il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

"Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

(228 notizie - pagina 5 di 12)

"PREGIUDIZIO E PERSECUZIONE". UN INCONTRO DI RIFLESSIONE A VITERBO

Si è svolto sabato 25 giugno 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema "Pregiudizio e persecuzione". Nel corso dell'incontro si è analizzata con adeguate categorie interpretative la drammatica situazione attuale in cui la violenza totalitaria e razzista sembra tornare a dilagare in tante parti del pianeta; si è...

(25 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La tolleranza zero»

PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEL RIFUGIATO

Ricorrendo il 20 giugno la Giornata internazionale del rifugiato (nell'anniversario dell'approvazione da parte dell'assemblea generale dell'Onu nel 1951 della Convenzione sui rifugiati) il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo rinnova l'appello al governo e al parlamento affinché siano al più presto legiferati due provvedimenti indispensabili per far cessare le...

(19 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «La tolleranza zero»

PER FAR CESSARE LE STRAGI, IL RAZZISMO, LA SCHIAVITU'. UN INCONTRO A VITERBO

Si è svolto sabato 18 giugno 2016 a Viterbo un incontro di testimonianza e di riflessione sul tema: "Per far cessare le stragi, il razzismo, la schiavitù: due proposte al Parlamento italiano". E' intervenuto il responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", Peppe Sini, che ha argomentato come per far cessare le stragi nel Mediterraneo e la schiavitù...

(18 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «La tolleranza zero»

NESSUNO MORIREBBE NEL MEDITERRANEO

Le stragi nel Mediterraneo avvengono per decisione dei governi europei. Se un qualunque governo europeo finalmente consentisse ad ogni essere umano di poter giungere qui in modo legale e sicuro, la strage cesserebbe. Nessuno morirebbe nel Mediterraneo. * Se non fornissimo le armi ai dittatori, ai terroristi, alle organizzazioni mafiose. Se non rapinassimo i popoli del sud del mondo, se non devastassimo...

(27 Maggio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «La tolleranza zero»

OCCORRE IMPEDIRE UNA STRAGE ANNUNCIATA

Il governo italiano si appresta ad inviare centinaia di soldati alla diga di Mosul, a pochi chilometri dalla metropoli irachena da due anni occupata dall'organizzazione terrorista dell'Isis. Mentre si prepara una battaglia cruentissima, e un attentato alla diga può avere esiti apocalittici. Ogni persona ragionevole sa che la presenza dei soldati italiani alla diga di Mosul renderà sia...

(10 Maggio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

"ALL'ASCOLTO DI ROSA LUXEMBURG". UN INCONTRO DI STUDIO A VITERBO

Si è svolto mercoledì 4 maggio 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio sul tema: "All'ascolto di Rosa Luxemburg". Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati vari testi della grande pensatrice e militante per la liberazione dell'umanità. * Rosa Luxemburg, 1871-1919, è una delle più limpide figure...

(5 Maggio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La nostra storia»

QUESTO 25 APRILE, LE DOMANDE NECESSARIE, I COMPITI DELL'ORA. UN COMIZIO A VITERBO

Il testo seguente è una sintesi del discorso commemorativo tenuto la mattina del 25 aprile 2016 dal responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", Peppe Sini, all'incontro organizzato dalla struttura nonviolenta viterbese Una domanda La Liberazione dal nazifascismo si è definitivamente compiuta una volte per sempre? Piacerebbe poter dire di sì, ed invece occorre...

(25 Aprile 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «Ora e sempre Resistenza»

E' DECEDUTO GIUSEPPE TACCONI

E' deceduto Giuseppe Tacconi, antifascista, architetto, docente universitario, presidente della sezione di Nepi dell'Associazione nazionale partigiani d'Italia, persona sapiente e saggia, un uomo buono e giusto, autentico costruttore di pace. Lo ricordiamo come uno straordinario compagno di lotte in difesa della Costituzione, della pace, dei diritti umani e dei popoli, dell'ambiente...

(5 Aprile 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «Ora e sempre Resistenza»

DIECI RAGIONI PIU' UNA PER IL SI' AL REFERENDUM DEL 17 APRILE

Un incontro di riflessione Si è svolto la mattina di mercoledì 30 marzo 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul referendum del 17 aprile. * I termini della questione E' stata analizzata la questione delle gravi conseguenze delle trivellazioni in mare nei pressi delle coste italiane, è stata ricostruita la riflessione...

(30 Marzo 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Il saccheggio del territorio»

DUE VERITA' COSI' EVIDENTI DA SEMBRARE INVISIBILI

(E DUE MODESTE PROPOSTE PER LA POLITICA DELL'UMANITA')

Dei potenti della Terra l'unico che mostra di rendersi conto della tragica situazione reale è il papa, che con le parole, i gesti e le opere afferma la semplice verità che ad uccidere gli esseri umani sono le armi. E che quindi per far cessare le guerre e le stragi, per salvare le vite umane e convivere in dignità e solidarietà, occorre il disarmo: ovvero abolire la produzione,...

(25 Marzo 2016)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

FERMARE LE STRAGI NELL'UNICO MODO POSSIBILE

Le stragi che oggi hanno insanguinato Bruxelles ci colmano di orrore e di terrore, di lacrime e lutto, di un muto sgomento e di un dolore insostenibile. Ma questo ennesimo abominevole crimine deve anche aprirci gli occhi, il cuore, la mente. Ad esso occorre rispondere con la forza della verità, della ragione, dell'umanità. * La morte di massa che i criminali terroristi portano...

(22 Marzo 2016)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

"BEPPE FENOGLIO, O DELLA RESISTENZA". UN INCONTRO DI STUDIO A VITERBO

Si è svolto venerdì 18 marzo 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio sull'opera letteraria e la testimonianza morale e civile di Beppe Fenoglio. * Beppe Fenoglio (Alba, primo marzo 1922 - Torino, 18 febbraio 1963) è stato un partigiano e uno scrittore, tra i maggiori della letteratura italiana del Novecento. Opere di Beppe...

(18 Marzo 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Ora e sempre Resistenza»

LE RAGIONI DEL SI' AL REFERENDUM DEL 17 APRILE

IN DIFESA DELLA NATURA CONTRO LE TRIVELLAZIONI PETROLIFERE IN MARE: UN INCONTRO DI RIFLESSIONE A VITERBO

Si e' svolto nel pomeriggio di giovedì 10 marzo 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema: "Le ragioni delle si' al referendum del 17 aprile in difesa della natura contro le trivellazioni petrolifere in mare". Nel corso dell'incontro sono stati illustrati i contenuti del referendum che si svolgerà tra poche settimane...

(10 Marzo 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Il saccheggio del territorio»

"UNA PERSONA, UN VOTO". UN INCONTRO A VITERBO

Si è svolto nel pomeriggio di venerdì 26 febbraio 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro sul tema: "Una persona, un voto". Nel corso dell'incontro sono state ancora una volta illustrate le ragioni per cui è necessario ed urgente riconoscere il diritto di voto nelle elezioni amministrative a tutte le persone residenti nel territorio,...

(27 Febbraio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

IL COLPO DI GRAZIA

L'organizzazione terrorista e stragista della Nato (dei cui massacri, dalla Jugoslavia alla Libia, innumerevoli sono le vittime) annuncia che interverrà con navi da guerra ed altri strumenti bellici nel mare Egeo, formalmente contro i trafficanti, ed in realtà per contribuire a respingere i migranti che cercano di giungere in Europa per salvare la propria vita dalle guerre e dai regimi...

(12 Febbraio 2016)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «La tolleranza zero»

SEI MINIME CONSIDERAZIONI SULLE UNIONI CIVILI

Preferisco le unioni civili ai barbari conflitti. Preferisco le unioni civili alle brutali persecuzioni. Preferisco le unioni civili alle incivili divisioni. * Mi perdoni chi crede che tra le istituzioni umane ve ne siano di "naturali" anziché culturali: tutte le ideologie naturalistiche (che in quanto ideologie sono esse stesse quanto di meno "naturale" possa esserci) denegano alla radice...

(30 Gennaio 2016)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

NEL GIORNO DELLA MEMORIA A VITERBO COMMEMORATI VITTORIO EMANUELE GIUNTELLA E PRIMO LEVI

Nel pomeriggio del 27 gennaio 2016, nella ricorrenza del Giorno della memoria, si è svolto a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di commemorazione di Vittorio Emanuele Giuntella e di Primo Levi. * Il responsabile della struttura nonviolenta viterbese, Peppe Sini, ha ricordato con viva commozione i due indimenticabili testimoni della dignità...

(28 Gennaio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Culture contro»

"DUE O TRE COSE CHE SO SUL CLIMA". UN INCONTRO DI RIFLESSIONE A VITERBO

Si e' svolto domenica 29 novembre 2015 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema "Due o tre cose che so sul clima. Alcune elementari considerazioni in vista dell'incontro a Parigi degli inquinatori globali". * L'incontro e' stato aperto con un ricordo di Laura Conti, di Ivan Illich, di Alexander Langer e di Carla Ravaioli. Alle persone...

(29 Novembre 2015)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Global Warming»

Opporsi all'oppressione maschilista e patriarcale

L'oppressione maschilista e patriarcale è la prima radice di ogni violenza. E' la prima radice delle guerre e di tutte le uccisioni. E' la prima radice del razzismo e di tutte le persecuzioni. E' la prima radice dell'oppressione economica, sociale, politica. E' la prima radice dell'oppressione ideologica. E' la prima radice dell'organizzazione gerarchica, del sistema dello sfruttamento, del...

(23 Novembre 2015)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «Questioni di genere»

DA LAMPEDUSA A KUNDUZ. PAROLE DETTE IN UN INCONTRO A VITERBO

Si e' svolto sabato 3 ottobre 2015 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di commemorazione delle vittime della strage di Lampedusa del 3 ottobre 2013. Nel corso dell'incontro il responsabile della struttura nonviolenta viterbese, Peppe Sini, ha sottolineato la necessita' e l'urgenza non solo di attività di soccorso immediato, ma anche di politiche...

(3 Ottobre 2015)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

52098