il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Tornado

Tornado

(30 Aprile 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze

(364 notizie dal 7 Marzo 2011 al 30 Agosto 2020 - pagina 14 di 19)

La sconfitta di Berlusconi e la vittoria di Pirro di Sarkozy

La consultazione sulla Libia, avvenuta il 28 marzo tra Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Germania, con l’esclusione dell’Italia, costituisce un altro smacco per la politica di Berlusconi-Frattini. Il mancato invito all’Italia non è casuale, è uno dei tanti segni che l’imperialismo italiano sta uscendo perdente dalla vicenda libica, e che l’accesso alle...

(31 Marzo 2011)

Michele Basso

Perché non difendo Gheddafi

Risposta ai critici "super-anti-imperialisti"

Ho ricevuto diverse critiche per quanto scritto sugli avvenimenti libici. Mi riferisco anzitutto ai due articoli del 25 febbraio «Se Gheddafi tira in ballo Bin Laden», e del 2 marzo «Via Gheddafi, senza se e alcuni ma». Secondo i critici è sbagliato sostenere la "cosiddetta rivolta”, mentre occorre appoggiare Gheddafi, e quindi la sua controffensiva militare per...

(31 Marzo 2011)

Moreno Pasquinelli

Non ci hanno detto che al jazeera fa parte della nato

Il vento delle rivoluzioni arabe ora coinvolge anche la Siria, il vero Paese di frontiera con Israele. Dal 1967 le Alture del Golan, la zona più ricca d'acqua della Siria, sono infatti occupate da Israele, e l'eventualità di una restituzione di questi territori non è neppure nell'agenda internazionale. La Siria si trova quindi in uno stato di guerra, ma, in base alle "notizie"...

(31 Marzo 2011)

Comidad

La guerra fascista della NATO

Riflessioni di Fidel

Non c’era bisogno di essere un indovino per sapere quello che ho previsto con precisione in tre Riflessioni che ho pubblicato nel sito web CubaDebate, tra il 21 febbraio e il 3 marzo: “Il piano della NATO è occupare la Libia”, “Danza macabra di cinismo”, “La guerra inevitabile della NATO”. Neppure i leaders fascisti della Germania e dell’Italia...

(30 Marzo 2011)

Fidel Castro Ruz

Contro Gheddafi e contro la guerra

fermiamo tutti i bombardamenti

LA Cgil che vogliamo è contro la guerra del mediterraneo La Cgil che vogliamo è per la pace ed è contraria a tutte le guerre! La Cgil che vogliamo è al fianco dei giovani, dei lavoratori, degli studenti che hanno alzato la voce contro tutti i Rais e le dittature in nome di un futuro diverso, libero dalla miseria, dall’oppressione e dalla guerra. La guerra non è...

(30 Marzo 2011)

La Cgil che vogliamo Area Programmatica della Cgil Piemonte

Uranio impoverito: uno strano modo di proteggere i civili libici

“I missili all’uranio impoverito coincidono perfettamente con la descrizione di bomba sporca... Direi che è l’arma perfetta per uccidere migliaia di persone”. Marion Falk, esperta in fisica chimica (in pensione). Laboratorio, Lawrence Livermore, California (USA). Nelle prime ventiquattro ore di attacchi in Libia, i B-2 degli Stati Uniti hanno sganciato 45 bombe, ciascuna...

(30 Marzo 2011)

>David Wilson - Stop the War Coalition/Rebelion

Libia: non ci arruoliamo. in piazza il 2 aprile a roma. usb aderisce all’appello per la manifestazione contro la guerra

Nazionale – mercoledì, 30 marzo 2011 L’attacco delle forze europee e statunitensi alla Libia non avviene per mettere in campo un intervento umanitario, ma è in tutta evidenza legato alle enormi risorse energetiche di cui quel paese dispone, anche a seguito della nuova crisi della produzione energetica nucleare, messa in ginocchio dalla catastrofe del Giappone. Il mancato...

(30 Marzo 2011)

Unione Sindacale di Base (USB)

CONTRO L'INTERVENTO MILITARE IMPERIALISTA IN LIBIA
A SOSTEGNO DELLE RIVOLTE ARABE CONTRO TUTTE LE DITTATURE !

Le rivolte che hanno infiammato tutto il nord Africa e il medioriente rappresentano una bellissima notizia per chi si batte contro le dittature, il capitalismo, l'imperialismo. Eppure queste rivolte sembrano aver colto di sorpresa tutte/i e non hanno generato una solidarietà ampia e visibile nel nostro paese, malgrado migliaia di donne e uomini dei paesi coinvolti abbiano manifestato...

(30 Marzo 2011)

Le realtà promotrici del corteo del 19 marzo

I ribelli libici: 'rispetteremo i trattati con l’Italia contro gli immigrati'. Oggi manifestazioni no war a Trapani e Roma

29-03-2011/14:37 --- Fino ad ora i ‘ribelli’ libici sono rimasti nell’ombra, rappresentando un'entità politica fantasmagorica che ognuno ha potuto, in mancanza di prese di posizione o smentite ufficiali, assimilare al proprio punto di vista e piegare alle proprie necessità politiche. Per i regimi europei impegnati nei bombardamenti i ribelli rappresentano un’alternativa...

(29 Marzo 2011)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Costruiamo l’opposizione alla nuova “guerra umanitaria”!

Non esistevano, dunque, in Italia studiosi seri e coscienziosi? Cosa facevano gli insegnanti universitari di geografia, di storia, di letterature straniere, di diritto internazionale, di cose orientali? Credettero anch’essi alle frottole dei giornali? E se non ci credettero, perché lasciarono che il Paese fosse ingannato? Oppure considerarono la faccenda come del tutto indifferente per...

(29 Marzo 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

NEOCOLONIALISMO ITALIANO
TRA GUERRA IMPERIALISTA E CRISI LIBICA

Dopo Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, lo Stato italiano è di nuovo in guerra. Adesso contro la Libia, da opportunista come sempre. Garantisti e costituzionalisti alla Napolitano, arrivano persino a calpestare la “loro” carta costituzionale come l'art. 11, che testualmente recita: “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come...

(29 Marzo 2011)

LOTTA e UNITA’ per l’organizzazione proletaria

Il 'fronte delle immagini' e i bombardamenti su Bengasi

Ogni sera, ascoltiamo nei nostri telegiornali che quella con Gheddafi è anche una guerra a suon di comunicati. Questo per farci comprendere che il governo libico mente ai giornalisti internazionali per poter manipolare l’opinione pubblica. Ma è solo il dittatore ad essere un bugiardo? Un esempio, domenica 20 marzo, tutta la stampa estera è stata accompagnata dal proprio...

(28 Marzo 2011)

Michel Collon

Il volto "umanitario" dei paesi occidentali. Bombe all'uranio impoverito sulla Libia

Uranio impoverito: strano modo di proteggere i civili libici

“I missili che portano rivestimenti di uranio impoverito si adattano perfettamente alla definizione di arma sporca … Io direi che si tratta dell’arma perfetta per ammazzare montagne di persone”. Marion Falk, esperta di fisica chimica (pensionata), Laboratorio Lawrence Livermore, California, USA. Nelle prime 24 ore di attacco alla Libia, i B-2 degli USA hanno buttato 45 bombe...

(28 Marzo 2011)

David Wilson (Stop the war Coalition), da: cubadebate.cu, 27.3.2011

Guardare la pagliuzza e non vedere il trave nei propri occhi

Visto che in giro c'è ancora qualcuno che ha dei dubbi sulla natura della crisi libica e soprattutto sull'intervento occidentale, riportiamo questo articolo di Bruno Amoroso dal manifesto, giornale che pur si è distinto per una campagna che nei fatti invocava l'intervento a sostegno dei rivoltosi. L'articolo ci richiama anche alla considerazione che quello militare è solo uno...

(27 Marzo 2011)

collettivo Red Link

Comunicato dell'Associazione per la Liberazione degli Operai sulla guerra in Libia

Sarebbe stato meglio perdere Bengasi combattendo che passare dal dominio di un padrone libico a quello di un padrone occidentale, assetato di petrolio. Ma questa è una questione che solo gli insorti possono risolvere. La santa alleanza dei padroni europei ed americani, la loro aggressione armata alla Libia viene giustificata con la scusa di proteggere i civili, le donne e i bambini. Una menzogna. Le...

(26 Marzo 2011)

Associazione per la Liberazione degli Opera Operai Contro

I segni della sconfitta della rivoluzione in Libia

Faccio appello a tutti i popoli perchè ci sostengano: faccio appello agli Egiziani, ai Tunisini, ai Francesi, persino ai Cinesi, a tutti i popoli del mondo, perchè siano benvenuti il loro appoggio e la loro solidarietà In poche ore, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha deciso di dare inizio agli attacchi aerei contro la Libia. La Francia era già pronta la notte...

(26 Marzo 2011)

Saoud Salem,anarchico libico

Contro i lavoratori, ora anche la guerra !

Con uno dei soliti “fantasiosi” nomi (questa volta è “Odissea all’alba”…) è iniziato l’intervento bellico in Libia, ancora una volta con copertura umanitaria: si tratterebbe di “soccorso ai ribelli” libici. Con la benedizione dell’ONU, che ha approvato a maggioranza, sono iniziati i bombardamenti “contro Gheddafi”...

(26 Marzo 2011)

Circolo ALTERNATIVA DI CLASSE

Con la rivolta dei popoli arabi, contro i bombardamenti e il colonialismo!!!

Per quale libertà? Per Quale Giustizia? Con i bombardamenti i ribelli libici cambieranno solo padrone e il colonialismo anche se mascherato da intervento umanitario non sarà meno oppressivo dei loro attuali padroni. No al colonialismo! No alla guerra! Per la rivolta dei popoli!!! Associazione culturale CASA ROSSA Confederazione COBAS Umbria Comitato ANTIRAZZISTA Spoleto Circolo Anarchico...

(26 Marzo 2011)

La Libia sotto le bombe dell'imperialismo “umanitario”

Qui sotto il volantino del Collettivo Tazebao sull'aggressione imperialista alla Libia. Cogliamo l'occasione per dare tutta la nostra solidarietà ai compagni del Gramigna di Padova (http://www.cpogramigna.org) sottoposti a sgombero due giorni fa da parte della giunta socialfascista di Zanonato. Ancora una volta guerra genocida sul fronte esterno e guerra repressiva sul fronte interno procedono...

(25 Marzo 2011)

Collettivo Tazebao – per la propaganda comunista

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |    >>

277726