il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

viCINAnze

viCINAnze

(29 Ottobre 2011) Enzo Apicella
Klaus Regling è a Pechino per cercare 100 miliardi di dollari per il fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf) di cui è Direttore

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il capitalismo è crisi

Notizie e analisi sulla crisi del sistema di produzione capitalistico

(546 notizie dal 1 Giugno 2004 al 1 Agosto 2019 - pagina 7 di 28)

Israele: torna protesta sociale ma resta vaga

Migliaia di persone di nuovo in strada contro carovita e ineguaglianze. Ma la protesta rimane vaga, non coinvolge gli arabi israeliani e non tocca l'occupazione dei territori palestinesi

ROBERTO PRINZI Tel Aviv, 13 maggio 2012, Nena News - “Noi siamo la maggioranza e siamo tornati per strada”. Con questo slogan migliaia di israeliani hanno affollato ieri sera Kikar Rabin a Tel Aviv protestando contro il governo Netaniahu e la sua politica economica. É così, a quasi un anno, Tel Aviv diviene nuovamente l'epicentro degli “indignados” israeliani....

(13 Maggio 2012)

Nena News

Israele: stasera tornano in piazza gli indignados, con un bilancio scadente

A quasi un anno dal campo di tende in Viale Rotschild e dalle manifestazioni di centinaia di migliaia di israeliani, si riaffaccia la protesta contro il carovita ma Netanyahu e la sua politica di sicurezza vincono su tutto, con l'appoggio di gran parte della popolazione

ELENA VIOLA Gerusalemme, 12 marzo 2012, Nena News - A sei mesi di distanza, gli indignados israeliani sembrano voler riprovarci. All’inizio di questo nuovo anno, la penna tagliente di Haaretz Gideon Levy aveva affermato che la serie di proteste diffusesi in ben dodici centri israeliani, e terminata l’ottobre precedente, aveva fallito perché “troppo impaziente, permissiva...

(12 Maggio 2012)

Nena News

SUICIDIO STYLE.

ultima creazione della crisi italiana, toppe al culo in pelle umana. SUICIDIO STYLE la morte non è una livella! “il piccolo imprenditore che si suicida e l’operaio che si toglie la vita sono fratelli. Finchè non si capirà la comunanza di destino tra il sistema imprenditoriale italiano ed il lavoro, l’Italia non ce la farà. Occorre un salto culturale,...

(12 Maggio 2012)

C O M B A T

L'antipolitica la fanno le privatizzazioni

Era scontato che il grillismo conquistasse il centro dell'arena mediatica proprio nel momento in cui esso è diventato marginale rispetto alla questione dei veri equilibri del potere coloniale che domina sull'Italia. Venti anni fa Beppe Grillo nei suoi spettacoli parlava dello strapotere e degli abusi delle multinazionali; poi, mangiato vivo dalle cause civili per danni di immagine intentategli...

(3 Maggio 2012)

Comidad

Non ci "meritiamo" di morire

Competitività, meritocrazia e di nuovo meritocrazia e competitività: sono queste le paroline magiche che abbiamo sentito pronunciare più spesso dall’ex Ministro Gelmini e da chi l'ha preceduta, paroline che oggi diventano un antidoto curativo per chi vuole superare la crisi. A distribuire questa cura ora c'è il Ministro Profumo, ex Rettore dell'Università di...

(20 Aprile 2012)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Tempi neoliberisti

di Alvaro Cuadra (*); da: alainet.org; 4.4.2012 Osservando il panorama internazionale vediamo un mondo immerso in una cultura globale neoliberista imposta dallo Shock (1), le cui caratteristiche centrali sembrano essere il consumismo edonista, l’esacerbazione narcisista (individualismo), la seduzione e la frivolezza quale clima generalizzato, moltiplicato all’infinito dai media. Un mondo...

(5 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano

PASTICCHE O RIVOLUZIONE?

Prima ti fanno ammalare, poi ti “curano”. Ma, se “guarisci”, ti “recuperano”. Ritorni, cioè, nella stessa condizione che ha creato la tua malattia. Torni a fare la stessa vita. Semplicemente perché non ce n’è un’altra di condizione. E neanche di vita. Gli stessi che creano il disagio, fanno finta di curarlo, lucrando sulla causa...

(2 Aprile 2012)

combat

Scontro fiscale

Lo scontro sociale in atto ha tutte le caratteristiche, essenzialmente operaie, della lotta di classe. Che trova oggi nella modifica delle relazioni sociali il punto di scatenamento, si salda e non può che essere così, con le condizioni di impoverimento delle classi subalterne, impoverimento che proseguirà e si inasprirà già nei prossimi mesi. Tutti, e gli stessi...

(27 Marzo 2012)

Commissione Sindacale Federazione dei Comunisti Anarchici

Seguire l'esempio degli operai genovesi, bresciani e milanesi

BASTA ATTESISMO, E’ IL MOMENTO DELLA LOTTA PER DIFENDERE I NOSTRI INTERESSI! RIBELLIAMOCI AI DIKTAT DI GOVERNO E U.E.! Le recenti dichiarazioni di Monti e Fornero chiariscono, semmai vi fossero dubbi, il carattere autoritario ed antioperaio di un governo imposto dal capitale finanziario. Con o senza il consenso dei vertici sindacali, i ricchi sfondati di Palazzo Chigi si apprestano a svuotare...

(19 Marzo 2012)

Piattaforma Comunista

La crisi va pagata da chi l’ha provocata

Documento dell''assemblea nazionale della Confederazione Cobas del 10 e 11 marzo

Le ragioni e le fonti della crisi La crisi che dal 2008 sta impoverendo i salariati, i settori popolari e vasti strati di ceti medi in Italia, Europa, Stati Uniti e paesi sviluppati è un profondissimo sconvolgimento dell’intero capitalismo occidentale, che sta perdendo la sua egemonia universale e la possibilità indisturbata di saccheggiare le ricchezze del restante mondo senza...

(15 Marzo 2012)

COBAS Confederazione dei Comitati di Base

Funerale per il capitalismo

Dalla Newsletter numero 184, 8 marzo 2012 Che il capitalismo sia ormai un "cadavere che cammina", i comunisti lo affermano da tempo. Adesso lo dicono con apprensione persino alcuni borghesi. Ma, mentre questi sono alla disperata ricerca di espedienti per rappezzare lo zombie, altri incominciano a sentire il bisogno di liberarsene per sempre. Il movimento Occupy Wall Street di Oakland ha celebrato in...

(12 Marzo 2012)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

Senzatetto, la crisi che accomuna Italia e Gran Bretagna

10 marzo 2012 Nel tempo della crisi, un dato accomuna il nostro Paese alla Gran Bretagna: la crescita dei senzatetto. Su cinquanta milioni di persone, 50mila britannici non hanno una casa. In Italia, su 60 milioni, le stime sono comprese tra i 50 e i 60mila. Padri separati, anziani con la pensione minima, giovani immigrati in cerca di lavoro, interi nuclei familiari sono homeless. Una cifra in aumento...

(11 Marzo 2012)

Luca Galassi - PeaceReporter

Per la crisi economica aveva perso il lavoro: a quarantasette anni si è ucciso dalla disperazione

La tragedia nella notte tra Sabato e Domenica sulle alture collinari della “Città dei Fiori”.

SANREMO- Nuova ennesima tragedia legata alla crisi economica quella consumatasi nella notte tra Sabato e Domenica in una casa colonica posta sulle alture di Sanremo, in Via Duca d’Aosta, proprio lungo il percorso degli ultimi chilometri della Milano- Sanremo: licenziato poco meno di un anno fa da una ditta di impiantistica elettrica di Imperia, il quarantasettenne Alessandro Fontò, da...

(28 Febbraio 2012)

Sergio Bagnoli

Governo salva-profitti

Mentre nei paesi in sviluppo è ancora espansione, in Europa e in Italia in particolare è di nuovo crisi. Crisi del debito pubblico perché gli Stati hanno “speso troppo” per tamponare la crisi del debito privato, crisi perché le divaricazioni tra una Germania agganciata alle economie in espansione e un Sud Europa che arranca, misurate dagli “spread”,...

(28 Febbraio 2012)

Pagine Marxiste

Disuguaglianza e flessibilità: l’attacco al lavoro

L’aumento della disuguaglianza nei redditi disponibili

Marco Elia* - 20 Febbraio 2012 Nelle scienze sociali, dopo decenni di scarso interesse, lo studio delle disuguaglianze ha guadagnato negli ultimi anni una posizione centrale nelle analisi e nelle ricerche. Dalla vasta letteratura prodotta emerge chiaramente come, negli ultimi tre decenni, vi sia stato un aumento delle disuguaglianze sociali pressoché in tutti i paesi dell’OCSE (OECD...

(24 Febbraio 2012)

Comunisti Uniti

La connessione Apple

Dall’inizio dell’attuale crisi economica globale, il centro dell’analisi critica e dell’odio pubblico è stato il capitale speculativo. Nella “narrazione” populista, sono stati gli impressionanti raggiri delle banche in un sistema di de-regulation che hanno portato al collasso economico. L’“economia finanziaria”, definita parassita e sbagliata,...

(10 Febbraio 2012)

Walden Bello

Dittatura economica

Ideologia del mercato e mercificazione del pianeta

La povertà già colpisce 115 milioni di persone dei 27 paesi dell’Unione Europea, cioè quasi il 25% della sua popolazione, e minaccia altri 150 milioni di abitanti. In Spagna il tasso di disoccupazione arriva al 22,8%. Grecia e Italia si trovano sotto un intervento “bianco”, governati da primi ministri scelti dal Fondo Monetario Internazionale. Irlanda e Portogallo...

(7 Febbraio 2012)

Frei Betto, Teologo e scrittore brasiliano

La posizione contro ogni alleanza imperialista criterio fondamentale per i comunisti

La crisi globale del capitalismo, conseguenza della contraddizione fondamentale del sistema capitalistico, ha portato ad un ulteriore approfondimento delle contraddizioni interimperialiste e alla nascita di nuove potenze imperialiste. Queste a loro volta cercano di formare nuove unioni interstatali, con molteplici obiettivi: il rafforzamento della loro posizione in antagonismo con i rivali globali,...

(2 Febbraio 2012)

Elisseos Vagenas responsabile della Sezione Relazioni Internazionali del CC del Partito Comunista di Grecia (KKE)

La forza dei lavoratori sul piatto della bilancia

Gli analisti economici che ancora mantengono uno straccio di onestà intellettuale riconoscono che nessuno può fare previsioni attendibili nemmeno su quello che accadrà nell’arco dei prossimi dodici mesi. “Nessuno sa che cosa succederà nel mondo del denaro dopo un 2011 di pathos, passione e paura” ha scritto il caporedattore del Wall Street Journal. Ma...

(28 Gennaio 2012)

L'Internazionale

A chi la nigeria? a goldman sachs

Si è stabilita una nuova moda, per la quale ogni personalità politica o istituzionale deve condire i suoi discorsi con inesorabili denunce dello strapotere della finanza globale, che, da "servizio nei confronti della produzione", è diventata scopo in sé e funzione primaria. Una volta pronunciata l'astratta denuncia, si può tornare tranquillamente ad obbedire alle...

(26 Gennaio 2012)

Comidad

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

467012