprile 2010)

Rete nazionale Disarmiamoli


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Praga 2010: la primavera nucleare

La grancassa mediatica è impegnata da settimane a descrivere il “gran passo” che Barak Obama farà nella capitale della Repubblica Ceca, dove insieme al collega russo firmerà il nuovo Trattato Start, all’insegna di una cosiddetta “lotta alla proliferazione nucleare”. Se solo volessimo commentare i numeri della riduzione proposta non ci sarebbe certo...

(8 Aprile 2010)

La Rete nazionale Disarmiamoli


in: «No basi, no guerre»

Diamo un nobel alla guerra a Obama ed al parlamento italiano!

Il 10 dicembre scendiamo in piazza contro l’escalation militare in Afghanistan.

Il premio Nobel è la famosa onorificenza attribuita annualmente a persone che si sono distinte nei diversi campi dello scibile, «apportando considerevoli benefici all'umanità», per le loro ricerche, scoperte ed invenzioni, per l'opera letteraria, per l'impegno in favore della pace mondiale. L’ambito premio sarà consegnato il prossimo 10 dicembre all’attuale...

(4 Dicembre 2009)

La Rete nazionale Disarmiamoli! http://www.disarmiamoli.org


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Vicenza. Arrestato Turi Vaccaro - Pellegrino di Pace

La Rete nazionale Disarmiamoli! chiede l'immediato rilascio del militante pacifista

Turi Vaccaro, il "pellegrino di pace", noi tutti conosciamo perché nel 2005 è stato protagonista in Olanda di una storica azione pacifista: penetrato in un aeroporto militare della NATO aveva reso inservibili 2 aerei da combattimento F16 distruggendone i comandi a martellate. (vedi allegato) Dopo aver partecipato alla Marcia per la Pace e la nonviolenza di Domenica, nei giornisuccessivi...

(13 Novembre 2009)

Rete Disarmiamoli www.disarmiamoli.org


in: «No basi, no guerre»

Altri 5 anni in Afghanistan? Vergogna, ministro La Russa!

Il ministro della guerra Ignazio La Russa prevede che le truppe italiane resteranno in Afghanistan almeno per altri 5 anni!

A dare retta al ministro La Russa quella in Afghanistan si prospetta una guerra veramente infinita, come a suo tempo proclamò l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Ma a otto anni dall’inizio dei bombardamenti su Kabul, la resistenza all’occupazione si è notevolmente rafforzata e ha messo in crisi sia dal punto militare che politico gli obiettivi e le strategie...

(30 Ottobre 2009)

Rete nazionale “Disarmiamoli” info@disarmiamoli.org; www.disarmiamoli.org


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Ebbene si, i pacifisti cattivi siamo noi

Ebbene si, Berlusconi ce l’aveva con noi, con i pacifisti “cattivi”, con il movimento contro la guerra che chiede il ritiro dei soldati italiani e la fine della missione militare in Afghanistan. E’ stato tutto un malinteso, colpa della foga durante il comizio alla festa del Pdl, ma il Presidente del Consiglio non ha esternato contro le forze politiche di minoranza in Parlamento...

(1 Ottobre 2009)

Rete Nazionale “DISARMIAMOLI” www.disarmiamoli.org


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Stop alla sporca guerra dell’Afghanistan. Ritiro immediato delle truppe italiane

Il 4 novembre una giornata nazionale di mobilitazione antimilitarista in tutte le città

Lunedì 21 settembre s’è tenuta un riunione d’emergenza del Patto contro la guerra per discutere gli sviluppi del conflitto sul fronte afgano che hanno visto il contingente militare italiano subire il suo colpo più duro in questi otto anni con l’uccisione di sei parà della Folgore. I contraccolpi di questo evento sono rilevanti ai fini dell’azione...

(24 Settembre 2009)

Patto contro la Guerra


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Ritiro immediato ed incondizionato delle truppe italiane dall'Afghanistan

Rilanciare la mobilitazione contro la guerra in tutto il paese

Il nuovo attacco della resistenza afghana contro le truppe occupanti ha colpito con durezza i militari italiani, uccidendo nel centro di Kabul sei professionisti della brigata di paracadutisti Folgore . L'azione di stamane, insieme allo stillicidio di operazioni militari di questi mesi, dimostra la totale inutilita' dell'immane massacro di civili, resistenti e militari dell'ISAF determinato in otto...

(20 Settembre 2009)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Afghanistan, ucciso un parà della Folgore.

Intaccata l’immagine dei mezzi Lince.

Un paracadutista italiano morto, tre soldati feriti nell'esplosione di un ordigno che ha coinvolto il mezzo su cui transitava a circa 50 chilometri da Farah , Afghanistan. Lo ha annunciato con un comunicato il Regional Command West delle forze della NATO. L'episodio, dice la nota, è avvenuto a circa 50 chilometri a nord est di Farah. Terminata - insieme al governo Prodi - la disgustosa retorica...

(14 Luglio 2009)

La Rete nazionale Disarmiamoli! www.disarmiamoli.org


in: «Afghanistan occupato»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

37353