il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Sesto San Giovanni

(317 notizie - pagina 1 di 16)

CONTRO TUTTI GLI IMPERIALISMI

L’invasione russa dell’Ucraina per noi è certamente un atto da condannare, ma non ci uniamo al coro degli apologeti dei guerrafondai degli Usa, dell’Unione Europea e della NATO che, in tutto il mondo, parlano di pace mentre continuano a fomentare massacri e guerre per i loro interessi. Minacciare, demonizzare il nemico, istigare la paura del diverso, reprimere, sono da sempre...

(3 Marzo 2022)

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

BUGIE E VERITA’

IPOCRISIA E VIOLENZA DELLA BORGHESIA IMPERIALISTA

Gli apologeti del sistema capitalista/imperialista, politici, sindacalisti, mass-media, scienziati di regime, ecc, pagati profumatamente e finanziati economicamente con grandi finanziamenti e privilegi dai loro padroni continuano a tessere le lodi dei loro padroni, dipingendo il sistema capitalista sempre più dittatoriale come “democratico”, il migliore dei mondi possibili. Per...

(9 Febbraio 2022)

Michele Michelino - Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

CRISI SANITARIA E CRISI ECONOMICA

I limiti alle libertà individuali e collettive imposti alla società e alle rivendicazioni operaie che governo e sindacati impongono in nome della crisi possono essere infranti. Quando gli accordi sanciscono l’immiserimento degli operai in nome della “difesa della salute” - da loro completamente ignorata nelle fabbriche, vedi il numero crescente di morti sul lavoro -...

(20 Gennaio 2022)

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”


in: «Covid-19 e dintorni»

IL SISTEMA CAPITALISTA UCCIDE. LOTTIAMO PER UNA SOCIETA' IN CUI LO SFRUTTAMENTO SIA CONSIDERATO UN CRIMINE

L’Italia è il paese delle stragi, dei disastri industriali e ambientali tuttora impuniti. Con l’improcedibilità dei processi e la prescrizione per i responsabili dei delitti e delle stragi di Stato (morti sul lavoro e di malattie professionali, stragi ambientali e distruzione della natura), la legge Cartabia concede l’impunità e la licenza di uccidere agli assassini. Per...

(8 Gennaio 2022)

Michele Michelino, Centro di Iniziativa Proletaria "G. Tagarelli"


in: «Di lavoro si muore»

IL NUOVO ANNO DEL CAPITALE: PER GLI OPERAI VA SEMPRE PEGGIO

Fabbriche che chiudono, altre che de localizzano, aziende occupate o presidiate dai lavoratori in lotta per la difesa del posto di lavoro, intanto aumenta il numero dei proletari disoccupati e il numero dei morti sul lavoro. Lotte che ogni gruppo o settore di lavoratori combattono da soli nel loro posto di lavoro, nel territorio senza nessun collegamento con altre situazioni di lotta. Lotte tenute...

(4 Gennaio 2022)

Michele Michelino, Centro di Iniziativa Proletaria “”G. Tagarelli”

NATALE TRA FESTA E IPOCRISIA

IL GIORNO DEL VOGLIAMOCI BENE, DELLA “PACE" FRA SFRUTTATI E SFRUTTATORI

Questo Natale come quello dell’anno precedente è austero per i poveri, gli operai licenziati, quelli che il lavoro non lo trovano, quelli super sfruttati, per gli sfrattati, i senzatetto, gli invalidi e i famigliari dei morti sul lavoro, per tutti gli oppressi. Se le festività natalizie sono state occasione in passato d’incontri conviviali, fra parenti, amici e compagni,...

(25 Dicembre 2021)

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

OPERAI E PADRONI

La classe operaia, cosciente dei suoi interessi immediati e storici, ha sempre ritenuto che l'unica guerra giusta è quella contro i padroni e governi, cioè quella delle classi e dei popoli oppressi contro lo sfruttamento. Gli operai comunisti, i rivoluzionari proletari sono sempre stati in prima fila nelle lotte per la pace, contro le guerre imperialiste, ma pur essendo persone pacifiche,...

(4 Dicembre 2021)

Michele Michelino

MORTI E INFORTUNI SUL LAVORO: LO SFRUTTAMENTO LA CAUSA PRINCIPALE

In Italia ogni anno 1400 lavoratori sono uccisi sul lavoro. Altre migliaia sono condannate a morte dalle malattie professionali e si spengono in silenzio nell’indifferenza del governo, Confindustria, partiti e istituzioni, e purtroppo anche dell’opinione pubblica. I vertici dei sindacati confederali sono complici, di questa strage operaia, ma la responsabilità è anche di...

(11 Novembre 2021)

Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”


in: «Di lavoro si muore»

La montagna ha partorito il solito topolino

Agli inizi di ottobre ha avuto fine una eccezionale gravidanza durata da circa 8 anni: l’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) ha finalmente deciso che i profitti da capogiro – soprattutto in questi due anni di pandemia – delle multinazionali vanno tassati e così ha dato alla luce la “global minimum tax”, che andrà in vigore nel...

(2 Novembre 2021)

Daniela Trollio, Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli” - Sesto San Giovanni

IL VERTICE DEGLI SFRUTTATORI

Oggi 31 ottobre 2021 a Roma si finisce il Vertice dei Capi di Stato e di Governo dei Paesi appartenenti al G20, con la presenza dei membri del G20, di alcuni Paesi invitati e dei rappresentanti di alcune delle principali organizzazioni internazionali e regionali. Come sempre questi vertici sono una passerella che sancisce decisioni già prese prima da chi realmente detiene il potere economico...

(31 Ottobre 2021)

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

UNA STORIA OPERAIA

Noi ci battiamo perché gli infortuni e i morti sul lavoro e di lavoro non vadano mai in prescrizione e siano considerati crimini contro l’umanità. Lotte operaie e popolari, verità storica e verità giuridica. La nostra storia per molti aspetti è simile a quella dei lavoratori di Porto Marghera, della Thyssen Krupp, dell’Eternit di Casale Monferrato, della...

(28 Ottobre 2021)

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli” Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio - SestoSan Giovanni


in: «Di lavoro si muore»

GREEN PASS E LOTTA DI CLASSE

L’obbligo del Green pass per tutti i lavoratori dal 15 ottobre con la conseguente perdita del salario in caso di inadempienze dimostra il carattere classista e antiproletario di questa misura. Con il “passaporto verde” i padroni e il governo dividono ancor più i lavoratori a tutto vantaggio del capitale. Questo lo hanno capito bene i settori più avanzati della classe...

(18 Ottobre 2021)

Michele Michelino - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

TONNI, SARDINE E PESCECANI

Con l’avvicinarsi delle elezioni tutti i partiti, sia quelli nel governo di “unità nazionale” guidato dal banchiere Mario Draghi che all’opposizione cominciano a smarcarsi su singoli aspetti. Centrodestra e centrosinistra, pur avendo differenti vedute su singoli aspetti, sono forze politiche che lavorano per lo stesso padrone, l’imperialismo italiano. I metodi...

(31 Agosto 2021)

Michele Michelino (Centro di Iniziativa Proletaria "G. Tagarelli")

NOI E VOI, PROLETARI E BORGHESI

Non sono soltanto i capitalisti, i loro servi e gli ipocriti coscienti, gli scienziati e i preti a sostenere e a difendere la menzogna borghese che lo stato difende gli interessi di tutti, ma anche molte persone che pur essendo sfruttate credono che lo stato sono loro. Questa concezione serve a difendere gli interessi delle classi sfruttatrici, - le grandi multinazionali /transnazionali, i grandi...

(12 Agosto 2021)

Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

VECCHIE E NUOVE MALATTIE: VECCHI E NUOVI SFRUTTAMENTI

Riflessioni di una Pasqua coatta in zona rossa

Anche durante la pandemia la ricerca del massimo profitto non si è mai fermata. Oltre agli infortuni e ai morti sul lavoro causati dalla violazione delle norme di sicurezza e dall’esposizione alle vecchie nocività mai risolte, con il covid, si sono aggiunte nuove malattie e morti. Approfittando della pandemia i padroni hanno affinato lo sfruttamento e l’organizzazione capitalistica...

(4 Aprile 2021)

Michele Michelino, Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

BORGHESI E PROLETARI

Prendendo a pretesto l’allungamento della vita media delle persone, i governi dei padroni hanno allungato l’età pensionabile, peggiorato le condizioni di vita e di lavoro, tagliato la sanità, aumentato le spese militari sostenuti da tutti i partiti borghesi e, con la complicità dei sindacati confederali concertativi, costringono operai consumati da anni di sfruttamento...

(30 Marzo 2021)

Michele Michelino, Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

COVID E LOTTA DI CLASSE

I governi cambiano e si susseguono, ma gli operai continuano a essere sfruttati e a morire come prima, più di prima. Il covid ha evidenziato alla grande massa delle persone quello che fino a poco tempo i governanti di centro destra e centrosinistra e i politici cercavano di tenere nascosto. Le conseguenze dei tagli e la privatizzazione della sanità oggi sono più evidenti di ieri...

(12 Novembre 2020)

Michele Michelino - Centro di Iniziativa Proletaria “G. tagarelli”


in: «Covid-19 e dintorni»

I MORTI SUL LAVORO SONO IL COSTO DEL PROFITTO

Anche se l’occupazione, è in continuo calo, lo sfruttamento è sempre più intensivo e la produttività per addetto è quasi raddoppiata. Mentre è ormai di moda parlare di "scomparsa" della classe operaia, di "operai in camice bianco", tutti i giorni e le notti della settimana, compresi i sabati e le domeniche, Natale, Pasqua e Capodanno (mentre tutti gli...

(8 Settembre 2020)

Michele Michelino - Cip Tagarelli


in: «Di lavoro si muore»

Cesare Romiti: morte di uno sfruttatore

Mentre padroni, governo, presidente della repubblica, sindacalisti di CGIL-CISL-UIL e politici di tutti i partiti, a cominciare dagli ex PCI, rendono omaggio al manager, ex amministrare delegato della FIAT di Giovanni Agnelli che licenziò migliaia di lavoratori, NOI NON SPRECHIAMO NE LACRIME NE’ CORDOGLIO PER LO SFRUTTATORE CAPITALISTA. OGNUNO PIANGE I SUOI MORTI E ROMITI NON E’...

(19 Agosto 2020)


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

L’agonia di Venezia

di Renàn Vega Cantor (*); da: rebelion.org; 30.12.2019 “Non bisogna tendere troppo l’arco”. Thomas Mann, Morte a Venezia Nel mondo intero sono in cammino brusche modificazioni climatiche che alterano il paesaggio urbano e rurale, con le loro tragiche conseguenze sociali. Questo è evidente in quanto accaduto recentemente nella città italiana di Venezia, che...

(1 Gennaio 2020)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni


in: «Nessuna catastrofe è "naturale"»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

98094