il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

L'Italia tripudia la guerra

L'Italia tripudia la guerra

(5 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 80 di "Alternativa di Classe"
    (19 Agosto 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

    Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...

    Per il ritiro immediato delle truppe d'occupazione e delle "missioni di pace"

    (572 notizie dal 6 Novembre 2002 al 28 Settembre 2011 - pagina 2 di 29)

    Eroi del colonialismo

    Oggi i maggiori giornali italiani portano la notizia della morte della nostra spia, (007 è una qualificazione più romantica ed usano questa), indicandola alla opinione pubblica come eroe caduto sul lavoro. Gli assassini sarebbe stati i famigerati talebani dipinti come feroci terroristi come ieri le SS tedesche indicavano i nostri partigiani e, l'altro ieri, l'esercito italiano indicava...

    (28 Febbraio 2010)

    Pietro Ancona

    Guerra in Afghanistan. C'è chi dice no.

    Incontro con Sue Glenton

    Una occasione, da non perdere, per confrontarsi con una voce del dissenso alle politiche belliciste di Blair e Brown. JOE GLENTON è un giovane caporale inglese di 27 anni che ha detto no alla guerra e si è rifiutato di andare a combattere in Afghanistan. Nel 2007 si è assentato dall'esercito britannico e rischia una lunga pena detentiva per diserzione. Joe è un giovane uomo...

    (8 Febbraio 2010)

    Rete nazionale Disarmiamoli; Rete Semprecontrolaguerra; Comunità Cristiana di base San Paolo; Associazione Italia/Iraq

    Il guerriero pacifico e i servi italiani

    Tutti insieme appassionatamente in Afghanistan

    Non sappiamo come l’abbiano presa i cervelloni di Stoccolma, che qualche settimana fa ebbero l’ardire di regalare il Nobel per la pace ad Obama, la notizia che il novello “guerriero pacifico” (sulle orme della dalemiana “guerra umanitaria”) invierà altri 30 mila soldati nell’inferno afgano ad ammazzare e ad essere ammazzati. Immaginiamo però...

    (7 Dicembre 2009)

    Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS

    Mille soldati per accreditare il bipartito italiano

    Una gara di ruffianeria tra i due grandi partiti che controllano il Parlamento italiano per dimostrare al Capo dell'Impero, al Pentagono, quanto sia fedele e scodinzolante l'Italia pronta a mandare altri mille soldati in Afghanistan impedirà una discussione sui perchè di una decisione di guerra così grave e foriera di altri lutti, sofferenze, dolori ad una popolazione inerme e...

    (5 Dicembre 2009)

    Pietro Ancona http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/

    Diamo un nobel alla guerra a Obama ed al parlamento italiano!

    Il 10 dicembre scendiamo in piazza contro l’escalation militare in Afghanistan.

    Il premio Nobel è la famosa onorificenza attribuita annualmente a persone che si sono distinte nei diversi campi dello scibile, «apportando considerevoli benefici all'umanità», per le loro ricerche, scoperte ed invenzioni, per l'opera letteraria, per l'impegno in favore della pace mondiale. L’ambito premio sarà consegnato il prossimo 10 dicembre all’attuale...

    (4 Dicembre 2009)

    La Rete nazionale Disarmiamoli! http://www.disarmiamoli.org

    Mercoledi 4 novembre - iniziative contro la guerra

    MERCOLEDI 4 NOVEMBRE GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO LA GUERRA, PER IL RITIRO DELLE TRUPPE DALL’AFGHANISTAN E IL TAGLIO DELLE SPESE MILITARI. INIZIATIVE si svolgeranno a TORINO, GENOVA, NOVARA, VICENZA, TRIESTE, BOLOGNA, FIRENZE, PISA, LIVORNO, ROMA, TARANTO, NAPOLI, CATANIA. A ROMA, DALLE ORE 15.00 ALLE 19 INIZIATIVA A PIAZZA NAVONA CON PRESIDIO INFORMATIVO, COMIZI VOLANTI, VOLANTINAGGIO,...

    (3 Novembre 2009)

    Patto Permanente contro la Guerra

    Contro la guerra senza se e senza ma!

    Via dall’Afghanistan subito! Giornata nazionale di mobilitazione indetta dal Patto contro la guerra

    Lo sapevate che….. Il costo della presenza italiana in Afghanistan è di 500 milioni di euro all’anno e che, di questo denaro, il 90% è per le spese militari e solo il 10% viene utilizzato per gli aiuti umanitari alle popolazioni locali? E che i rifinanziamenti in questi anni sono stati votati in modo “bipartisan” da centro destra e centro sinistra? La produzione...

    (3 Novembre 2009)

    Lista Reno, Partito Comunista dei lavoratori, Rete dei Comunisti, Sinistra Critica, Terre Libere

    Altri 5 anni in Afghanistan? Vergogna, ministro La Russa!

    Il ministro della guerra Ignazio La Russa prevede che le truppe italiane resteranno in Afghanistan almeno per altri 5 anni!

    A dare retta al ministro La Russa quella in Afghanistan si prospetta una guerra veramente infinita, come a suo tempo proclamò l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Ma a otto anni dall’inizio dei bombardamenti su Kabul, la resistenza all’occupazione si è notevolmente rafforzata e ha messo in crisi sia dal punto militare che politico gli obiettivi e le strategie...

    (30 Ottobre 2009)

    Rete nazionale “Disarmiamoli” info@disarmiamoli.org; www.disarmiamoli.org

    Afghanistan. Fuori le truppe occupanti

    Basta con la NATO. La Resistenza è legittima

    Otto anni fa Bush, dopo aver dissodato il terreno con una genocidiaria campagna di bombardamenti a tappeto, diede avvio all’invasione dell’Afghanistan. Battezzata col nome ad effetto “Enduring Freedom” e travestita da missione umanitaria, con l’alibi della lotta al terrorismo, ottenne subito l’avallo delle Nazioni Unite e il coinvolgimento della NATO. Che tipo di...

    (18 Ottobre 2009)

    Campo Antimperialista

    Le nostre vite, valgono più dei loro profitti, e delle loro guerre.

    Il prossimo 4 novembre è stata programmata una mobilitazione in tutte le città, per il ritiro incondizionato ed immediato , della missione di "pace"( l'ipocrisia del centrodestra e del centrosinistra non conosce limiti, usa la parola pace, per indicar la guerra), dal territorio afghano. Serve mobilitarsi in prima persona ed allargare il più possibile la partecipazione a questa...

    (9 Ottobre 2009)

    Enrico Biso

    Ministro La Russa si vergogni!

    Il 4 novembre in piazza ma per il ritiro dei militari italiani dall'Afghanistan

    Riteniamo vergognosa e ingannevole la proposta avanzata dal Ministro della Difesa La Russa di introdurre per la seconda domenica di novembre una Giornata dedicata ai "Caduti nelle missioni di pace". La riteniamo vergognosa perchè in un paese come l'Italia muoiono ogni anno centinaia di lavoratori e operai sul lavoro e nessuno ha mai proposto nè misure concrete per impedire questa strage...

    (9 Ottobre 2009)

    Per continuare la mobilitazione contro la guerra in Afghanistan e per il ritiro immediato e incondizionato dei militari italiani.

    Assemblea cittadina a Roma, mercoledi 7 ottobre

    8 anni fa, il 7 ottobre 2001, con il bombardamento aereo anglo-statunitense su Kabul, iniziò la guerra all’Afghanistan. Una sporca guerra di occupazione che ha finora-causato circa 100.000 vittime – in maggioranza civili – ed anche la morte di 21 soldati italiani caduti in operazioni sul campo. Una sporca guerra che la Nato e gli Usa stanno perdendo ma che vogliono continuare...

    (2 Ottobre 2009)

    Contropiano

    Ebbene si, i pacifisti cattivi siamo noi

    Ebbene si, Berlusconi ce l’aveva con noi, con i pacifisti “cattivi”, con il movimento contro la guerra che chiede il ritiro dei soldati italiani e la fine della missione militare in Afghanistan. E’ stato tutto un malinteso, colpa della foga durante il comizio alla festa del Pdl, ma il Presidente del Consiglio non ha esternato contro le forze politiche di minoranza in Parlamento...

    (1 Ottobre 2009)

    Rete Nazionale “DISARMIAMOLI” www.disarmiamoli.org

    La guerra perduta

    Lo scopo ufficiale dell’ISAF (1) (International Security Assistance Force) era di creare in Afghanistan le condizioni per lo sviluppo di una struttura statale stabile, attraverso l’addestramento dell’esercito e della polizia, dei funzionari della dogana e della polizia di frontiera, con la formazione di una moderna magistratura, e con una parallela azione di tipo sociale atta a favorire...

    (25 Settembre 2009)

    Michele Basso www.sottolebandieredelmarxismo.it

    Stima e solidarietà alla dott.ssa Salacone

    La lettera/volantino che verrà distribuita ai genitori e agli insegnanti della scuola elementare "Iqbal Masih" di Roma

    Vogliamo esprimere la piena stima e solidarietà alla dott.ssa Salacone – dirigente della scuola elementare Iqbal Masih - da parte di tutte le persone impegnate in questi anni nella Rete nazionale Disarmiamoli. Da anni e con coerenza sosteniamo che occorre mettere la parola fine al coinvolgimento dell’Italia nelle avventure di guerra, che occorre far rientrare immediatamente i soldati...

    (24 Settembre 2009)

    La Rete nazionale “Disarmiamoli!” www.disarmiamoli.it

    Un eroe dei nostri tempi

    In un contesto di retorica patriottarda, volgare e imbrogliona, dove tutti i politici italiani, da Berlusconi a Napolitano hanno fatto a gara a recitare la parte di gente colpita dal dolore, un uomo sessantenne si è permesso di uscire dal coro e gridare, in piena basilica di San Paolo e di fronte a quelle che vengono definite massime autorità, pace subito! Possiamo definire il personaggio...

    (24 Settembre 2009)

    Erregi

    Stop alla sporca guerra dell’Afghanistan. Ritiro immediato delle truppe italiane

    Il 4 novembre una giornata nazionale di mobilitazione antimilitarista in tutte le città

    Lunedì 21 settembre s’è tenuta un riunione d’emergenza del Patto contro la guerra per discutere gli sviluppi del conflitto sul fronte afgano che hanno visto il contingente militare italiano subire il suo colpo più duro in questi otto anni con l’uccisione di sei parà della Folgore. I contraccolpi di questo evento sono rilevanti ai fini dell’azione...

    (24 Settembre 2009)

    Patto contro la Guerra

    La guerra è pace. E la scuola si sgretola.

    La legge di causa-effetto esiste, anche se molti non ci fanno caso... Mi spiego. Oggi mio figlio più piccolo, che frequenta la seconda media, è tornato a casa da scuola dicendomi: "Non te la prendere, ma è arrivata una circolare che ci chiedeva un minuto di silenzio per i militari italiani morti in Afghanistan". Gli "eroi", cioè, secondo la definizione dei nostri squallidi...

    (22 Settembre 2009)

    Angela Lano, giornalista e orientalista

    Onoranze funebri e neomilitarismo

    Due giorni di lutto nazionale, solenni funerali di Stato, ricevimento delle salme a Ciampino da parte del Presidente della Repubblica, camera ardente visitata da migliaia di persone, titoloni in prima pagina strillati dai massmedia in preda ad un vero e proprio delirio di magniloquenza, pennivendoli che saccheggiano dal vocabolario gli aggettivi e tutte le figure retoriche per comunicare ai lettori...

    (22 Settembre 2009)

    Pietro Ancona http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/

    Rethink Afghanistan. Iniziativa a Padova

    Questa mattina si è svolta a Padova una conferenza stampa in collegamento con la Campagna Americana "Rethink Afghanistan - Otto anni dopo: Settimana Nazionale di Azione dei Media contro la Guerra in Afghanistan" e all'interno della crescita in Italia e nel mondo del rifiuto dell'occupazione militare. Abbiamo scelto di farla davanti al Monumento Ledeskin dedicato ai morti dell'11 settembre per...

    (20 Settembre 2009)

    Associazione Ya Basta – Centro Sociale Pedro

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    147538