il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Emergenza ceneri...

Emergenza ceneri...

(17 Aprile 2010) Enzo Apicella
La nuvola di ceneri del vulcano Eyjafjallajokull arriva sull'Italia. A Roma manifestazione in solidarietà a Emergency

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...

Per il ritiro immediato delle truppe d'occupazione e delle "missioni di pace"

(572 notizie dal 6 Novembre 2002 al 28 Settembre 2011 - pagina 11 di 29)

Per la costruzione di un movimento contro la militarizzazione

Appello del Comitato nazionale per il ritiro dei militari italiani

La strategia di aggressione, economica, politica e militare portata avanti dalle grandi potenze occidentali contro quei paesi e quei popoli che non sono disposti a sottomettersi ai loro diktat continua a produrre rapina, miseria, sfruttamento e distruzioni inenarrabili. Nessuno strumento viene tralasciato per normalizzare chi si oppone e per ottenere il consenso delle proprie popolazioni al crescente...

(7 Dicembre 2006)

COMITATO NAZIONALE PER IL RITIRO DEI MILITARI ITALIANI

Per il ritiro totale ed incondizionato di tutte le truppe!

Presidio a Milano il 25 novembre

L'Italia è oramai impegnata in ben tre teatri di guerra, ed in una ventina di altri paesi, per affermare i disegni dell'imperialismo occidentale e per garantire le classi dominanti di quei luoghi, sue alleate. In Afghanistan la guerra continua ed aumenta il numero dei militari presenti in quel paese. L'Italia conferma il suo impegno a sostegno degli USA e di un governo locale che non ha niente...

(23 Novembre 2006)

COORDINAMENTO MILANESE CONTRO LA GUERRA

25 Novembre: torna in piazza a Milano il movimento anti guerra (quello vero)

dalle ore 15:00, presidio a Piazza XXIV Maggio/Corso di Porta Ticinese

Sabato 25 novembre, dalle ore 15:00, presidio a Piazza XXIV Maggio/Corso di Porta Ticinese del Coordinamento milanese contro la guerra, promosso dal Movimento per il Partito comunista dei lavoratori, Federazione anarchica italiana, Csa Vittoria, Rete dei comunisti, sindacati di base e altri soggetti politici e di movimento Dopo il 18 novembre a Roma, il movimento (quello vero) di opposizione alla guerra,...

(22 Novembre 2006)

McPCL - Milano

Le vittime delle nostre guerre

A proposito dei "caduti di Nassyria"

Oggi le istituzioni commemorano con solennità i soldati italiani morti in Iraq a Nassyria, dove si trovavano in operazioni di guerra, lì inviati dal nostro governo, in palese violazione dell’art. 11 Cost., a sostegno ideologico-politico, militare ed organizzativo dell’illegittima occupazione di quel paese da parte dell’esercito USA e della Gran Bretagna. Ricordare...

(13 Novembre 2006)

Luigi Ficarra - Padova

C'e' chi dice no!

No a nuove missioni militari all'estero. No alla finanziaria di guerra del governo Prodi

Il governo “progressista” di Prodi e soci sta inviando le truppe italiane in giro per il mondo. In Afganistan l’imperialismo italiano è pienamente complice dei massacri compiuti contro la popolazione civile e delle fallimentari operazioni di repressione della resistenza locale, mentre in Libano le forze armate italo-europee, rappresentano nei fatti, degli alleati dell’imperialismo...

(10 Novembre 2006)

Comitato per il ritiro delle truppe - Milano

Via dall'Afghanistan e dai teatri di guerra. Se non ora, quando?

Il Consiglio dei Ministri dovrà approvare nuovamente il decreto per il rifinanziamento della missione militare in Afghanistan. Entro marzo, la decisione della ratifica di questo decreto, spetterà di nuovo ai due rami del Parlamento. Il movimento contro la guerra - nel nostro e in altri paesi - non ha mai inteso rinunciare ad una battaglia che ha come obiettivo la fuoriuscita dell'Italia...

(10 Novembre 2006)

Somalia: gli ascari alle porte

E la scandalosa scelta di campo italiana

Sono islamiche, sono antiamericane, quindi le Corti somale sono tacciate di qaedismo. Sono mesi, sin da quando il variegato movimento guerrigliero unitosi nel fronte che va sotto il nome di Unione delle Corti Islamiche ha cacciato dalla capitale gli ultimi signori della guerra foraggiati dagli occidentali, che la stampa occidentale insiste con questa ignobile campagna di disinformazione e criminalizzazione. La...

(7 Novembre 2006)

Notiziario del Campo Antimperialista ... 6 novembre 2006

Stati Uniti: centinaia di arresti durante manifestazioni di protesta contro la guerra

NEW YORK, 28 settembre (IPS) – Durante l’ultima settimana in varie città degli Stati Uniti sono stati organizzati cortei, manifestazioni e raduni di preghiera per chiedere al presidente Bush e al Congresso di porre fine all’occupazione dell’Iraq. Dal 21 settembre, quando oltre 500 gruppi contro la guerra e organizzazioni religiose hanno firmato la “Dichiarazione...

(7 Ottobre 2006)

Haider Rizvi IPS

Crema: corteo cittadino contro la guerra, al fianco della resistenza dei popoli oppressi

e per il ritiro dell’esercito imperialista da tutti i fronti di guerra

MERCOLEDì 4 OTTOBRE, ORE 20, P.zza GARIBALDI -CREMA- Dalla Jugoslavia all’Afghanistan, dall’Iraq al Libano: con la fine della guerra fredda gli USA e l’Unione Europea hanno dato inizio ad un nuovo ciclo di aperta guerra imperialista per il controllo strategico delle materie prime e per l’allargamento dei mercati. Chi pensava che il governo di centro sinistra, forte...

(2 Ottobre 2006)

Assemblea contro la guerra e la pace sociale

Un passo ulteriore verso l'Apocalisse.

Gentili Signore e Signori, ho da poco ascoltato il telegiornale regionale del Friuli Venezia Giulia, nel quale è stata data notizia della decisione collettiva dei ministri della difesa Nato (riuniti a Portorose) di ampliare all'intero Afghanistan la missione ISAF, alla quale partecipa l'Italia con il suo contingente militare. E' una notizia che getta obiettivamente nello sconforto. Anticipata...

(1 Ottobre 2006)

Stefano Ulliana.

Afghanistan: il Prc è corresponsabile di guerra e morti

La sinistra radicale voti contro la finanziaria

Avendo votato compatta a luglio per il rifinanziamento della missione in Afghanistan la sinistra neogovernativa, a partire dal Prc, piange oggi lacrime di coccodrillo. Di più: limitandosi a chiedere 'il ripensamento della strategia in Afghanistan', e non più il ritiro immediato delle truppe, mostra ancora una volta di subordinarsi criticamente alla continuità della missione e...

(28 Settembre 2006)

Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori

The Declaration of Peace – 21-28 settembre

Una settimana di mobilitazioni negli Stati Uniti per fermare la guerra in Iraq e per dichiarare una nuova epoca di pace e giustizia

E in Italia, Manifestazione No War, No Cluster Bombs Colleferro (RM), Simmel Difesa SpA Sabato, 23 settembre 2006, ore 16 Negli Stati Uniti, dal 21 al 28 settembre, la gente dichiarerà la pace partecipando a una settimana di azioni dirette e di disobbedienza civile. La "Dichiarazione di Pace", una campagna nazionale, esige che il Congresso degli Stati Uniti stabilisca un piano concreto per...

(23 Settembre 2006)

Statunitensi per la pace e la giustizia http://www.peaceandjustice.it

Via le truppe italiane da tutti i fronti di guerra

manifestazione nazionale il 30 settembre a Roma per il ritiro immediato di tutte le truppe dai luoghi di guerra

Gli attacchi di oggi ai militari italiani e all'ambasciata USA confermano la gravità dell'irresponsabile e avventuristica decisione del governo Prodi di rinnovare la partecipazione di truppe italiane all'odiosa guerra in Afghanistan. Le rassicurazioni, fornite al momento del voto parlamentare sulla missione da parte di D'Alema e Parisi, sulla "delimitazione" del ruolo del contingente italiano...

(9 Settembre 2006)

Confederazione Cobas

Sul medioriente e la sinistra italiana

Invio con il permesso di pubblicarlo e farlo circolare (ho deciso non esprimermi più per ora sul manifesto in materia di medioriente perchè la situazione interna del giornale è troppo contorta ed è inutile litigare e rompere amicizie e rapporti umani stabiliti da circa un ventennio. Di conseguenza sul MO mi esprimerò liberamente inviando di tanto in tanto dei pezzi...

(7 Settembre 2006)

Joseph Halevi

Il disegno strategico degli Usa in Medio Oriente

Temere il fallimento della Unifil-2 non vuol dire augurarselo. Motivare tale timore con l'analisi delle circostanze e degli antefatti politici, diplomatici e militari che hanno preceduto e accompagnato la risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell'Onu e l'invio di una forza internazionale sui confini del Libano non vuol dire auspicare la ripresa delle ostilità, una improbabile, definitiva...

(6 Settembre 2006)

Lucio Manisco

Il voto sul rifinanziamento della missione in Afghanistan

Cosa vuole l’Unione ?

L’Unione ha votato la propria mozione sulla politica estera ed il decreto di rifinanziamento economico della missione militare in Afghanistan . Se non sorprende che sia Romano Prodi, sia Massimo D’Alema, si sentono pienamente rappresentati dalle parole della mozione, non altrettanto può essere detto per quanto riguarda la sinistra “radicale” (Prc, Pdci, Verdi). Se soltanto...

(30 Luglio 2006)

Marco Piracci mPCL Roma

Uno sfogo poco politico

Sul voto a favore dell'intervento in Afghanistan

Sul voto a favore dell'intervento in Afghanistan da parte della nuova nomenklatura (quelli che io chiamo i "forchettoni rossi") è stato detto e scritto tutto ciò che c'era da dire e da scrivere. Voglio solo aggiungere delle considerazioni che mi vengono spontaneee alla mente, in ordine di apparizione e fregandomene se sono poco politiche. (La verità è che ho bisogno di...

(29 Luglio 2006)

Roberto Massari

I "dissidenti" non votino la fiducia al governo della guerra!

Non voglio credere che i parlamentari dissidenti del Prc possano davvero votare la fiducia al governo su una missione di guerra in Afghanistan. Non voglio credere che il dissenso di un mese possa sfociare in una resa clamorosa. Come si può dissentire da una missione di guerra e al tempo stesso votare la fiducia al governo che la vara? Sulle missioni militari il governo raccolga pure i voti...

(26 Luglio 2006)

Marco Ferrando

No al rifinanziamento e no alle basi militari

L'aggressione al Libano e il rifinanziamento alle missioni di guerra sono due facce della stessa guerra permanente che gli Usa hanno scatenato da anni con il sostegno più o meno attivo dell'Unione Europea. Nei mesi scorsi il Dipartimento di stato americano ha cercato il consenso di Mosca e Pechino ad una missione militare contro l'Iran e fallito l'obiettivo è scattata puntualmente l'escalation...

(25 Luglio 2006)

Ma quale svolta in politica estera?

Aumenta la presenza militare italiana in Afghanistan

Afghanistan: 1938 soldati italiani Ultima rilevazione Difesa, erano 1370 lo scorso 5 giugno ROMA, 21 lug - E' incrementata la presenza militare italiana in Afghanistan, nell'ambito della missione Isaf. Il contingente nazionale conta 1938 soldati. Lo ha reso noto l'ultima rilevazione messa in rete oggi sul sito del ministero della Difesa. Lo scorso 5 giugno i militari italiani impegnati in Afghanistan...

(24 Luglio 2006)

(ANSA)

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

147940