il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Partito Comunista Internazionale

(262 notizie - pagina 9 di 14)

Necessità della guerra, necessità della rivoluzione

Può destare sconcerto, al lettore democratico-progressista che malgrado tutto spera e crede nella razionalità dell’umano agire e nelle sue sorti, un certo articolo comparso nel luglio di quest’anno sul New York Times, “The lack of major wars may be hurting economic growth”, La mancanza di grandi guerre può essere di danno alla crescita economica, che descrive...

(9 Luglio 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Lo Stato iracheno in piena decomposizione
preda delle lotte inter-imperialiste

La situazione in Iraq ha continuato a deteriorarsi dopo la partenza delle truppe americane alla fine del 2011, con una recrudescenza di violenze e attentati. Ancora una volta risultano evidenti i frutti nefasti degli interventi "umanitari" degli Stati Uniti “per portare la democrazia” che, dalla Seconda Guerra mondiale e i discorsi di Truman, imperversano per il mondo a coprire una politica...

(21 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Anche la merce forza lavoro deve concedersi just in time

Sintesi dei sistemi di organizzazione dello sfruttamento nelle fabbriche

Il fatto più evidente di questa generale crisi sono i continui licenziamenti e la precarietà del posto di lavoro, accettati dai lavoratori quasi con rassegnazione, un accidente nefasto, ma momentaneo, come dicono i saccenti esperti borghesi “una congiuntura negativa”. Ma così non è. Il sistema produttivo capitalistico dedica un costante e minuzioso impegno...

(17 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il capitalismo è crisi»

Cile, 22 giorni di sciopero dei portuali traditi dai sindacati

Il 23 dicembre scorso quattrocento lavoratori aderenti al Sindacato dei Portuali Uniti (Union Portuaria) hanno iniziato uno sciopero a Porto Angamos, a Mejillones, ad Antofagasta, Coloso ed Esperanza. I lavoratori richiedevano un posto di lavoro stabile per circa 250 operai col definitivo passaggio da precari, a giornata, a fissi. L’azienda ha immediatamente respinto questa richiesta, così...

(9 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Servi dei padroni»

Estendere e organizzare la lotta di classe

Volantino distribuito ai lavoratori in lotta alla DiElle - Cassina de’ Pecchi, domenica 1° giugno 2014

OPERAI DELLA DIELLE ! Il coraggio, la determinazione, l’unità della vostra lotta sono un esempio per tutti i lavoratori. Lo sciopero a oltranza che conducete da due settimane ha spezzato il terrorismo aziendale che vi teneva schiacciati vessandovi con insulti razzisti, minacce e licenziamenti di chi isolatamente si ribellava; ha strappato i lacci dei falsi sindacati che vi impedivano...

(2 Giugno 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

In Sudafrica continua la lotta dei minatori contro governo padroni e sindacati di regime

Nel silenzio della stampa borghese è in corso in Sudafrica il più lungo sciopero nella storia della classe operaia in quel paese. Ottantamila minatori sono scesi in lotta nella cintura del platino, un’area che si estende dalla provincia di Nord-Ovest, dove operano le tre maggiori compagnie mondiali – la Anglo American Platinum, l’Impala Platinum e la Lonmin, che in Sud...

(1 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Scenari africani»

Il Capitale, stretto dalla caduta del tasso del profitto, ditta su Stati e Parlamenti

Il sistema capitalistico è passato allo stadio imperialista con la formazione dei monopoli sovranazionali alla fine del 19° secolo. La concorrenza fra di essi e le leggi economiche dell’accumulazione hanno condotto inesorabilmente alla loro concentrazione e centralizzazione, alla formazione di cartelli industriali, appoggiantisi alle grandi banche, che controllano, direttamente o...

(29 Maggio 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Ucraina: vieti nazionalismi per coprire un conflitto fra Imperi

L’Ucraina, per la sua strategica posizione di frontiera tra Europa e Russia, è stata da secoli preda ambita delle entità statali più forti che la circondano, determinate ad assicurarsene il controllo. Pur godendo di terre fertili, e oggi di importanti risorse minerarie e di una struttura industriale di rispetto, anche se in parte antiquata, si trova schiacciata dalla dipendenza...

(27 Maggio 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Ucraina: un paese conteso»

PRIMO MAGGIO 2014
Per la Rivoluzione - Per il Comunismo

Ad un secolo dallo scoppio della Prima Guerra imperialista - Contro il capitalismo e i suoi preparativi di una terza

IERI Nel 1914 l’attentato di Sarajevo dava il pretesto a tutti i borghesi Stati d’Europa per scatenare la loro prima guerra imperialista, prevista con due decenni di anticipo da Federico Engels, il quale aveva ammonito come quella mobilitazione di milioni di uomini in armi si sarebbe risolta, senza alcun risultato, in uno sconfinato orribile macello. Fedeli alla linea di Marx ed Engels,...

(28 Aprile 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

Dietro CRISI e DISOCCUPAZIONE si prospetta il superamento rivoluzionario del capitalismo

La crisi del capitale è dovuta alla sovrapproduzione di merci. I borghesi, e i loro innumerevoli ruffiani di corte, si stupiscono di come questo meraviglioso sistema di produzione possa produrre simili anomalie. La disoccupazione dilaga e nessuno di loro, ovviamente, ha una soluzione. Alla disoccupazione capitalista non esiste rimedio capitalista. Le risposte date ai lavoratori, episodiche,...

(2 Aprile 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

L’accordo sulla “rappresentanza” ancora un chiavistello che la lotta operaia farà saltare e spingerà alla sua riorganizzazione di classe

Il 10 gennaio scorso è stato firmato da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Confindustria il “Testo Unico sulla Rappresentanza” che mette in pratica i due precedenti accordi del 28 giugno 2011 e del 31 maggio 2013 definendone i particolari operativi. L’accordo ha importanza soprattutto per quanto riguarda gli organismi rappresentativi dei lavoratori all’interno delle aziende, modificando...

(31 Marzo 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «No all'accordo sulla rappresentanza»

La ribellione anti-nazionale di operai e disoccupati in Bosnia

La Bosnia attuale, a seguito degli accordi di Dayton del 1995, è uno Stato suddiviso in Repubblica Serba Srpska, che è il territorio dei serbo-bosniaci, e la Federazione Croato Musulmana, dove vivono in maggioranza bosniaci musulmani e croato-bosniaci, a sua volta composta di dieci cantoni con i propri governi locali. Prima della guerra era conosciuta per le numerose e fiorenti fabbriche,...

(27 Marzo 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

Il proletariato in Ucraina ha da lottare contro entrambi i fronti imperialisti russo e occidentale e per la internazionale rivoluzione comunista di domani

Lo scontro tra Russia, Stati Uniti d’America, Germania e altri predoni per spartirsi le ricchezze dell’Ucraina sarà contro il proletariato ucraino, che ha la prospettiva di anni di miseria e di accresciuto sfruttamento, ma anche contro le classi lavoratrici dei paesi occidentali e di Russia, che rischiano tutte di trovarsi coinvolte in una guerra imperialista della quale sarebbero...

(25 Marzo 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

Minacce di guerra in Ucraina

La classe operaia in Ucraina non ha da scegliere fra Russia ed Europa ma da lottare per sé e prepararsi alla internazionale rivoluzione anti-capitalista di domani Lo scontro tra Russia, Stati Uniti d’America, Germania e altri predoni per spartirsi le ricchezze dell’Ucraina sarà contro il proletariato ucraino, che ha la prospettiva di anni di miseria e di accresciuto sfruttamento,...

(10 Marzo 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

Impotenza della piccola borghesia

Nei momenti critici, seppure non rivoluzionari, si muovono anche i sassi. Così per la piccola borghesia, incatenata alle sue micro-proprietà, e che può scivolare in condizioni addirittura al di sotto di quelle del proletariato. Non sono più questi i tempi in cui il regime del grande capitale, col sonnecchiante controllo del suo Stato ladrone e sciupone, le permetteva qualche...

(3 Febbraio 2014)

Partito Comunista Internazionale

Comunismo e piccola borghesia

Se qualcosa dà la misura più certa di quanto la crisi del Capitale alla scala internazionale sta operando in profondità nel corpo sociale, distruggendo oltre al capitale anche le condizioni materiali della vita quotidiana, è il progressivo polarizzarsi delle mezze classi, che si sentono minacciate dalla rovina e ritrovano gli usati strumenti dell’impotente ribellismo,...

(19 Dicembre 2013)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Incendio a Prato
Fratelli di classe!

A Prato una esplosione di bombole di gas si è portata via le vita di sette operai cinesi. Abitavano in un dormitorio all’ultimo piano di un capannone industriale situato al centro della zona del “Pronto Moda”, una miriade di piccole e piccolissime aziende di produzione di abbigliamento femminile, attualmente il più grande centro di produzione e vendita di Europa. Da...

(7 Dicembre 2013)

Partito Comunista Internazionale


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

QUESTA È LOTTA di CLASSE!

Il magnifico sciopero dei tranvieri genovesi deve essere di esempio per tutti i lavoratori e da esso bisogna trarre degli insegnamenti fondamentali – Le leggi che regolamentano gli scioperi, non solo nei trasporti, sono in realtà vere e proprie leggi antisciopero: seguirle significa condurre lotte completamente inefficaci. Sempre più i lavoratori, se vogliono difendersi dai crescenti...

(1 Dicembre 2013)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

In Sud Africa si afferma una robusta e moderna classe operaia che cerca la sua strada contro i tanti falsi amici

Sono passati sedici mesi dal massacro di Marikana, ma le lotte operaie non hanno mai accennato a diminuire; al contrario si sono estese al di là del settore minerario toccando servizi ed industria. Si è per altro accentuato lo scontro tra l’Associazione Minatori (Amcu) ed il Sindacato Minatori (Num) affiliato al Sindacato Nazionale Cosatu. La prima è nata a Mpumalanga nel...

(1 Dicembre 2013)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Scenari africani»

Alla Fincantieri di Marghera cade la maschera della Fiom

Quando, il 23 maggio 2011, l’azienda annunciò 1.500 esuberi e la chiusura degli stabilimenti di Castellammare di Stabia e Sestri Ponente, la Fiom proclamò di voler lottare conducendo una unica trattativa per tutti i siti produttivi. Dal principio invece fece scioperare i lavoratori divisi per stabilimento. Scrivemmo: «Gli operai dei cantieri da chiudere si impegnavano in...

(29 Novembre 2013)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

55305