il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

"Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

(229 notizie - pagina 9 di 12)

PER FAR CESSARE LE STRAGI NEL MEDITERRANEO BASTEREBBE POCO...

Per far cessare le stragi nel Mediterraneo basterebbe poco: basterebbe consentire a tutti gli esseri umani di muoversi liberamente sul pianeta, ovvero - nel caso particolare - permettere a tutte le persone di entrare in modo legale e sicuro nel nostro paese e in Europa. Ed al sadico di turno che preferirebbe che le vittime delle guerre, delle dittature e della fame morissero zitte zitte - anzi: urlando...

(30 Giugno 2014)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La tolleranza zero»

"ARTE E SOCIETA'". UN INCONTRO DI RIFLESSIONE

Si è svolto nel pomeriggio di domenica 29 giugno 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione su "Arte e società. Un accostamento alla riflessione della scuola di Francoforte su verità estetica e critica delle ideologie", con la partecipazione di Giselle Dian. * Giselle Dian, disegnatrice e grafica, studiosa di fenomeni...

(30 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

IL SECOLO DELLE STRAGI

Con l'attentato che uccise l'arciduca d'Austria Francesco Ferdinando e sua moglie Sofia a Sarajevo il 28 giugno 1914 inizia il secolo delle stragi: due guerre mondiali, innumerevoli conflitti bellici regionali, dittature efferate, massacri, genocidi, il concreto pericolo della distruzione della civiltà umana. L'"inutile strage" della prima guerra mondiale non mise fine ai conflitti, ne incubò...

(29 Giugno 2014)

Peppe Sini responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI AIME' CESAIRE

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo ricorda Aimé Césaire nel CI anniversario della nascita del grande poeta, intellettuale, militante politico impegnato per la giustizia sociale, contro ogni potere oppressivo, per i diritti umani di tutti gli esseri umani. * Ricordiamo ancora una volta "il nesso inscindibile che nell'opera di Aimé Césaire lega...

(26 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA TORTURA

Nella Giornata internazionale contro la tortura la prima cosa che dobbiamo dire è che in Italia ci sono ancora i campi di concentramento, osceni, orribili, disumani luoghi di sofferenza in cui vengono recluse le persone migranti, persone che non hanno commesso nulla di male, e che sono giunte in questo paese a costo di rischi enormi per sfuggire alle guerre, alle dittature, alla fame, ovvero...

(26 Giugno 2014)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La tolleranza zero»

IN MEMORIA DI JEAN-PAUL SARTRE. UN INCONTRO A VITERBO

Si è svolto nel pomeriggio di sabato 21 giugno 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro in memoria di Jean-Paul Sartre, nell'anniversario della nascita del filosofo avvenuta a Parigi il 21 giugno 1905. Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati alcuni brani dalle principali opere filosofiche, saggistiche, letterarie, drammaturgiche e...

(22 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La nostra storia»

COMMEMORATO GIACOMO MATTEOTTI A VITERBO

Si è svolta nel pomeriggio di martedì 10 giugno 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" una commemorazione di Giacomo Matteotti, nel novantesimo anniversario dell'uccisione. Nel corso dell'incontro sono stati letti alcuni brani da scritti e discorsi del martire antifascista. * Giacomo Matteotti, nato a Fratta Polesine nel 1885, laureato in giurisprudenza,...

(10 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Ora e sempre Resistenza»

IL MOMENTO E' ORA

Il momento è ora. Il momento di premere nonviolentemente sul governo e il parlamento affinché riconoscano a tutte le bambine ed a tutti i bambini delle famiglie immigrate in Italia gli stessi diritti di tutte le altre bambine e tutti gli altri bambini, e quindi la cittadinanza che tutti i diritti compendia. Il momento è ora. * Il momento è ora. Il momento di premere nonviolentemente...

(8 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

"DIFENDERE I DIRITTI UMANI DEI MIGRANTI".
UN INCONTRO DI STUDIO

Si è svolto la sera di lunedì 2 giugno 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio sul tema: "Difendere i diritti umani dei migranti per difendere la democrazia nel nostro paese e la vita e la dignità di tutti gli esseri umani". Nel corso dell'incontro sono stati utilizzati come base di riflessione il libro della scrittrice...

(3 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La tolleranza zero»

CONTRO IL MILITARISMO, IL NAZIONALISMO, IL RAZZISMO, IL MASCHILISMO

Si è svolto la mattina di lunedì 2 giugno 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", in occasione della festa della Repubblica, un incontro di riflessione sul tema: "Contro il militarismo, il nazionalismo, il razzismo, il maschilismo". Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati numerosi articoli della Costituzione della Repubblica Italiana...

(2 Giugno 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «No basi, no guerre»

SE IL 2 GIUGNO...

Se il 2 giugno è la festa della repubblica allora è la festa della Costituzione repubblicana che ripudia la guerra: e quindi è assurdo e criminale che lo stato italiano continui a partecipare alla guerra terrorista e stragista in Afghanistan; è assurdo e criminale che continui nel riarmo; è assurdo e criminale che resti in quell'alleanza massacratrice che è...

(1 Giugno 2014)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «No basi, no guerre»

UN INCONTRO DI STUDIO SUL CONSUMO CRITICO E SUL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

Si e' svolto la mattina di sabato 24 maggio 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio sul tema: "Il consumo critico, il commercio equo e solidale, i bilanci di giustizia, gli stili di vita responsabili: buone pratiche per la dignita' umana e la solidarieta' tra i popoli". Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati passi scelti da alcuni...

(24 Maggio 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA

Nella Giornata internazionale contro l'omofobia queste due semplici verità metterà conto enunciare ancora una volta: che l'umanità si compone di persone tutte diverse l'una dall'altra; e che tutte le persone sono eguali in dignità e diritti. Regola aurea della morale è di agire nei confronti delle altre persone così come si vorrebbe che le altre persone agissero...

(17 Maggio 2014)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

DI STRAGE IN STRAGE. CHE FARE

Due cose occorre immediatamente fare da parte dell'Italia e dell'Unione Europea per far cessare le stragi nel Mediterraneo. La prima: accogliere ed assistere tutti, mettere a disposizione di tutti la possibilità di muoversi in modo legale e sicuro sull'unico pianeta casa comune dell'umanità. Vi è una sola umanità, composta di persone tutte diverse l'una dall'altra e tutte...

(13 Maggio 2014)

Peppe Sini responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La tolleranza zero»

L'IMPEGNO PER IL DISARMO DI BERTHA VON SUTTNER

UN INCONTRO DI STUDIO A VITERBO

"Nessuno si può fare più illusioni: occorre sceglier tra le armi e il pane solo la pace salva vite umane solo il disarmo ferma le uccisioni" Si è svolto nel pomeriggio di martedì 29 aprile 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio sul tema: "L'impegno per il disarmo di Bertha von Suttner". * Bertha von Suttner, 1843-1914,...

(29 Aprile 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

PER GRAMSCI

Nell'anniversario della scomparsa, avvenuta il 27 aprile 1937, il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo ricorda Antonio Gramsci. * Antonio Gramsci nacque ad Ales, in provincia di Cagliari, nel 1891. Muore a Roma il 27 aprile 1937. La sua figura e la sua riflessione, dal buio del carcere fascista, ancora illumina la via per chi lotta per la dignità umana, per un'umanità...

(27 Aprile 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La nostra storia»

IN MEMORIA DI JUAN GERARDI

Si è svolta nella mattinata di sabato 26 aprile 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" una commemorazione di Juan Gerardi, il vescovo guatemalteco assassinato dai sicari fascisti il 26 aprile 1998 per far cessare il suo strenuo impegno in difesa dei diritti umani degli indios e per il recupero della memoria storica delle vittime del genocidio compiuto lungo...

(26 Aprile 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «America latina: un genocidio impunito»

DINANZI ALLA LAPIDE DEL MARTIRE ANTIFASCISTA MARIANO BURATTI

La lapide che ricorda Mariano Buratti all'ingresso del liceo viterbese a lui intitolato è seminascosta da due tavole da cantiere, prigioniera dietro una cancellata chiusa da una catena e un lucchetto; per "lavori in corso" da molti mesi quell'ingresso è chiuso e la pavimentazione tra il colonnato e il muro ove è la pietra che reca memoria del martire antifascista è coperta...

(24 Aprile 2014)

Peppe Sini, responsabile del Centro di ricerca per la pace e i diritti umani


in: «Ora e sempre Resistenza»

VIRGINIA WOOLF, SIMONE DE BEAUVOIR, NADINE GORDIMER.
VOCI DI DONNE CONTRO IL FASCISMO

Si è svolto sabato 19 aprile 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione su "Virginia Woolf, Simone de Beauvoir, Nadine Gordimer: voci di donne contro il fascismo, il razzismo, il maschilismo". L'incontro era parte di una serie di iniziative in preparazione del 25 aprile. Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati alcuni testi...

(19 Aprile 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «Ora e sempre Resistenza»

Per l'immediata abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari. Una lettera aperta

Al Presidente del Senato della Repubblica Oggetto: richiesta di impegno del Parlamento per l'immediata abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari Egregio Presidente del Senato, come ricorderà, con il decreto-legge 31 marzo 2014, n. 52, "Disposizioni urgenti in materia di superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari", è stata nuovamente rinviata la chiusura dei manicomi...

(19 Aprile 2014)

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

52268