il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Iniziazione

Iniziazione

(11 Marzo 2011) Enzo Apicella
Il Presidente Usa Obama lunedì minaccia l’intervento militare in Libia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Imperialismo e guerra (cronaca sud)

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(20 notizie dal 8 Gennaio 2003 al 7 Ottobre 2020 - pagina 1 di 1)

Basta spese e missioni militari, smilitarizziamo il Recovery Fund

L'11 ottobre, a Napoli, un evento antimilitarista (appuntamento in Piazza del Plebiscito, ore 11) Guardando i progetti che il governo sta presentando al Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio per l’utilizzo dei fondi del Recovery Fund, emerge che un’ampia fetta dei fondi sarà destinata al complesso militare industriale. Su 209 miliardi del Recovery...

(7 Ottobre 2020)

No alla guerra. Via le basi USA e NATO dall'Italia

L'11 gennaio, a Catania, un'importante iniziativa contro la guerra: un presidio davanti la Prefettura (Via Etnea), a partire dalle 17.30. Lo organizzano diverse realtà della sinistra di classe. L’omicidio mirato del generale iraniano #Soleimani, compiuto dagli Stati Uniti sul territorio di un paese sovrano, calpestando ogni norma internazionale, è un cinico atto di #guerra che innesca...

(8 Gennaio 2020)

MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA' COL POPOLO KURDO, CON LA PALESTINA E I POPOLI DEL MEDIO ORIENTE

mercoledì 15 ottobre ore 16.30 in Piazza Garibaldi, Cagliari

Kobane rischia di cadere nelle mani dei tagliagole dell'ISIS. E rischia di cadere nell'indifferenza delle istituzioni! L'esercito mercenario e raccogliticcio dell'autoproclamatosi califfato sembra non trovare ostacoli nella sua avanzata se non nella gloriosa ed eroica resistenza del popolo kurdo e della sua punta più avanzata il PKK. Marciano essi verso un ritorno al Medio Evo e lo fanno...

(12 Ottobre 2014)

Niscemi, Palestina Ucraina contro la guerra imperialista Resistenza popolare.

Proprio come il 9 Agosto del 2013 a distanza di un anno esatto, il movimento Nomuos taglia le reti e invade nuovamente la base americana di Contrada Ulmo a Niscemi. Un corteo di circa duemila persone determinato e consapevole ha sfilato dal presidio campeggio intorno alla base. In testa le mamme Nomuos che difendono non solo i loro figli dalle radiazioni delle antenne della morte, ma tutti i figli...

(12 Agosto 2014)

Collettivo Politico Experia Catania

F-35: L’USB-PENSIONATI FA UNA RICHIESTA DI ADESIONE PER UN SIT IN DA TENERSI IN DATA 19 LUGLIO

Cagliari –mercoledì, 10 luglio 2013 L’8 aprile 2009 è una di quelle date che tutti gli italiani dovrebbero ricordare. Una data che magari non farà storia, ma che è bene memorizzare visto che proprio quel giorno dell’anno 2009 la maggioranza parlamentare rappresentata da Lega, PDL, FLI, UDC ha votato per l’acquisto di 131 F-35. Il PD (pregustando...

(10 Luglio 2013)

USB Sardegna

Aerei senza pilota all’assalto dei cieli della Sicilia occidentale

Disagi e limitazioni al traffico aereo per tutta l’estate nell’aeroporto di Trapani Birgi, causa le supersegrete operazioni dei droni schierati a Sigonella dalle forze armate USA e NATO. Secondo quanto rilevato dall’associazione antimafie “Rita Atria”, la mattina dell’1 giugno sono state emesse tre notificazioni ai piloti di aeromobili (NOTAM) in transito dallo...

(26 Giugno 2012)

Antonio Mazzeo

Quirra: accertata la presenza di uranio nel poligono ma proseguono le attività militari

28-02-2011/12:00 --- Continuano le indagini della Procura di Lanusei sulle attività del poligono di Quirra, in Sardegna, e i numerosi casi di linfomi e malformazioni. La presenza di uranio impoverito nella base militare è stata, infatti, confermata dal ritrovamento di cinque cassette metalliche dove i rilevatori hanno registrato valori di radioattività cinque volte superiori alla...

(28 Febbraio 2011)

Marina D’Ecclesiis, Radio Città Aperta

Rostock, Hokkaido... La Maddalena...

Dopo la tappa giapponese del luglio prossimo (Hokkaido), il G8 tornerà in Europa: in Sardegna (La Maddalena, luglio 2009). Il controvertice di Rostock dell’anno scorso ha segnato un enorme avanzamento politico: è ormai maturo un salto di qualità nella ricomposizione internazionale delle lotte, a partire dal terreno europeo. La mobilitazione contro il vertice G8 della Maddalena,...

(13 Giugno 2008)

Collettivo internazionalista di Napoli - C.S.O.A. “TerraTerra” - Collettivo (universitario) Orientale

Napoli: contro l'imperialismo, per la resistenza

qui nel testo il volantino che abbiamo distribuito ieri, 25 aprile, nel corso di un'iniziativa pubblica, da noi organizzata, con la proiezione del film Il Leone del Deserto e successivo dibattito sulle Resistenze. L'Italia si colloca al sesto posto nella graduatoria mondiale dei paesi fornitori nelle operazioni cosiddette di peace-keeping condotte sotto il comando dell'ONU. Considerando anche quelle...

(26 Aprile 2007)

COLLETTIVO INTERNAZIONALISTA DI NAPOLI

Teocrazia iraniana contro teocon occidentali: chi vuole lo scontro di civilta’?

La fiaccolata di Ferrara nega i diritti del popolo palestinese e apre nuovi scenari di guerra!

Negli ultimi giorni l’argomento che prevale sui quotidiani e sui telegiornali non è tanto la posizione del Presidente iraniano Ahmadinejad, quanto l’iniziativa promossa dal Foglio di Giuliano Ferrara che ha come obiettivi il sostegno acritico ad Israele ed il definitivo tramonto dell’ipotesi di uno Stato per il popolo palestinese, nonché il pieno appoggio alle politiche...

(3 Novembre 2005)

Associazione Comunista IL PIANETA FUTURO

Gli Stati Uniti vogliono sbarazzarsi dell’Onu?

Se ciò fosse vero -ed è questo il messaggio sotteso che parafrasa la immarcescibile teoria dei opposti estremismi- le posizioni che sono impegnate a delegittimarla da “sinistra”, farebbero eco (e il gioco degli) agli Stati Uniti. Qualcuno, più garbato, ci chiederebbe se non sia il caso, in questa fase di estremo attacco “da destra” all’Onu, quanto...

(3 Settembre 2005)

Red Link

Uno scontro di incivilta’

La presenza dei militari inglesi e statunitensi in Iraq alimenta la guerriglia: questa non è l’ennesima presa di posizione della sinistra pacifista ma quanto ha detto il Ministro degli Esteri britannico Jack Straw in una intervista apparsa sul quotidiano “Financial Times” nella quale si legge la seguente affermazione: «Se noi facciamo parte della soluzione del problema...

(14 Agosto 2005)

MICHELE DI SCHIENA

Contro l'Onu e i "signori della pace"

La settimana prossima – martedì 19 Luglio – il Parlamento vota un nuovo finanziamento economico alle truppe d’occupazione italiane in Irak. Per quella giornata le reti di movimento, già promotori della giornata nazionale di lotta del 19 Marzo, nonché del Corteo/Parade del 2 Giugno a Roma scorso, attaccato dalla polizia di Pisanu, hanno indetto una mobilitazione...

(19 Luglio 2005)

Red Link Informazioni e contatti: red_link@tiscali.it

Iraq, Londra: le vostre guerre…

… I nostri morti!!! Ora basta!

Le decine, forse centinaia di vittime innocenti dei terribili attentati di Londra si sommano alle innumerevoli vittime irakene di cui quotidianamente ci danno notizia i tg. Un prezzo inaccettabile per chiunque e che ci fa toccare con mano la follia in cui stiamo sempre più precipitando. Milioni di persone in tutto il mondo e tantissime proprio in Inghilterra si sono mobilitate più volte...

(9 Luglio 2005)

Guerra globale permanente

La dottrina strategico-politica di Bush potrebbe riassumersi, almeno per quel che riguarda la sua versione ufficiale, nel seguente schema di ragionamento: esportare ed imporre, con la violenza delle armi, la cosiddetta “democrazia”-ossia il modello U.S.A. di democrazia- in tutto il pianeta, soprattutto laddove è più conveniente, come nell’area del Golfo Persico, tra...

(17 Marzo 2005)

Lucio Garofalo

Napoli: contro la guerra - contro la precarietà

Tra tutti i lavoratori, quelli precari pagano di piu' la crisi economica e lo stato di guerra permanente dei padroni

LO S.L.A.I. COBAS MONALDI DI NAPOLI ha aderito allo sciopero del 02/04/03 indetto dal sindacalismo di base e ha partecipato alla manifestazione svolta in P.zza del Gesù a Napoli. LO S.L.A.I. COBAS MONALDI DI NAPOLI è fermamente convinto che non esistono scorciatoie, la conquista del consenso della maggioranza dei lavoratori alle idee di un sindacato di classe deve necessariamente partire...

(8 Aprile 2003)

S.L.A.I. COBAS MONALDI NAPOLI web: http://digilander.iol.it/monaldicobas e-mail:monaldicobas@iol.it

Il no alla guerra del "popolo dei popoli"

di Michele di Schiena - magistrato

Se qualcuno di noi, ricco e potente, pretendesse di mettere le mani sui beni di famiglia di qualche altro che vive nell'indigenza e che quei beni vende per sfamarsi ed andare avanti; se qualcuno, dopo aver utilizzato per suoi oscuri affari personaggi spregevoli e pericolosi, li volesse poi brutalmente far fuori considerandoli ad un certo momento non più affidabili; se costui, con ricatti economici...

(2 Aprile 2003)

Michele di Schiena

Una guerra illegittima

di Michele Di Schiena - magistrato

Disattendendo i moniti e gli appelli della stragrande maggioranza dell’opinione pubblica mondiale, della comunità internazionale e di alte cattedre morali e religiose, il Governo degli Stati Uniti ha dunque scatenato senza l’avallo dell’ONU la guerra contro l’Iraq, dichiaratamente per abbattere il regime di Saddam Hussein (l’ultima delle mutevoli motivazioni),...

(26 Marzo 2003)

Michele Di Schiena

Napoli: FERMIAMO LA GUERRA

volantino dello S.L.A.I. Cobas Monaldi

La morsa imperialista Europea e cino-nipponica fa tremare il futuro USA Dall’11 settembre la guerra ha come obiettivo il rilancio dell’economia statunitense in crisi e il rafforzamento degli USA in aree come quelle del golfo e dell’Asia centrale, decisivo per la sua futura egemonia E’ guerra! e noi già siamo in guerra da sempre. Noi lavoratori, disoccupati parasubordinati,...

(9 Marzo 2003)

S.L.A.I. COBAS MONALDI

Fatti e misfatti dell'economia di guerra

notizie brevi dal "lato oscuro" del neo-liberismo

L'internet del dopoguerra La Microsoft, la Internet Security Systems, la Foundstone ed altre hanno da tempo ufficializzato un'intesa per limitare le informazioni sulla sicurezza dei rispettivi software. Le falle, in particolare, non verranno comuniate al pubblico prima di trenta giorni dalla loro scoperta. Questo, nel quadro della "lotta al terrorismo". A parte il terrorismo, essa pero' risolve...

(8 Gennaio 2003)

789634