il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Dove volano i salami

Dove volano i salami

(2 Maggio 2010) Enzo Apicella
Arrestati undici 'Falchi' della polizia di Napoli, per aver "ripulito" il carico di un tir rapinato

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Storie di ordinaria repressione

(1171 notizie dal 30 Marzo 2002 al 18 Gennaio 2019 - pagina 10 di 59)

Roma: disoccupati occupano sede Pd, caricati e arrestati

Erano arrivati questa mattina a Roma circa un centinaio di precari e cassintegrati del Progetto Bros, provenienti da Napoli e da altri centri della Campania, visto che oggi era in programma al Ministero del Lavoro un incontro – per lo sblocco di circa 7 milioni di euro stanziati ma non utilizzati - tra governo Letta, Regione Campania e le amministrazioni provinciali e comunali di Napoli. L’incontro...

(3 Dicembre 2013)

Contropiano

Bahar Kimyongur in carcere: l’Italia obbedisce ad Ankara?

Bisognerà attendere ancora qualche giorno per capire quale sorte la ‘giustizia’ italiana vorrà riservare all’attivista belga di origine turca, Bahar Kimyongür. Arrestato lo scorso 21 novembre dalla Digos all’aeroporto di Bergamo sulla base di un vecchio mandato d’arresto internazionale emesso dall’Interpol su sollecitazione del regime di Ankara,...

(3 Dicembre 2013)

Marco Santopadre - Contropiano

4 "indagati" per un funerale. Quello di Prospero Gallinari

Non c'è limite al ridcolo, anche se un potere ridicolo può essere alquanto pericoloso. Non riconoscendo, infatti, il limite tra il serio e l'assurdo rischia sempre l'"eccesso" per sembrare quel che non è. Specie nel caso della repressione. La notizia ha fatto per qualche giorno il giro del tribunale di Reggio Emilia. Qualcuno aveva chiesto l'incriminazione di ben quattr persone...

(29 Novembre 2013)

Redazione Contropiano

LIBERTA' PER BAHAR KIMYONGUR

LUNEDI' DUE DICEMBRE ORE 11.00, PRESENZA SOLIDALE ALL'UDIENZA PER LA REVOCA DELLA CARCERAZIONE DI BAHAR, PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA VIA LATTANZIO GAMBARA 40 Giovedì 21 novembre scorso, la Digos di Bergamo ha arrestato il compagno Bahar Kimyongur, di origini turche ma da anni abitante in Belgio, in base ad una richiesta di estradizione da parte della Turchia. Bahar era appena arrivato all'aeroporto...

(28 Novembre 2013)

COLLETTIVO TAZEBAO per la propaganda comunista

Padova, Mercoledì 27 Presidio sotto la Prefettura in solidarietà con Bahar

Rilanciamo la partecipazione al presidio indetto da Solidali con la Palestina contro il coinvolgimento dello stato italiano con l'occupazione sionista e per chiedere l'immediata liberazione del compagno Bahar Kimyongur attualmente detenuto al carcere di Bergamo. Mercoledì 27 sotto la Prefettura di Padova h. 18.00 Riceviamo e diffondiamo alcuni aggiornamenti sulla situazione del compagno Bahar...

(27 Novembre 2013)

Bahar Kimyongur resta in carcere. Dov’è la Cancellieri?

La solerte ministra Cancellieri avrà chiamato le autorità competenti per assicurarsi che il cittadino belga arrestato giovedì scorso al suo arrivo all’aereoporto di Bergamo sia in buone condizioni e i suoi diritti vengano rispettati? Non è una domanda retorica. Perché l’attivista belga è letteralmente perseguitato in tutta l’Unione Europea...

(26 Novembre 2013)

Luca Fiore - Contropiano

Libertà per il compagno Bahar, contro la repressione non si tace!

Ieri, venerdì 22 novembre, si sarebbe dovuta tenere un'iniziativa nell'aula studio Galilei con il compagno belga-turco Bahar Kimyongur sulla situazione in Medio Oriente e, nello specifico, sul ruolo della Turchia del fascista Erdogan. Abbiamo deciso di mantenere l'iniziativa con l'obiettivo di costruire e rilanciare la solidarietà nei confronti del compagno, che ricordiamo essere stato...

(23 Novembre 2013)

Collettivo Politico Gramigna

URGENTE: ARRESTATO ALL'AEROPORTO DI BERGAMO – MILANO IL COMPAGNO BAHAR KIMYONGUR!

Questa sera e domani sera dovevano tenersi due incontri-dibattiti sulla situazione in Medio Oriente, una a Monza al F.O.A. Boccaccio l'altra a Padova presso l'Aula di studio Galilei, con la partecipazione del compagno turco-belga Bahar Kimyongur, già attivo nel movimento della Tayad, già incarcerato e poi assolto in Belgio per l'accusa di far parte del gruppo comunista turco Dhkc-p e...

(21 Novembre 2013)

Compagni e compagne del Collettivo Tazebao per la propaganda comunista

Cambogia, donna uccisa negli scontri con forze dell'ordine durante protesta operai

E' rimasta uccisa in Cambogia, oggi, a causa di colpi d'arma da fuoco, una donna, durante gli scontri con le forze dell'ordine. Era in corso una protesta di operai di un'azienda tessile che rifornisce marche importanti occidentali. "Mia madre è stata colpita al petto", ha dichiarato la figlia, Vong Voleak. Ma anche Am Sam Ath, dell'ong Licadho in difesa dei diritti umani, ha poi confermato...

(12 Novembre 2013)

controlacrisi.org

Solidarietà agli operai fincantieri denunciati

Ci giunge notizia direttamente dagli interessati, che ieri a 37 operai della fiom e a 1 della uil fincantieri sono state notificate delle denunce relative a conclusioni di indagini preliminari dalla questura di Palermo, per i fatti accaduti il 18 Luglio 2011. In quella giornata centinaia di operai fincantieri avevano rabbiosamente protestato contro la dirigenza per aver consapevolmente rinunciato...

(9 Novembre 2013)

Infoaut

Sempre al fianco di chi lotta per aprire spazi di libertà!

Il 30 ottobre si è tenuta la prima udienza contro alcuni compagni di Catania che, esattamente 4 anni prima, il 30 ottobre del 2009 si erano opposti al vile sgombero del Centro Popolare Occupato Experia. Storica occupazione attiva da oltre vent’anni e punto di riferimento per tantissime famiglie e giovani proletari di Catania. Come al solito sul banco degli imputati non ci saranno i padroni...

(31 Ottobre 2013)

cpogramigna.org

28/10 ORE 10.00 PRESIDIO IN SOLIDARIETA’ CON GLI IMPUTATI PER LA LOTTA ALLA BENNET DI ORIGGIO

Il 07 ottobre, al Tribunale di Busto Arsizio, si è svolta la terza udienza del processo penale che coinvolge 22 lavoratori, delegati sindacali del S.I. Cobas, Slai Cobas, centro sociale vittoria e solidali, accusati perché nel 2008 si sono organizzati insieme ai lavoratori della Logistica della Bennet di Origgio scioperando per contrastare le condizioni di semi schiavitù esistenti...

(26 Ottobre 2013)

lasciloria.noblogs.org

Napoli in piazza contro la repressione

Circa 300, fra militanti dei collettivi, studenti e disoccupati sono scesi in piazza a Napoli in corteo per testimoniare ancora una volta la solidarietà verso tutti i detenuti politici. La manifestazione era stata convocata in seguito all’arresto di due compagne del CAU avvenuto il 19 ottobre a Roma. Il corteo ha fatto tappa davanti alla Questura e alla Prefettura, prima di terminare...

(25 Ottobre 2013)

contropiano.org

19oct Tutt* Liber*! Vi riportiamo a casa!

Da Infoaut 19 ottobre a Roma 100.000 persone hanno assediato i palazzi del potere e conquistato la Piazza di Porta Pia dove si è tenuta una acampada e una partecipata assemblea nazionale in cui si sono rilanciate le lotte. Tra quelle 100.000 persone espressione di lotte reali, da quelle in difesa del territorio, a quelle per il diritto all'abitare, erano numerossim* coloro che in questi anni...

(23 Ottobre 2013)

Collettivi universitari antagonisti

Roma, 19 ottobre - solidarietà ai compagni arrestati

La manifestazione del 19 Ottobre ha espresso la sua ferma, forte e determinata opposizione alla feroce guerra di classe dall’alto che il governo Letta-Berlusconi sta portando avanti in Italia. Ha riversato nelle piazze la rabbia e la dignità di chi è stato privato del proprio futuro da un sistema che ormai ovunque pretende di disporre del lavoro e della vita di milioni di lavoratori...

(23 Ottobre 2013)

Centro di iniziativa comunista internazionalista, Marghera Comitato permanente contro le guerre e il razzismo, Marghera

23 ottobre, non dimentichiamo

6 anni fa, non è stata cronaca ma storia di questa città. Questo ha voluto chi ha deciso una azione militare che la nostra piccola città neanche immaginava. Il tempo trascorso non ha lenito le ferite aperte. Chi si è macchiato del crimine di fare di menzogna, verità, di libertà, prigione, non sarà dimenticato. In questo tempo sono accadute cose...

(23 Ottobre 2013)

Comitato23ottobre - Spoleto

LIBERTA' PER I COMPAGNI ARRESTATI IL 19

Il PCL Firenze esprime soddisfazione per la riuscita della manifestazione nazionale del 19 ottobre a Roma. Una manifestazione enorme, ben oltre ogni più rosea aspettativa, che ha portato in piazza circa 70.000 persone. Una manifestazione combattiva, militante e radicale, che ha visto scendere in piazza migranti, giovani, precari, sindacati di base, movimenti ambientalisti, partiti e associazioni...

(21 Ottobre 2013)

PCL Firenze

Lettera aperta al Sig. Presidente della Repubblica Italiana

Appello Egr. Sig. Presidente, ricevo - via mail - e pubblico la lettera alla quale Lei potrà dare corso aiutando una madre ed un giovane che merita la Sua attenzione e stima; senza tralasciare i Suoi Alti Uffici anche a favore dei compagni di avventura di Cristian. Tutti giovani che credono in un futuro migliore e che si adoperano, pacificamente, ma con azioni attive, per modificare lo scempio...

(21 Ottobre 2013)

luigi m.

La Rete dei Comunisti di Napoli: "Libertà per i fermati"

I compagni della Rete dei Comunisti esprimono la loro solidarietà umana e politica alle compagne Celeste e Sara del Collettivo Autorganizzato Universitario di Napoli ed a tutti i fermati durante la manifestazione del 19 ottobre a Roma. Lo straordinario successo politico delle giornate di mobilitazione del 18 e del 19 ottobre sono un buon viatico per aprire, finalmente, anche nel nostro paese...

(20 Ottobre 2013)

Rete dei Comunisti – NAPOLI

Russia, una Pussy Riot trasferita in un carcere meno duro dopo la protesta

Nadezhda Tolokonnikova, la leader delle Pussy Riot, e' riuscita a piegare le autorita' russe con l'annuncio di un nuovo sciopero della fame, ottenendo di essere trasferita in un carcere diverso da quello che aveva dipinto come un gulag sovietico, con anche minacce di morte del vicedirettore. Due giorni fa era stata fatta tornare al campo numero 14, in Mordovia, 500 km a est di Mosca, dopo quasi tre...

(19 Ottobre 2013)

Fabrizio Salvatori - controlacrisi

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

689734