il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

Lucio Garofalo

(278 notizie - pagina 6 di 14)

Il Corvo

Premetto subito che mi piacerebbe assistere al risveglio di una dialettica democratica in questa comunità. Una rinascita democratica favorita o agevolata grazie al ricorso ad una piazza telematica di discussione. All'uopo potrebbe servire Facebook. In un recente passato, ho già avuto occasione di annotare che il limite oggettivo di questo spazio virtuale di confronto e di partecipazione...

(27 Agosto 2015)

Lucio Garofalo

Socialismo o barbarie

Temo che si stia delineando uno scenario raccapricciante di escalation bellica a livello internazionale. Le tensioni crescenti con la Russia nella crisi ucraina, ma anche le insidie derivanti dagli sviluppi su altri teatri di guerra, rischiano di degenerare in un aperto scontro frontale tra l'Occidente imperialista (USA e Nato) da un lato, e dall'altro, la Russia ed altri Stati che eventualmente potrebbero...

(29 Agosto 2014)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Missionari o fannulloni

Riflessioni a proposito di "docenti fannulloni" e di ipotesi di incremento dell'orario obbligatorio di servizio (a parità di retribuzione economica). Sorvolo sul fatto (di cui nessuna persona che sia davvero onesta e seria intellettualmente potrebbe mai dubitare, se non chi è in perfetta mala fede) che un notevole carico di lavoro e di studio dei docenti avviene, per forza di cose...

(28 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Il silenzio dei colpevoli

Se la memoria non mi inganna, i raid aerei israeliani nella Striscia di Gaza sono iniziati da qualche settimana, mentre l'operazione militare terrestre è scattata da una settimana. Ebbene, le vittime palestinesi, quasi tutte civili inermi, in grandissima parte bambini, hanno ormai raggiunto e superato quota mille. I morti israeliani sono poche decine, tutti militari. Per non parlare dei feriti...

(27 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «Palestina occupata»

Lo zampino del capitale

Ma chi è Roberto Reggi, firmatario dell'ormai famigerato piano sulla scuola che reca il suo nome e riassume in sé le peggiori ipotesi di controriforma avanzate negli ultimi anni rispetto al mondo della scuola? È un pedagogista, un esperto di didattica, un docente? Nulla di tutto ciò. È un ingegnere e un politico, è stato consigliere del PD e sindaco del...

(17 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Boicottare Israele

In questi giorni, in numerose città del mondo la gente è scesa in piazza per manifestare e solidarizzare a favore del popolo palestinese di Gaza e per protestare contro l'intervento bellico israeliano. Alla faccia di chi pensa di mettere sullo stesso piano l'estremismo islamico-fondamentalista di Hamas e l'espansionismo economico-militare sionista. È come voler equiparare i criminali...

(16 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «Siamo tutti palestinesi»

La rivolta degli schiavi

Vanno benissimo tutte le manifestazioni e le iniziative a favore delle popolazioni di Gaza e della causa palestinese. Idem per le vertenze in difesa della Costituzione, le mobilitazioni a sostegno della scuola pubblica e per il diritto allo studio, e tutte le lotte giuste e sacrosante. Ma alle porte di casa nostra (o Cosa Nostra) rischia di esplodere una vera e propria polveriera sociale. Mi riferisco...

(15 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

Hiroshima, 68 anni fa: per non dimenticare

In queste giornate afose rischiano di cadere in silenzio due date che rievocano un’immane tragedia per l’umanità. Mi riferisco al 6 e al 9 agosto 1945, quando gli americani sganciarono le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Solo nei mesi immediatamente successivi alla deflagrazione i morti furono oltre 200 mila. Secondo stime attendibili, fino ad oggi le vittime accertate sarebbero...

(7 Agosto 2013)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Siamo uomini o caporali?

Come è noto, l’esperienza dei Soviet degli operai e dei contadini è finita male, ma Lenin ha fatto il suo “dovere” nelle condizioni storiche oggettive in cui era costretto ad agire, sebbene abbia commesso qualche errore politico, più o meno grave. La degenerazione in senso burocratico ed oppressivo dello stato sovietico ebbe inizio, seppure in minima parte, già...

(2 Agosto 2013)

Lucio Garofalo


in: «La nostra storia»

Capitalismo e comunismo: competizione e cooperazione

Se vogliamo discutere seriamente della natura umana, il discorso si fa lungo e complesso. Cercherò di essere breve, sempre che ciò sia possibile. Anzitutto, non si possono esprimere giudizi di valore morale, come il termine “egoista”, su un animale. Sarebbe come dire che il leone è cattivo perché uccide le sue prede. Il leone, come gli altri predatori, segue...

(24 Luglio 2013)

Lucio Garofalo

Il “nuovo corso” del Vaticano

Le cronache vaticane dimostrano che non era affatto assurdo pensare che le dimissioni di Ratzinger fossero riconducibili alle lotte intestine tra le opposte cordate (in primis l’Opus Dei) che dilaniano la curia romana sulla questione dello IOR, la banca vaticana. Le cronache vaticane dimostrano che non era affatto assurdo pensare che le dimissioni di Ratzinger fossero riconducibili alle lotte...

(10 Luglio 2013)

Lucio Garofalo


in: «L'oppio dei popoli»

Rouge: l’unico punto rosso dell’Alta Irpinia

A proposito del “Sessantotto spiegato a” chi, evidentemente, non l’ha capito, malgrado l’abbia vissuto in prima persona, nei giorni scorsi qualcuno ha scomodato persino la memoria storica degli “espropri proletari di Lotta Continua”, che probabilmente rappresentano un argomento un po’ eccessivo e generico. Tuttavia, rimanendo in tema di rievocazioni del passato...

(28 Giugno 2013)

Lucio Garofalo

Anche i BRICS piangono

Ad ascoltare i “soloni” dell’economia politica, o almeno i presunti “esperti” del settore che fanno capo ad alcune scuole di pensiero assertrici del dogma della crescita del PIL “ad oltranza”, la crisi economica internazionale avrebbe risparmiato i paesi “in via di sviluppo” come il Brasile e in generale i cosiddetti BRICS (acronimo che indica...

(25 Giugno 2013)

Lucio Garofalo

Contro tutti i porci sfruttatori e le loro “caste”

Un facile e comodo luogo comune assegna alla categoria dei politici l’etichetta di “Casta”. Invece, non vi è nulla di più distorto che assecondare una simile mistificazione, che alimenta il qualunquismo e rischia di produrre effetti persino più nocivi e funesti del male stesso, ovvero più deleteri della corruzione e dell’inettitudine del ceto politico....

(8 Giugno 2013)

Lucio Garofalo

La “diaria”, il M5S e il proletariato

Il Movimento 5 Stelle non sembra reggere alla prova di alcuni fatti. Vediamo il perché. A pochi mesi dal successo elettorale il movimento di Grillo si avvia verso un’implosione auto-distruttiva. L’idea di sostituire la politica con la critica di costume collassa di fronte al fatto che gli eletti del M5S non sono asceti, bensì persone emerse dal corpo del moderno proletariato,...

(18 Maggio 2013)

Lucio Garofalo

Sulla controversa questione del “diritto di anonimato sul web”

Detesto la saccenteria, l’arroganza, la supponenza dei numerosi “soloni” della politica, sparsi a livello locale e nazionale. I quali pretendono di impartire lezioni dall’alto, predicando bene e razzolando male, in alcuni casi predicando male e razzolando peggio. Essi ignorano, tra le altre cose, che il diritto all’anonimato è una peculiarità caratteristica...

(16 Maggio 2013)

Lucio Garofalo

Il ricompattamento del sistema nel segno di Napolitano

Appare evidente che ha vinto l’astuta strategia di Berlusconi, mentre gli altri (chi più chi meno) si sono rivelati o confermati dei dilettanti allo sbaraglio. La rielezione di Giorgio Napolitano alla presidenza della Repubblica è il risultato “machiavellico” di un accordo consociativo, o “inciucio”, raggiunto tra PD e PDL per la costituzione di un supergoverno...

(21 Aprile 2013)

Lucio Garofalo


in: «"Terza Repubblica"»

Un protagonista collettivo

E’ sempre più evidente che il primo obiettivo di Grillo è quello di spaccare il PD. Un obiettivo che è alla sua portata valutando la debolezza politica del suo “gruppo dirigente” (si fa per dire) e la permeabilità agli umori della piazza dei nuovi deputati del PD, insofferenti ai comandi di questo gruppo. Il rischio è ora di ritrovarsi Massimo D’Alema...

(20 Aprile 2013)

Lucio Garofalo

L’insostenibile leggerezza dello spread

“Lo spread , la detestata spia del costo del debito, continua a sgonfiarsi fino a sotto i livelli di prima delle elezioni dall'esito più surreale nella storia repubblicana. La Borsa nel frattempo sta registrando segnali di ottimismo. Nell’ultimo anno, mentre il lavoro e le imprese vivevano la più grande devastazione registrata in tempo di pace, il principale listino di Milano...

(13 Aprile 2013)

Lucio Garofalo


in: «Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo»

No debito

Ormai le persecuzioni e le vessazioni di Equitalia contro i lavoratori sono diventate un fatto all’ordine del giorno. Ed è altrettanto evidente che si tratta di azioni aggressive e spregiudicate perpetrate da un’agenzia statale di vera e propria usura istituzionalizzata. Purtroppo, se i cittadini sono inermi è perché ogni singola vertenza con Equitalia resta confinata...

(11 Aprile 2013)

Lucio Garofalo

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

69742